Home / Cronaca / Cagliari: i bambini prendono a sassate l’oca. Silenziose le madri

Cagliari: i bambini prendono a sassate l’oca. Silenziose le madri

“Mi trovavo nel parco di Monte Urpinu in compagnia della mia fidanzata e davamo da mangiare alle oche, papere e pavoni. Facevamo delle foto e “giocavamo con loro”. Ad un certo punto, abbiamo visto dei bambini che tiravano pietre ad un’oca spaventatissima, la rincorrevano e tentavano di farle del male, finché uno di loro è riuscito a farla incastrare tra un alberello e una costruzione.

Mi sono avvicinato e loro, per nulla intimoriti dalla presenza di un adulto, continuavano ad infierire tentando di schiacciarla e darle calci. Il tutto fino all’arrivo delle madri “preoccupate” forse dalla mia presenza. Ho creduto e sperato in un rimprovero e invece nulla, solo un: “non avvicinatevi, sono pericolose ed aggressive”.

Ma come, io non ho visto un’oca prendere a sassate bambini o incastrarli in anfratti per prenderli poi a calci, ho visto solo un piccolo essere indifeso, spaventato e quasi rassegnato. Li ho allontanati e pian piano sono riuscito a liberare l’oca, che, a quel punto, si è lasciata accarezzare, quasi in segno di riconoscenza.

I bambini sono bambini e spetta agli adulti educarli, far capire loro ciò che è giusto o sbagliato. I genitori di oggi non insegnano più l’educazione, non correggono più i figli, hanno paura che soffrano, “porelli”, e così facendo li fanno crescere privi di valori e nella mancanza del rispetto di ogni regola.

Inoltre mi domando se non sarebbe opportuna la presenza di un guardiano che vigilasse sulla incolumità di questi animali, in maniera tale da far godere ad adulti e bambini della loro presenza, senza però esporli ad alcun rischio”.

Quella riportata è, senza modifiche, la testimonianza di un lettore del magazine CastedduOnline (qui la versione originale). Il giornale sottolinea che, solamente un mese fa, era stata denunciata una vicenda simile in cui le vittime erano però i pavoni del parco di Monte Urpino, in provincia di Cagliari.

Nella foto: l’oca vittima della violenza (fonte CastedduOnline).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

10 Commenti

  1. condivido con johnny

  2. Purtroppo l’ignoranza genera mostri e di continuo anche.
    E purtroppo questa gentaglia si riproduce.

    Vergognatevi.

  3. chi vede deve denunciare, ma de che avete paura e un diritto fare una denuncio, poi se sono genitori ignoranti…….fate anche dei filmati o foto…..vogliamo una volta fare la cosa giusta……aiutare queste creature indifese………

  4. E poi dobbiamo sterilizzare gli animali… vabbè…

  5. Babyminkia del cavolo! La prossima volta che fate una simile idiozia le oche dovrebbero beccarvi, ma proprio forte, sulla vostra stupidissima faccia da deficienti!

  6. La peggior cosa è il silenzio delle madri…i bambini rispecchiano i loro genitori…!

  7. L’ Ignoranza che passa di generazione in generazione…
    Quanti secoli aspetteremo affinché diventi materia scolastica, l’insegnamento del rispetto e la cura del territorio e degli animali?
    Già, perché a quanto pare non ci si arriva con il buon senso…

  8. come possono crescere….. quando alle spalle hanno solo spazzatura

  9. laura spinetti

    Il problema ,è che questi miseri d’animo , a riprodursi

  10. purtroppo certe madri non sono in grado di riconoscere tutte le specie di uccelli ma sono abituate ad una in particolare e quella difendono…..(scusatemi tanto potete censurare ma quando ci vuole ci vuole chiedo perdono in anticipo di questo “sfogo”un poco ineducato)….

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.