Home / Cronaca / Spagna, il cartello del macellaio: “Decapiteremo i cani che urinano davanti al negozio”

Spagna, il cartello del macellaio: “Decapiteremo i cani che urinano davanti al negozio”

“Decapiteremo i cani che vengono ad urinare davanti al negozio”: queste le parole riportate a mano su un cartello appeso alla vetrina di una macelleria di Tenerife, in Spagna.

Alcuni cittadini, indignati di fronte alla minaccia, hanno contattato immediatamente la Polizia Locale che, recata sul posto, ha fatto presente che il cartello doveva essere immediatamente rimosso.

Il macellaio ha risposto di essere stanco di vedere i cani che facevano i loro bisogni contro i “panettoni” posti di fronte all’ingresso dell’attività, per evitare che le auto vi parcheggiassero. Gli agenti, tuttavia, non hanno voluto sentire ragioni e hanno spiegato che minacce di questo genere possono significare la violazione dell’articolo 337 del codice penale spagnolo sul maltrattamento di animali.

Il macellaio non ha potuto fare altro che rimuovere il cartello di minaccia.

La notizia è stata riportata dall’associazione animalista spagnola Schnauzi.

Foto: il cartello incriminato (fonte Schnauzi).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Beh cari amici nessuna meraviglia. Credo conosciamo tutti ciò che succede in Spagna dalle corride, alle perreras, dai galgos alle mille feste nelle quali SEMPRE si tortura un animali sia esso asinello, oca, bue. Quindi di che stupirsi di un popolo così crudele?

  2. Un povero idiota che tra l’altro si è svergognato senza nemmeno accorgersene.
    Se mai dovesse succedere qualcosa ai cani nella zona, indovinate un po’ con chi se la prenderebbe la polizia e l’opinione pubblica?

    Il solito miserabile stupido!

  3. Con il mestiere che fa cosa ci si può aspettare di meglio? Comunque è un pazzo e un idiota completo! Il pianeta si svuoterà mai di questi esseri inutili?

  4. Bastava prendere un mattone e infilarlo nella vetrina, così non aveva più modo di appenderlo il cartello… mi sa che vivere in mezzo al sangue fa male al cervello…

  5. questo e un pazzo non un umano

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.