Home / Addii / Sorrento: nel freezer 150 uccelli protetti morti. In gabbia, quelli accecati

Sorrento: nel freezer 150 uccelli protetti morti. In gabbia, quelli accecati

Un bracconiere di 59 anni, Nicola Fiorentino, è agli arresti domiciliari a Sorrento dopo che la Polizia ha scoperto diverse piante di marijuana nella sua proprietà. In effetti, l’arresto è avvenuto proprio per la presenza della droga leggera che l’uomo coltivava ed essiccava, e non per gli almeno 150 uccelli protetti trovati morti e congelati nel suo freezer.

Fiorentino conservava infatti nel suo casolare di Priora non soltanto le prede di caccia uccise,  tra cui vi erano tortore, passeri, fringuelli, merli, gheppi, un rigongolo, un gruccione e persino un falco, ma anche numerosi richiami vivi.

In particolare, le forze dell’ordine hanno scoperto una quindicina di gabbie in cui le prede ancora vive erano rinchiuse. Inoltre, il bracconiere era in possesso anche di quattro fringuelli e di un passero che aveva preventivamente accecato con un filo di ferro incandescente. Il loro scopo era, naturalmente, quello di cantare fino a perdere la voce in modo tale da attirare nuove prede.

Nella proprietà del denunciato sono state ritrovate anche varie reti per l’uccellagione e un arsenale da caccia composto da tre chili di polvere da sparo, cinquemila cartucce di vario calibro, diversi fucili e persino due bombe da mortaio. Nicola Fiorentino dovrà rispondere di detenzione abusiva di armi e di materiale esplodente. Il porto d’armi gli è stato ritirato.

Oltre a lui, sono stati denunciati a piede libero anche i suoi figli, di 34 e 23 anni, per omessa custodia di armi e munizioni.

Il 59enne non è nuovo alle forze dell’ordine: ha già commesso reati di maltrattamento di animali in passato.

Foto: gli uccelli uccisi trovati nel freezer (fonte IlMattino).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. In questi casi ci vorrebbe la legge del taglione,occhio per occhio…

  2. Pure recidivo e pregiudicato (spero almeno!), complimenti.

  3. non sappiamo davvero, marilena 🙁

  4. E adesso che fine faranno gli uccellini accecati? Ci sarà una speranza per loro?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.