Home / Cronaca / La Cina prova a tutelare gli animali in estinzione: 10 anni di carcere a chi li mangia

La Cina prova a tutelare gli animali in estinzione: 10 anni di carcere a chi li mangia

Il governo cinese ha approvato nuove regolamentazioni a tutela degli animali a rischio di estinzione, decidendo di punire chi mangia le loro carni con pene detentive fino ai 10 anni.

La notizia è stata diffusa da ANSA alcuni giorni fa e poi ripresa da numerosi media nazionali, che considerano la decisione del governo di Pechino un forte passo avanti nella protezione degli animali ormai sull’orlo della scomparsa definitiva. E se davvero molto c’è ancora da fare in termini di tutela animale in generale, per il gigante asiatico, di certo le nuove direttive rappresentano un deciso deterrente per tutti coloro che amano cibarsi di carne di pangolino o tigre.

In particolare, il giro di vite riguarda 420 animali che includono, oltre ai due appena citati, anche rinoceronti e tigri.

Commenta Lang Sheng, rappresentante della Commissione degli Affari Legislativi del Congresso Nazionale cinese, che ha approvato le nuove norme: “Mangiare animali selvatici non è solo una cattiva abitudine sociale ma anche un fattore che contribuisce alla caccia illegale, che non si è mai fermata. La domanda, infatti, è una delle motivazioni alla base della caccia su larga scala”.

Il consumo di carni “particolari”, in Cina, trova la sua ragion d’essere in marcate tradizioni e credenze popolari che vedono nell’appropriarsi di determinati resti animali una cura per numerose patologie: la corazza del pangolino, per esempio, sarebbe utile per combattere la paralisi, senza parlare delle numerose, presunte utilità della bile d’orso. La medicina tradizionale cinese, poi, utilizza ancora oggi parti di animali quali rinoceronti e tigri ed è ormai comprovata non solo l’assoluta mancanza di efficacia di questi metodi, ma anche la spinta che essa provoca nello spietato bracconaggio ai danni di animali ormai quasi scomparsi dal pianeta.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

Un commento

  1. Speriamo bene!
    Si incomincia un passo alla volta e ci si augura sempre di andare meglio di prima!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.