Home / Cronaca / Velletri: gatto investito e soccorso dai cittadini. Due ore per l’arrivo del servizio veterinario

Velletri: gatto investito e soccorso dai cittadini. Due ore per l’arrivo del servizio veterinario

Si è fortunatamente salvato il gatto malamente investito da un’auto a Velletri, e subito soccorso da alcuni residenti della zona. Il fatto è avvenuto qualche giorno fa lungo via Vecchia Napoli quando una vettura di passaggio ha urtato con violenza il felino e gli ha gravemente fratturato il femore sinistro.

Alcuni residenti della zona sono subito intervenuti per le prime cure e presto, sul luogo dell’incidente, sono arrivati anche gli uomini della Polizia Locale e il Soccorso Animali Vivi di Latina.

Da quel momento in poi è iniziata la (lunga) attesa del servizio veterinario deputato alla presa in carico dell’animale ferito. In particolare, i cittadini e gli attivisti del posto hanno protestato perché, incredibilmente, non è il locale servizio veterinario ad essere stato incaricato di questo genere di interventi ma un altro, esterno, proveniente da fuori provincia.

In pratica, il gatto col femore fratturato ha atteso per due ore sull’asfalto prima di essere soccorso dai medici.

Per sua fortuna, si riprenderà.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Grazie a tutti i cittadini e alle autorità che sono intervenute tempestivamente.

    Ma si certo, la Asl veterinaria che fa?
    C’è?
    Il servizio “esterno” da chi è pagato?
    Perchè i privati?
    Il sindaco che dice?
    L’assessorato preposto a tali competenze?

    Che paese di falliti.

  2. Purtroppo io sento che spesso i veterinari diciamo “privati” si rifiutano di soccorrere le creature randagie. Che però si debba attendere un servizio da fuori provincia questa è un’altra delle cazzate di cui è ricco questo paese (che non si merita la maiuscola) Grazie comunque ai cittadini perchè anche da parte nostra non è facile trovare empatia verso gli animali.

  3. Beh, ma non c’era un veterinario qualunque da quelle parti dove portare immediatamente il povero micio? Non so, mi sembra la cosa più ovvia, anche la Lilli (il mio cane) saprebbe che si fa così in questi casi!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.