Home / Cronaca / Como, sequestrato allevamento: troppi cani, tutti sofferenti, oltre e una cagna e cuccioli morti

Como, sequestrato allevamento: troppi cani, tutti sofferenti, oltre e una cagna e cuccioli morti

Il gestore di un allevamento privato, un uomo di 80 anni di Valmorea, in provincia di Como, è stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali. La struttura è sta posta sotto sequestro nel momento in cui è diventato evidente che gli animali erano costretti a vivere in condizioni gravemente incompatibili con la loro natura.

Il canile ospitava 128 cani in tutti, stipati però in solamente 34 gabbie di pochi metri quadri ciascuna e costretti a nutrirsi di poco pane secco e acqua sporca. In uno dei box sono stati ritrovati anche i corpi senza vita di una cagna e dei suoi cuccioli, nati e morti nell’arco di pochi giorni.

Sul posto sono intervenute le guardie zoofile ENPA assieme ai Carabinieri e ad un veterinario dell’ASL di Como. Sei dei cani detenuti, quelli in condizioni di salute peggiori, sono stati affidati al canile dell’ASL

La procura di Como ha aperto un’inchiesta mentre i cani, tutti segugi italiani, non potranno essere adottabili fino al nulla osta del magistrato che ha deciso il provvedimento.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Finchè non ci sarà una regolamentazione legale (perchè non c’è nessuna legge, io non la riesco a percepire) situazioni di questo genere, complice anche l’inettitudine e l’incapacità innata delle istituzioni, saranno la norma purtroppo.

    Ad ogni modo si spera sempre nel buonsenso.

  2. Ma dove è stata fino ad ora la ASL veterinaria? Nessuno era mai andato a controllare questa specie di allevamento lager? Incredibile e inammissibile!!!!!!!

  3. Confido sempre più nell’esistenza dell’inferno, così come lo descrisse l’Alighieri!
    Auguro al quasi morente aguzzino di trovare qualcosa di simile alla “matta bestialitade” del Dodicesimo Canto, ove i violenti erano alla mercè di un Minotauro cattivissimo ed eternamente bollivano in un fiume di sangue.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.