Home / Addii / Torre Annunziata: il corpo del cavallo affogato in mare, ancora attaccato al calesse

Torre Annunziata: il corpo del cavallo affogato in mare, ancora attaccato al calesse

È shock a Torre Annunziata, in provincia di Napoli, per l’orribile morte toccata ad un cavallo da calesse, trovato affogato e ancora imbracato.

La vicenda è avvenuta nella mattina di ieri, quando in mare la Guardia Costiera ha recuperato il corpo senza vita del cavallo: era ancora imbracato al calesse che, con il suo peso, ha quasi certamente contribuito a provocare l’annegamento. L’equino non era stato ancora spinto al largo dalla corrente: un segnale, questo, che ha spinto le forze dell’ordine a convincersi che l’animale fosse morto da poco. Si ipotizza un incidente, ossia che sia finito in acqua dalla spiaggia, ma la possibilità rimane piuttosto debole: non è quindi neppure da escludersi che il cavallo sia stato lasciato annegare dal conducente, che potrebbe essersela data a gambe dopo la caduta in acqua, senza lanciare l’allarme.

Francesco Emilio Borrelli, dell’esecutivo nazionale dei Verdi, e Paolo Tozzi, capogruppo al consiglio comunale di Pozzuoli, commentano: “Da anni denunciamo il vergognoso sfruttamento dei cavalli dalla costa di Torre Annunziata e di Licola a Pozzoli fino al casertano. Centinaia di animali destinati soprattutto alle corse clandestine vengono allenati e fatti correre in condizioni di totale illegalità. Spesso vengono sfiancati o fatti trottare in acqua fino alla morte dai guidatori, prevalentemente stranieri e al soldo della criminalità, che non hanno nessuna compassione o attenzione per questi poveri animali”.

“Quando non ce la fanno più vengono lasciati morire sulle spiagge o in mare e poi eventualmente prelevati e seppelliti dove capita. Abbiamo inviato diversi dossier, anche fotografici, alle autorità competenti ma purtroppo ad oggi non registriamo nessun intervento significativo rispetto a un fenomeno palesemente criminale che viene incredibilmente tollerato”.

Dopo essere stato notato, il corpo del cavallo è stato trascinato sulla banchina e la Guardia Costiera ha allertato il servizio veterinario dell’ASL. Quest’ultimo ha confermato la morte recentissima (e orribile) dell’animale.

Si starebbe ora cercando il proprietario del cavallo: se individuato, verrebbe multato per abbandono.

Nella foto: il cavallo in acqua (fonte IlMattino).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. egregio M. le leggi ci sono….ma applicati…..NOOOOOOOOOO. dobbiamo essere uniti ad aiutare queste Anime invisibili
    a breve uscira il CD Invisible Souls e spero che tanta gente contribuisca ad aquistarlo. Il denaro servira ad aiutare queste creature che hanno bisogno e che hanno dei diritti sacro santi.
    GRAZIE A NOME DEI ANIMALI!

  2. VERGOGNA! Ecco quanto vale un Animale……….VERGOGNA!

  3. dovrebbero ma in italia la giustizia e’ merdaaaaaa

  4. Miserabili, le corse clandestine, criminali che non meritano nessuna pietà.
    Maledetti dal primo all’ultimo, ma sapete come si dice?
    Tutti nodi vengono al pettine, chissà che prima o poi…

  5. Verrebbe multato…. Giustamente il cavallo è morto atrocemente e lui verrà multato! Bha…. Rispetto per gli animali pari a zero. Dovrebbero esistere leggi piu severe perche gli animali hanno i nostri stessi diritti!!!!!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.