Home / Appelli / Bari: Martino, il cane che ha vissuto tre anni con un tubo attorno al collo

Bari: Martino, il cane che ha vissuto tre anni con un tubo attorno al collo

Martino sarebbe morto se alcuni passanti non si fossero resi conto della gravità delle sue condizioni e non avessero chiesto immediatamente aiuto.

L’animale, un giovane randagio incrocio Border Collie, viveva sulle strade di Putignano con un tubo di plastica stretto attorno al collo, che qualche idiota aguzzino doveva avergli messo addosso e che infine ha rischiato di soffocarlo a morte.

È infatti altamente probabile che il tubo di plastica sia stato apposto attorno al collo del cane quando questi era ancora un cucciolo e che l’animale, crescendo, abbia cominciato ad avere gravi difficoltà di respirazione.

Proprio a causa del lento strangolamento cui era stato sottoposto, Martino si è infine accasciato a terra. Alcuni residenti del posto hanno a quel punto avvisato la Polizia Locale che, a sua volta, ha chiesto l’intervento dell’OIPA Bari. I volontari, in effetti, tentavano da mesi di catturarlo ma Martino era sempre riuscito a fuggire, terrorizzato e diffidente anche quando gli veniva offerto del cibo.

La rimozione del tubo ha permesso naturalmente di accertare subito le profonde lacerazioni sul collo del cane. Anche la paralisi alle zampe posteriori, subito riscontrata, era stata causata dalla compressione della plastica sulle vertebre. Non è chiaro se quello di Martino sarà un recupero del 100%, ma quantomeno fa ben sperare che mostri ancora sensibilità su tutto il corpo e che sia riuscito a riprendere a camminare.

Ad oggi è ancora in cura, anche perché è – tra l’altro – positivo alla leishmaniosi. Per lui si prospetta anche un intervento chirurgico finalizzato a riparare il danno causato al mento dal tubo di plastica: la ferita, infatti, sembra incapace di rimarginarsi da sola.

OIPA chiede ora sostegno alla popolazione per poter garantire a Martino tutte le cure di cui ha e avrà bisogno per riprendersi appieno, naturalmente con la speranza che, un domani, possa anche trovare famiglia.

Le offerte per Martino devono avere causale “Martino – Guardie OIPA Bari”.

CONTO CORRENTE POSTALE

In Posta si può compilare un bollettino postale inserendo l’importo e la causale

“Martino – Guardie OIPA Bari” su c/c n. 43 03 52 03 intestato a: OIPA Italia

BONIFICO BANCARIO

Si può effettuare un bonifico con l’importo sul conto corrente n. 43 03 52 03 banco posta

Codice IBAN: IT28 P076 0101 6000 0004 3035 203

con la causale “Martino – Guardie OIPA Bari”.

CARTA DI CREDITO

Solo per la CARTA DI CREDITO si possono compilare i campi del seguente link segnando l’importo e la causale “Martino – Guardie OIPA Bari”. Si finirà direttamente alla pagina PayPal

http://www.guardiezoofile.info/offerta.html.

Nelle foto: Martino (fonte Guardie Zoofile).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Questo cagnolino è veramente bellissimo e per fortuna è stato aiutato da queste fantastiche persone!
    Grazie.
    Appena possibile un piccolo aiuto anche per lui.

    Buona guarigione!

  2. Un commento???? Non ce ne sono di appropriati,per un ORRORE SIMILE!!!!!!!! Solo una esclamazione dal mio profondo,più profondo dello stomaco : DIO TI FULMINI UOMO BASTARDO!!!!!!!

  3. Elisabetta Lelli

    FATTO! Per effettuare una donazione bisogna immettere l’importo in cifre, MA NON DEVE ESSERE SEGUITO DALLA VIRGOLA, NE’ DAGLI ZERI SUCCESSIVI.
    Se si volessero donare 10 Euro bisogna semplicemente scrivere 10

  4. Elisabetta Lelli

    …e intanto continuo a guardare questo povero Stellino, Martino… e non riesco neppure ad effettuare una piccola donazione!
    Accedo, immetto l’importo, mi attengo correttamente alle istruzioni… e mi viene fuori questo messaggio:
    “Messaggio di errore
    Il link utilizzato per accedere al sistema PayPal contiene un importo dell’oggetto non formattato correttamente.”

    Qualcuno fra voi ha avuto lo stesso problema?
    Grazie.
    Eli

  5. Elisabetta Lelli

    Riguardo l’attrice orrida con lo sguardo assatanato con indosso la borsa ricavata da un gatto imbalsamato (che orroreeeee!), questa è la sola immagine che sono riuscita a trovare con commenti in italiano.
    https://it-it.facebook.com/photo.php?fbid=243301289127297&set=a.243301242460635.1073751254.170011743122919&type=1&theater
    Rammento a tutti i cari amici la Petizione da sottoscrivere! Perdonatemi, ma veramente credo che il genere umano si sia bevuto il cervello insieme a tutto il frullatore 🙁

  6. Povera Stella…!

    Scusatemi… # OT – HO SCOVATO questa roBBBa: http://youtu.be/7GI_4lSzsJc
    Qualcuno ne sa qualcosa?? Cos’è questa schifezza?
    *
    # POI, —> PETIZIONE —> http://www.yousign.org/en/fb-games

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.