Home / Addii / Ragusa: l’istrice scuoiato e i manganelli per ammazzarlo di botte. Denunciati 3 bracconieri

Ragusa: l’istrice scuoiato e i manganelli per ammazzarlo di botte. Denunciati 3 bracconieri

Tre bracconieri sono stati denunciati a Modica dopo essere stati sorpresi a cacciare istrici, animali protetti di interesse comunitario.

I tre uomini, due di Modica e uno di Scicli, hanno rispettivamente 51, 32 e 23 anni.

Sono stati individuati dalla Polizia Provinciale di Ragusa dopo che alcuni abitanti del posto hanno segnalato la presenza della loro autovettura in una stradina di campagna, per impedire l’accesso ai residenti mentre se i tre se ne andavano a caccia. All’interno del portabagagli della vettura, le forze dell’ordine hanno ritrovato un istrice ucciso e completamente scuoiato mentre sotto i sedili sono stati individuati alcuni manganelli che i bracconieri utilizzavano per ammazzare di botte gli animali.

La Polizia Provinciale ha atteso il ritorno dei cacciatori di frodo che, una volta identificati, non hanno potuto che ammettere le loro responsabilità: sono stati denunciati a piede libero e multati. L’animale ucciso e i manganelli sono stati posti sotto sequestro.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Non esiste giustizia in questo expaese, non esiste più nemmeno il rispetto.
    A cosa serve fare questo?

  2. condivido indegna

  3. E come sempre, se pur colti letteramente sul fatto, se ne sono andati tranquilli per la propria strada LIBERI.
    La giustizia di questo paese è sempre più indegna.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.