Home / Cronaca / [VIDEO] Il caprone che non vuole vivere finché non ritrova la sua migliore amica

[VIDEO] Il caprone che non vuole vivere finché non ritrova la sua migliore amica

Il caprone protagonista di questa storia si chiama Mr. G. La sua migliore amica, invece, si chiama Jellybean ed è un’asina.

Il video che racconta la vicenda, pubblicato negli scorsi giorni, ha raccolto rapidamente oltre quattro milioni di visite. È perché racconta una storia bellissima di amicizia interspecifica, dalla quale l’uomo avrebbe molto da imparare.

Mr. G. aveva vissuto per molti anni assieme a Jellybean prima di essere sottoposto a sequestro, assieme agli altri animali, durante un caso di maltrattamento. Per lui si erano immediatamente aperte le porte di quella che avrebbe potuto essere una nuova vita felice: il caprone era stato infatti accolto nello splendido santuario Animal Place, che si occupa di restituire dignità agli animali cosiddetti da reddito.

All’arrivo di Mr. G, tuttavia, è stato subito chiaro a tutti che qualcosa non andava: il caprone non mangiava e se ne stava tutto il giorno accovacciato nella stalla, senza nessun interesse per nulla e nessuno. Non usciva nemmeno, e lo sguardo triste e perso faceva intendere solamente una cosa: depressione.

Dopo otto giorni di digiuno e dopo aver escluso qualunque patologia, gli attivisti del santuario hanno capito che era necessario comprendere a fondo le ragioni del malessere dell’animale, ed è bastato investigare un po’ per capire che Mr. G, semplicemente, sentiva la mancanza della sua migliore amica, l’asina Jellybean.

Jellybean, nel frattempo, era stata presa in carico da un’altra associazione che, una volta capita la situazione, ha accettato di cederla ad Animal Place in modo che potesse riunirsi con il suo amico di una vita.

Sono bastati all’incirca venti minuti in compagnia dell’asina perché il caprone, finalmente felice, tornasse a vivere.

Guardate voi stessi.

Foto: fonte video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Cosa c’è da dire onestamente?
    Vorrei tanto sapere il perchè, ma poi rifletto, forse è meglio così, il mistero della vita e del sentimento profondo.

    Grazie

  2. grazie atutti quelli che hanno aiutato queste due creature

  3. Semplicemente grazie

  4. Che fantastica storia,rendere felice un animale vuol dire essere felici insieme a lui,è una lezione che dovrebbe imparare tutta l’umanità però ci vuole coraggio!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.