Home / Cronaca / Napoli: la tigre sequestrata al malavitoso finisce in Germania

Napoli: la tigre sequestrata al malavitoso finisce in Germania

È stata ribattezzata Angela, la tigre sequestrata alcuni mesi fa ad un malavitoso e in questi giorni trasferita in un rifugio tedesco.

Il grande felino era stato individuato nel dicembre 2013 (ne avevamo parlato qui) dalla Polizia di Stato durante un’operazione a Mugnano, in provincia di Napoli. L’animale verrà ora ospitata in un rifugio di oltre 7000 metri quadrati a Russelsheim, in Germania.

A organizzare il trasferimento è stata l’associazione animalista internazionale Four Paws/Vier Pfoten, già attiva in diverse parti del mondo (Romania compresa), perché esperta in questo genere di gestione: negli ultimi quattro anni, infatti, ha lavorato attivamente per il salvataggio di oltre settanta grandi felini.

Commenta LAV nel suo comunicato stampa riferito alla vicenda: “Il trasferimento della tigre era inevitabile, considerata la drammatica carenza di centri di recupero di fauna esotica in Italia, e di risorse da impiegare nella tutela di questi animali. La collaborazione del Servizio Cites del Corpo Forestale dello Stato, della Procura di Napoli e del Garante per la tutela degli animali del Comune di Napoli, hanno contribuito a portare a termine questa importante operazione.”

“La tigre era stata trovata dagli agenti della Polizia di Scampia in un casolare di campagna, rinchiusa in una gabbia. La detenzione di animali esotici e il commercio illegale di specie protette, purtroppo, rappresentano una vera emergenza, italiana e internazionale. l’Italia, in particolare è uno dei nodi cardine di smistamento illegale di specie protette e prodotti derivati verso altri Paesi dell’UE e verso Paesi terzi: un traffico che solo nel nostro Paese raggiunge un giro d’affari di circa 2 miliardi di euro all’anno”, continua ancora la Lega Anti Vivisezione.

“Per questo è fondamentale una politica di sostegno dei centri di recupero di fauna selvatica, indispensabili per le attività di sequestro di animali in condizioni di illegalità. Il Governo italiano deve orientare impegno ed investimenti in politiche di protezione degli animali esotici nei loro habitat naturali, dismettendo o riconvertendo progressivamente l’industria della cattività, a cominciare dal finanziamento di centri di recupero di fauna esotica in cui trasferire gli animali sequestrati.”

Foto: la tigre al momento del ritrovamento (archivio).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Ai vari governi italiani non importa nulla di questo o quell’altro.
    Basta che paghi e tutto il resto non gli importa.

    Vergogna, ai malavitosi dovrebbero sparare a vista, è solo un gran guadagno!

    Spero che questa magnifica e un po’ sfortunata tigretta possa trovare un po’ di serenità e una vita dignitosa nel possibile…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.