Home / Addii / Prato: uccise il suo cane. Condannato a 4 mesi, ma la pena è sospesa

Prato: uccise il suo cane. Condannato a 4 mesi, ma la pena è sospesa

È stato condannato a quattro mesi, ma la pena è stata sospesa: così si è conclusa la vicenda che ha visto un uomo di Prato finire in tribunale con l’accusa di aver ucciso il proprio cane. La vicenda era avvenuta lo scorso febbraio, quanto i resti dell’animale, un meticcio, vennero ritrovati sul greto del fiume Bisenzio.

Fu il microchip impiantato all’interno del corpo del meticcio a permettere agli inquirenti di risalire alle generalità del proprietario, accusato di aver soppresso il cane per poi depositarlo sull’argine del fiume. L’uomo negò di aver usato violenza all’animale, e si limitò a dire di averne abbandonato il corpo già morto perché “lo smaltimento si presentava troppo difficoltoso”, e il suo legale aggiunse che i segni riscontrati sul corpo avrebbero potuto essere attribuiti al morso di una nutria avvenuto dopo il decesso. Peccato che la nutria sia, per sua natura, una preda e vegetariana e non consumi carne, e questa sia quindi una tesi altamente improbabile a dire poco.

Il giudice del tribunale di Prato non ha quindi creduto all’imputato e lo ha condannato a quattro mesi di reclusione – che l’uomo non sconterà, tanto per cambiare, perché la pena è stata sospesa.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Lucia Ringressi

    Vergogna pene troppo leggere e anche quelle come non ci fossero!!!!!!!!!!

  2. una vergogna

  3. Molto spesso gli avvocati oltre ad essere profondamente ignoranti (statistica accertata) sono arroganti e tristemente patetici.

    Pena sospesa, che novità in un paese in cui la “Giustizia” funziona vero?

  4. pena sospesa ,tanto x cambiare…….e avanti così ……

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.