Home / Addii / Zimbabwe: ci risiamo, ancora elefanti avvelenati a morte col cianuro

Zimbabwe: ci risiamo, ancora elefanti avvelenati a morte col cianuro

È capitato di nuovo: a circa un anno di distanza dai primi episodi, altri quattro elefanti sono morti nello Zambesi National Park, nello Zimbabwe, dopo essere stati avvelenati col cianuro.

Secondo quanto riportato da Geapress, i pachidermi si sarebbero abbeverati in una pozza d’acqua avvelenata che, peraltro, avrebbe mietuto vittime anche tra i volatili della zona.

Attualmente il timore più grandi delle autorità del parco è che gli avvelenatori raggiungano l’impressionante numero di vittime colpite nell’estate dello scorso anno, quando almeno un centinaio di elefanti persero la vita nel Hwange National Park per poi essere mutilati delle zanne d’avorio.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Ci sono moltissime cose che non tornano, si potrebbero fare moltissime cose che rimangono solo idee o parole senza significato senza la concretezza dei fatti.
    Io un’idea del perchè ce l’ho…

    Che tristezza!

  2. Molte cose non capisco,primo: con i mezzi di oggi perchè non si riesce ad avere risultati sul fronte della prevenzione e repressione e secondo: perchè l’ONU non fa vietare l’uso dell’avorio.

  3. qui nessuna vuol far fermare questa inaudita strage….nemmeno i governi locali…..le zanne portano soldi….l’elefante in se solo problemi di gestione…..
    UNA VERGOGNA….NOI TUTTI POSSIAMO FERMARE QUESTA STRAGE….MA DOBBIAMO UNIRCI SEMPRE DI PIU. L’unione fa la forza!
    ANIMALS NEED A VOICE!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.