Home / Cronaca / Uccelli migratori disorientati: la colpa è dell’inquinamento elettromagnetico

Uccelli migratori disorientati: la colpa è dell’inquinamento elettromagnetico

Secondo una ricerca pubblicata sull’ultimo numero della celebre rivista Nature, l’inquinamento elettromagnetico sarebbe la causa del disorientamento degli uccelli migratori.

In particolare, gli uccelli notturni perderebbero il loro senso dell’orientamento a causa delle frequenze emesse dai dispositivi elettronici.

In pratica, le attività normali e quotidiane degli esseri umani provocherebbero una vera e propria perturbazione dell’interno sistema sensoriale degli uccelli.

La ricerca è stata condotta da un team di ricercatori capeggiati da Henrik Mouritsen, che ha dimostrato che anche i campi elettromagnetici deboli prodotti da strumenti come le radio sono in grado di alterare gravemente l’orientamento dei volatili, in particolare dei pettirossi europei.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Io punterei più sugli impianti di sperimentazione militare che hanno una rilevanza piuttosto considerevole, senza nulla togliere alla tesi di cui sopra.

    Ma c’è qualche punto del mondo che non è interessato ancora dall’opera distruttiva dell’uomo?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.