Home / Addii / Cane trascinato a morte sull’asfalto: Il Comune di Manfredonia si costituisce parte civile

Cane trascinato a morte sull’asfalto: Il Comune di Manfredonia si costituisce parte civile

Lucky, quattro mesi, è morto di una morte orribile dopo essere stato legato ad una macchina e trascinato per chilometri. Ne avevamo parlato qui.

Mentre, nel momento in cui scriviamo questo articolo, ancora mancano gli esiti degli esami necroscopici sul corpo di Lucky, che era sparito dal canile che lo aveva preso in custodia soltanto per essere trovato morto diverse ore dopo, sui giornali rimbalza la notizia che il Comune di Manfredonia, in provincia di Foggia, dove il fatto è avvenuto, si costituirà parte civile.

Commenta il sindaco Angelo Riccardi: “Un atto di violenza gratuita, oltre che di ignobile inciviltà, perpetrato ai danni di un essere vivente indifeso e che lascia sgomenti. La nostra comunità rifugge qualsiasi atto di violenza perpetrato sia ai danni di persone che di animali”. La vicenda sembra dunque una triste replica dei fatti di Irgoli, in provincia di Nuoro: anche qui, qualche settimana fa, un cane è stato legato ad un’auto e trascinato a morte da due allevatori; e anche qui il Comune ha condannato formalmente il gesto. Sia ad Irgoli che a Manfredonia gli aguzzini sono stati denunciati, ma si trovano comunque a piede libero – perché la legge italiana sul maltrattamento di animali, pur riconoscendo il reato come penale, non prevede l’arresto neppure in flagranza di reato.

Il Comune di Manfredonia, intanto, ha dato mandato al proprio ufficio legale di analizzare l’intera vicenda. Quando l’agricoltore responsabile della morte di Lucky finirà a processo, anche la città si costituirà parte civile contro di lui.

Nel frattempo, si continua ad attendere il referto necroscopico dell’Istituto Zooprofilattico di Foggia che definirà, con certezza, la causa di morte del cucciolo. Per ora, sembrano esclusi segni di violenza sul corpo dell’animale, mentre non è ancora chiaro come Lucky sia letteralmente sparito al canile.

Nella foto: Lucky (archivio).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Speriamo che il colpevole paghi per il crimine che ha commesso.
    Non c’era nessuna ragione per compiere un vile atto del genere.
    E’ sicuramente da condannare senza appello, chi compie questo genere di nefandezze sugli animali è ben capace di rivolgersi allo stesso modo contri i propri simili prima o poi.

    Cambiare la legge per cambiare il futuro.

  2. Per fortuna il comune prende posizione… anche se purtroppo con le leggi ridicole italiane in tema di maltrattamento ed uccisione di animali il povero Lucky non avrà mai una giustizia vera… potete immaginare cosa penso di chi lha ucciso e come dovrebbe essere punito…
    Spero comunque che si faccia luce su una vicenda dolorosa e fin qui poco chiara nelle dinamiche…

  3. Caro Lee Jones purtroppo in Italia non c’è nemmeno l’arresto per questi atti quindi si capisce come siamo lontani anni luce da una legge giusta e purtroppo nessuna delle forze politiche principali ha a cuore questi argomenti quindi io mi domando come fare a proporre una legge giusta???

  4. chi ha messo in atto una cosa così orribile deve essere punito con il carcere a vita……
    Se venisse fatto, allora credo finalmente sia fatto cil che si dovrebbe fare da anni.
    Lucky che dio ti dia tutto cil che ti meritavi qui……A M O R E !

    un abbraccio Lee Jones

  5. complimenti al Sindaco e cittadini….

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.