Home / Cronaca / Cosenza: legata al guardrail con un filo da pesca, è salva cucciola di 6 mesi

Cosenza: legata al guardrail con un filo da pesca, è salva cucciola di 6 mesi

Si chiama Paola ed ha, per fortuna, già trovato casa, la cucciola di cane trovata legata con un filo da pesca ad un guard rail, su una strada statale di Cosenza.

A dare notizia del soccorso della piccola è OIPA, che è intervenuta per togliere Paola da quella che si sarebbe senza dubbio rivelata una trappola mortale.

OIPA definisce quanto accaduto alla cagna “il più classico copione degli abbandoni”. L’animale è stato abbandonato senza riguardo e senza compassione su una strada ad elevata percorrenza, senza né cibo né riparo e costretto in mezzo ai rifiuti.

Ad accorgersi di Paola è stato un automobilista, che ha subito avvisato i volontari OIPA e, di fatto, ha dato il via alla macchina del soccorso.

Le guardie zoofile giunte sul posto hanno avvicinato la cucciola con un po’ di cibo e l’hanno infine messa in sicurezza. Dopo essere stata per qualche tempo amorevolmente accudita presso il rifugio Fata di Lamezia Terme, Paola è stata infine adottata negli scorsi giorni.

Nella foto: Paola (fonte OIPA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. Qualcuno, a parte i Volontari, c’è che ha un cuore. Grazie agli adottanti e auguri alla piccola.

  2. Fortunatamente è andata a buon fine, certo che…certi schifosi girano…

  3. piccina……buona vita…

  4. E’ bello ogni tanto leggere buone notizie, seppur in mezzo a tante sofferenze… Ti auguro una vita bellissima piccola Paola! 🙂

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.