Home / Cronaca / Napoli: nella società cooperativa i cani maltrattati e legati a catene di 3 chili

Napoli: nella società cooperativa i cani maltrattati e legati a catene di 3 chili

Un uomo di 78 anni originario di Volla è stato denunciato per maltrattamento di animali dopo che, nella sua società cooperativa, dieci cani sono stati trovati in condizioni di grave incuria.

La vicenda è avvenuta a Napoli qualche giorno fa, quando sul posto sono intervenuti i Carabinieri su segnalazione del Garante dei Diritti Animali del Comune: gli animali, tre meticci adulti e sette cuccioli, erano detenuti a catena molto corta, senza riparo adeguato dalle intemperie e privi di cibo e acqua. Nessuno di loro, tra l’altro, era provvisto di microchip identificativo come disposto dalla legge. Per quest’ultima ragione al 78enne proprietario, che si è definito “un amante degli animali”, è stata contestata anche l’omessa registrazione all’anagrafe canina regionale.

Sul posto sono stati trovati anche 24 cavalli, sulle cui condizioni sarebbero attualmente in corso verifiche ma che mostravano regolare documentazione. Va precisato che il proprietario era già stato denunciato in passato per un caso di doping nel settore dell’ippica commesso sul territorio di Latina.

I cani, alcuni dei quali appartenenti a pura razza Pinscher che l’anziano avrebbe sostenuto di aver raccolto dalla strada, erano legati a catene da ciclomotore del peso di tre chili: una precauzione assolutamente inutile per animali di taglia tanto piccola. Erano inoltre costretti a giacere nelle loro feci, mai pulite. Un altro cane, di razza San Bernardo, era legato con una catena al rimorchio di un camion e il suo solo riparo era tra le ruote del mezzo. I tre cuccioli di pochi mesi, infine, erano confinati in una scatola di cartone zuppo di pioggia.

Tutti e dieci i cani ritrovati nella cooperativa sono stati sequestrati e affidati alle associazioni UGDA Onlus e Animalisti in Movimento.

Un particolare che vale la pena evidenziare e che il 78enne e suo figlio, denunciato anch’esso, hanno polemizzato aspramente con le guardie zoofile minacciando di prendere a sprangate tutti i cani che d’ora in poi si avvicineranno alla loro proprietà.

Nella foto: le condizioni dei cani sequestrati (fonte Il Mattino).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. merdosi……….

  2. La cosa che fa pensare ad un miglioramento per il futuro è che questi schifosi pare siano in via d’estinzione vista l’età.

  3. io prenderei a sprangate questi due deficienti

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.