Home / Addii / Palermo: la triste storia di Shiva, pitbull rubata e morta il giorno dopo il ritrovamento

Palermo: la triste storia di Shiva, pitbull rubata e morta il giorno dopo il ritrovamento

Si chiamava Shiva, la pitbull rubata la scorsa estate da una villetta padronale a Bagheria, Palermo, e ritrovata grazie a Facebook. Shiva, però, era stata anche vittima di pesante incuria e maltrattamento e non è riuscita a sopravvivere alle sevizie, morendo il giorno dopo essere stata individuata e soccorsa.

Il proprietario di Shiva era riuscito a recuperare il suo cane grazie ad una foto pubblicata sui social network: la cagnetta, già ridotta in gravissime condizioni, era stata fotografata e raccolta dalla strada da una cittadina.

Shiva giaceva sanguinante in mezzo ai calcinacci, a bordo di una strada alla periferia di Villabate.

“Ho subito avvisato la Polizia Municipale”, racconta la soccorritrice, “e poco dopo sono arrivati un agente e un medico veterinario. La situazione si presentava grava: prima di essere gettata per strada, la cagnetta aveva subito un taglio cesareo forse per una gravidanza, il taglio era infettato, non eseguito da un veterinario”.

Shiva, che intanto è stata riconosciuta dal suo proprietario, viene trasportata prima presso un canile convenzionato e poi, direttamente dal suo padrone, in una clinica veterinaria di Palermo: qui, purtroppo, si accerta anche un avvelenamento da topicida. Le trasfusioni e le terapie sono inutili e in meno di ventiquattr’ore la sfortunata pitbull muore tra le braccia del suo umano.

Al momento attuale, i volontari del posto starebbero facendo tutto il possibile per rintracciare i cuccioli partoriti dalla cagna. Soltanto da loro, casomai venissero ritrovati, si potrebbe forse risalire alle generalità di un aguzzino che potrebbe avere utilizzato Shiva come fattrice per poi gettarla in strada a morire.

Nella foto: Shiva al ritrovamento (fonte ANSA).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Mafiosi criminali ecco quello che sono, mafiosi criminali che sfruttano sempre i più deboli, mafiosi e criminali che non hanno scrupoli per nessuno, animali, persone, ambiente bambini.

    Siete lo scarto dello scarto.

    Miserabili morti.

    MAFIOSI E CRIMINALI!!!

    MAFIOSI E CRIMINALI!!!

  2. bastardi nient’altro…..bisogna intervenire al più presto sono delle storie che non possono passare così. Le autorità hanno il dovere di intervenire altrimenti la legge ci permette di fare querela……BASTA NON SE NE PUO PIU………GLI ANIMALI HANNO DEI DIRITTI……QUALSIASI MALTRATTAMENTO E UN CRIMINE E COME TALE DEVE ESSERE PUNITO E BASTA……MA NON SOLO CON 50 EURO MA VERAMENTE PUNITI A VITA………B A S T A CON QUESTA INDIFFERENZA….

  3. Una storia di atroce violenza e disprezzo per la vita. Spero che l’aguzzino di Shiva crepi presto tra atroci sofferenze, non riesco a essere clemente con chi ha commesso questa bastardata.

  4. che bastardo cercate diindividuarlo
    maledetto

  5. povera dolce creatura,mi spiace anche per il proprietario che si sentirà in colpa per un bel pò per non aver vegliato abbastanza su di lei…..e per tutti quelli che dicono che queste razze sono pericolose….bè per me non lo sono ancora abbastanza fosse stata pericolosa forse il suo aguzzino se lo sarebbe sbranato…..è inutile non sono ancora abbastanza cattivi gli animali nei nostri confronti …povera piccola

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.