Home / Cronaca / La Provincia di Trento dà l’ok alla licenza per abbattere gli orsi. A rischio M4

La Provincia di Trento dà l’ok alla licenza per abbattere gli orsi. A rischio M4

È M4 il primo orso ad essere direttamente minacciato dalla delibera emessa negli scorsi giorni dalla Provincia di Trento, che di fatto autorizza l’abbattimento di quelli che definisce “orsi dannosi”.

I plantigradi potranno essere muniti di radiocollare ma, se le misure di prevenzione dei loro “danni” non dovessero essere ritenute efficaci o sufficienti, si potrà anche procedere al loro abbattimento.

La categoria “orso dannoso” è stata introdotta proprio in occasione della delibera appena emessa, che entra a far parte del Piano d’Azione Interregionale per la gestione dell’orso sulle Alpi centro-orientali. Al Ministero dell’Ambiente spetterà ora il vaglio ufficiale della legge.

L’assessore Michele Dallapiccola dichiara: “Se da una parte il progetto di reintroduzione degli orsi ha rappresentato una attrattiva, siamo anche consapevoli delle difficoltà che talvolta comporta per i danni al bestiame. Un lavoro approfondito di monitoraggio effettuato nel 2013 ci ha portati a formulare questa proposta. Sappiamo come, dopo la cattura, vi sia una grande difficoltà a collocare gli orsi e il rischio è quello di costringere l’animale al resto della vita in una gabbia, con conseguenti pesanti deviazioni psicologiche. Riterrei questo particolarmente grave”.

Probabilmente, per l’assessore Dallapiccola, veterinario che si definisce “non privo di sensibilità animalista”, l’ipotesi della ricollocazione è più grave di quella di un abbattimento.

M4 è ora definito un orso problematico perché, secondo l’assessore, “provoca continui danni al bestiame in Trentino e in Veneto e di foto delle carcasse che ha lasciato sul suo cammino, senza cibarsene, è pieno un fascicolo. Si tratta di un comportamento fortemente deviato”.

Per il “deviato” M4, dunque, si paventa ora l’ipotesi di una possibile, “misericordiosa” esecuzione capitale.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Massimo e Papà

    NOI NON CONSIDERIAMO DANNOSI GLI ORSI, MA QUELLE CANAGLIE CHE OGNI GIORNO, FORTI DELLA LORO IMMUNITA’ STUDIANO COME EFFETTUARE L’ASSASSINIO SILENTE DELL’UMANITA’, PENSIAMO CON ORRORE ABCHE ALLE SCIE CHIMICHE, NONCHE’ A CHI C’E’ DIETRO DI LORO, C.I.A. N.A.T.O. PENTAGONO, SISDE, SISMI, ECCETERA, ECCETERA.

  2. Per completare il vostro giustissimo e preciso ragionamento aggiungo che abbiamo rubato habitat e continuiamo a rubarlo a questi animali, cosa aspettarsi?
    La Natura fa sempre il suo corso, nonostante le difficoltà questa si adegua, si modifica e cerca di seguire semplicemente la logica del ciclo della vita.

    Ma si ammazziamoli tutti no?
    Lasciamo perdere poi i lagnosi allevatori, quelli sono i peggiori, fanno sempre le vittime.

    M4 è una carabina d’assalto, insuperabili ignoranti.

  3. Perfetto Barbara ha ragione, comunque qui sono alla schizofrenia: ci sono migliaia di cacciatori pronti a far fuori cervi, daini, caprioli, poi reintroducono gli orsi o i lupi e poi avanti con le uccisioni perchè o caprioli o orsi o lupi i fucili fanno sempre il loro dovere! Povera Italia!

  4. Anche qui do piena ragione a BARBARA!

  5. certo che se non uccidessimo daini caprioli e altri animali di cui l’orso e il lupo si cibano mantenendo l’ordine naturale delle cose non andrebbero a prendere pecorelle e disturbare la gente in loco,ovvio che se si continua a mettere le manine su tutta la fauna decidendo quali animali sono troppi quali uccidere quanti ucciderne le cose non miglioreranno anzi…… se fossimo capaci di stare fermini ,rilassati le cose andrebbero sicuramente meglio per tutti,ma no non ce la facciamo e queste sono le conseguenze…..

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.