Home / Addii / USA: uccide la sua cagna e la chiude in gabbia coi suoi cuccioli ancora vivi

USA: uccide la sua cagna e la chiude in gabbia coi suoi cuccioli ancora vivi

Le autorità del Texas, negli Stati Uniti, hanno arrestato una donna responsabile di aver ucciso la sua cagna, che aveva appena partorito, per poi chiuderne il corpo in una gabbia assieme ai suoi cuccioli.

Lo sceriffo Larry Fowler spiega che il ritrovamento del corpo è avvenuto grazie ad un conducente di uno scuolabus: la cagna mostrava una ferita d’arma da fuoco alla testa e si trovava chiusa in una gabbia da trasporto assieme ai suoi dieci cuccioli di meno di due settimane di vita.

“Questi cuccioli indifesi e ancora bisognosi di essere allattati sono stati abbandonati sul corpo della loro madre uccisa”, ha commentato sdegnato lo sceriffo.

I piccoli sono stati trasferiti in un santuario: gli attivisti del rifugio spiegano che due balie di razza pitbull stanno ora provvedendo ad allattarli. Quando staranno meglio, i dieci cuccioli saranno dati in adozione.

“È difficile immagine che qualcuno possa essere così crudele da giustiziare un animale. E uccidere una madre che sta allattando dei cuccioli è oltre ogni umana immaginazione”, commentano le forze di polizia della contea.

Il cane ucciso aveva circa 3 anni di età ed era un meticcio pastore di taglia media, col pelo fulvo. Al momento della morte, risultava in stato di malnutrizione.

“Non abbiamo un problema con gli animali”, aggiunge lo sceriffo, “Abbiamo un problema con le persone”.

La donna arrestata, proprietaria della cagna uccisa, si chiama Tammy Green Douglas e ha confessato il crimine: ha sparato all’animale per poi riporne il corpo in una gabbia. Ha poi sistemato i cuccioli ancora vivi accanto ai resti della madre morta e ha abbandonato il kennel a lato strada.

Le forze dell’ordine sono state messe sulla pista giusta da una segnalazione anonima.

Interpellata sulla ragione di un gesto tanto crudele, la Douglas ha cercato di giustificarsi dicendo che la cagna, che aveva partorito da poco, era diventata improvvisamente aggressiva tanto da costringerla a spararle.

Arrestata, la donna ha pagato la cauzione e si trova al momento a piede libero. Dovrà comunque essere sottoposta a processo e chi desidera può firmare questa petizione che chiede per lei il massimo della pena applicabile.

Foto: il cane ucciso e i suoi cuccioli (fonte MyFoxFW).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

9 Commenti

  1. Bè, difficile conciliare toni moderati e civili davanti ad un crimine così abietto, nei cui confronti non riuscirò mai a trovare una giustificazione. Non ci sono attenuanti, se non la follia improvvisa di questa donna. Che sia una forma di demenza curabile, poco importa: folle o meno, lei è viva, ma spero tanto che marcisca all’inferno. Sono stata abbastanza moderata e civile?

  2. Difatti il racconto della criminale è assolutamente improbabile.

    Difficile che la cagnolina di casa – di 3 anni e passa poi – possa divenire d’un tratto aggressiva col proprio padrone, nonostante il parto e la presenza dei cuccioli.

    Per sparare ad un cane aggressivo a distanza ravvicinata devi tendere il braccio, protendendolo avanti e riuscire a “coglierlo” prima che il cane, in posizione di difesa ti si lanci come da classico.
    Devi essere un fulmine e devi saper sparare (sic!).

    Invece sparare a sangue freddo ad un cane – per fortuna – in molti stati americani è reato penale che si traduce in un esito detentivo consistente e comporta il pagamento di una grossa somma di denaro e probabilmente altre punizioni che considero abbastanza giuste, ripeto, abbastanza, diciamo quasi sufficiente.

    E spero proprio che venga condannata al massimo della pena!

  3. schifezza!!!!!

  4. Colpo di pistola alla testa da distanza ravvicinata? Non crediamo alla giustificazione della responsabile. Non metti le mani vicino alla testa di un grosso cane aggressivo. In galera!

  5. Se anche la cagnolina fosse stata aggressiva si tratta di un normale istinto di protezione materno… la demente che invece l’ha uccisa è una criminale! Firmata petizione! Gente così va rinchiusa e bisogna buttare la chiave!!

  6. Ecco un’altra grandissima testa di c….o! Ma come è possibile essere così str,,,,,zi? Io non ho più parole!

  7. Per l’ ennesima volta mi vergogno di far parte della razza umana!

  8. a piede libero ma possibile che la giustizia sia solo m……..

  9. petizione firmata e mi astengo dal commentare……

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.