Home / Appelli / Taranto: la cucciola di quattro mesi che non mangiava da trenta giorni

Taranto: la cucciola di quattro mesi che non mangiava da trenta giorni

Stava per morire la piccola Camilla, cucciola di cane salvata a Taranto e ridotta ormai allo stremo delle forze a causa della malnutrizione. Secondo il veterinario che l’ha visitata la piccola, di soltanto quattro mesi di età, non doveva aver mangiato per tutto l’ultimo mese.

La cagnolina è stata notata mentre, con passo instabile, si aggirava per la città alla disperata ricerca di qualcosa da mangiare. La maggior parte dei passanti, tuttavia, si limitava a schivarla con aria disgustata.

A soccorrerla sono state infine due volontarie del posto, Vincenza e Maria Celeste. Trasportata di corsa presso un ambulatorio veterinario della zona, a Camilla è stata diagnosticata una grave malnutrizione e una severa carenza vitaminica che, assieme all’inedia, aveva portato persino alla perdita del pelo. Ovviamente risultava anche affetta da parassitosi intestinale.

Al momento attuale, la piccola Camilla è in cura e sta un po’ meglio, e anche se le sue condizioni sono ancora molto gravi le volontarie si augurano che possa sopravvivere. Sta mangiando e assume vitamine e integratori, oltre che tutte le medicine necessarie a restituirle la salute perduta.

La speranza è che, una volta che si sarà ripresa, troverà una famiglia di buon cuore che voglia prendersi cura di lei.

Chiunque volesse aiutare Camilla può farlo seguendo l’evento creato appositamente per lei su Facebook, a questo link.

Nella foto: Camilla al momento del ritrovamento (fonte MySocialPet).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Quando non si riesce a riconoscere qualcuno (si anche gli animali) in difficoltà, vuol dire che non c’è umanità.
    Nemmeno un briciolo.

    Spero che stia meglio questa piccola cagnolina, da quel che vedo parrebbe di si, e voglio ringraziare quelle persone che l’hanno aiutata e se ne sono presi cura.

    Grazie.

  2. Ma, dico io, con tutti i ristoranti, le pizzerie, i bar e le mense che, immagino, si saranno a Taranto, possibile che nessuno con un minimo di cervello funzionante e di buona volontà abbia pensato di dare qualcosa da mangiare, magari avanzato, alla piccola che moriva di fame???? Eddai, miseriaccia, non ci vuole molto!!!!!

  3. il mondo è pieno di bastardi e meno male che esistono anche gli angeli

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.