Home / Cronaca / Inghilterra: lega un collare di mattoni attorno al collo di un cane. Arrestato

Inghilterra: lega un collare di mattoni attorno al collo di un cane. Arrestato

Un ragazzo di 25 anni di Stoke-on-Trent, in Inghilterra, è stato arrestato per aver legato attorno al collo di un cane un collare di mattoni rotti.

Alcune famiglie residenti nella zona avevano notato il cane, legato ad un palo, con il corpo appesantito dal fardello e avevano immediatamente contattato le forze dell’ordine.

Dichiara un portavoce della locale centrale di Polizia: “Un uomo di Stoke-on-Trent è stato arrestato col sospetto di aver causato sofferenza non necessaria ad un animale lo scorso 1 giugno. L’arresto è stato compiuto attorno a mezzogiorno quando l’uomo è stato notato con un cane costretto ad indossare il collare di mattoni”.

Il 25enne è stato preso in custodia per essere interrogato, mentre il cane è stato sequestrato.

Dopo l’interrogatorio, l’aguzzino è stato rilasciato su cauzione ma dovrà comunque rimanere a disposizione delle forze dell’ordine e della RSPCA, la Protezione Animali inglese.

Nella foto: il cane col collare di mattoni (fonte StokeSentinel).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Roba da matti! Meno male che il demente in questione è stato arrestato!

  2. Ma gente inutile del genere potrebbe essere impiegata per i lavori forzati (e diventare utile) o per altri scopi, tanto non capiranno mai e faranno sempre del male.

  3. prendiamo questa notizia con sarcasmo…..sicuramente il “ragazzo” voleva ancorarlo a terra prima che una folata di vento lo potesse far volare via, sicuro che è così.. 😮

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.