Home / Cronaca / Massacro di cani in Romania: l’angelo dei randagi è una bambina di 13 anni

Massacro di cani in Romania: l’angelo dei randagi è una bambina di 13 anni

Ha 13 anni e si chiama Ana Maria Ciulcu, il giovanissimo angelo dei randagi che, in Romania, vengono sterminati senza pietà dopo l’approvazione della legge ammazzacani.

La ragazzina ha, da qualche tempo, una vera e propria missione di salvataggio che porta avanti con il supporto della rete e, in particolare, di Facebook: il suo obiettivo è quello di permettere l’adozione dei randagi sul territorio rumeno, in modo da strapparli alla morte.

A partire dallo scorso settembre, data del varo della legge che autorizza l’eradicazione dei cani senza casa dal Paese, Ana utilizza il suo profilo Facebook per pubblicare tutte le fotografie dei randagi che incontra. Ogni giorno dedica due ore del suo tempo a selezionare i potenziali adottanti degli animali.

Dice Ana: “Mi piace pensare che i miei cani potranno sdraiarsi sul divano di una casa, ed è per questo che la mia prima domanda è sempre: lo terrai a catena?”.

Intelligente e brillante, la 13enne è riuscita, grazie al suo tedesco fluente, a fare adottare finora oltre 150 cani tra Germania ed Austria. La sua famiglia, inoltre, le dà tutto il supporto di cui ha bisogno, anticipando i soldi necessari a far partire gli animali per le loro nuove case (150 euro tra vaccinazioni, sterilizzazione, documentazione di viaggio e microchip).

La storia di Ana e della sua famiglia è la dimostrazione che offese gratuite nei confronti di un intero popolo sono sempre sbagliate, sempre scorrette, sempre inutilmente crudeli: perché le persone di buon cuore sono ovunque, e hanno bisogno di tutto il supporto possibile.

Ci auguriamo che tanti altri rumeni perbene si uniranno allo sforzo di questa ragazzina coraggiosa che dovrebbe rappresentare il futuro della nazione.

Grazie Ana!

Nella foto: Ana tiene tra le braccia uno dei “suoi” randagi (fonte profilo Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. semplicemente fantastica

  2. Speriamo che ci siamo dieci,cento,mille Ana,in futuro!

  3. Sii sempre come sei, Ana.
    Il mondo, non soltanto la Romania, ha bisogno di te <3

  4. Questa bambina è davvero molto brava, complimenti mi auguro che si possa tutti prendere esempio da lei e riuscire a fare qualcosa di concreto!

  5. Anch’io la penso come A4animals. Lo sterminio finirà, probabilmente, quando tutti i cani in circolazione saranno morti! Letta così la notizia potrebbe anche sembrare bella, a me, personalmente, visto dove vengono adottati i cani, fa quasi paura………Chi verifica le famiglie in cui vanno a finire i cani? Chi conosce almeno un po’ l’ambiente dell’animalismo, di fronte a certe notizie, rimane per lo meno perplesso.

  6. Questo.perché anche Spagna ,Germania Albania, Russia ecc hanno.usanza.di uccidere cani senza.casa.e anche di proprietà rapiti.x fini losche. Bisogna.fermarli qualcuno al di sopra deve. intervenire non si può più tollerare tutto ciò Piuttosto va punito persone.che compiono.abbandoni e altre.crudeltà sugli animali e sono sempre loro a compiere.I cani non hanno nessuna.colpa si ci si deve prendere cura.di loro. Pensate cani.che sono stati.abbandonati così.fedeli.con trauma subito darebbero la vita x noi vengono uccisi giorno x giorno.E non è x niente.giusto.Come.loro vengono. Usati x soccorrere persone.lo stesso si deve compiere a loro.È un dovere.un obbligo prendersi cura.di animali Sarebbe anche.soldi ben spesi .

  7. Serena, sono stati tirati in mezzo dalle associazioni sul campo tutti gli organi istituzionali possibili, compresa l’UE. A nessuno importa nulla. Lo sterminio finirà solo quando finiranno i cani, probabilmente. Nel frattempo, la sola cosa che resta da fare è supportare il lavoro delle associazioni sul posto, come Lamento Rumeno.

  8. Grazie ana.Mi rivolgo.a voi di all4animals. Ma a chi ci si potrebbe rivolgere x far terminare. sterminio.di cani?Sia in Romania Spagna ecc Lo so che c’è anche.qui in Italia. Ma in Europa e nel.mondo è.proprio usanza.Non si può più.tollerare.ciò Personalmente.ho fatto adozione a distanza.di un.cane in Romania e vorrei fare di più.Vorrei tanto.sapere.a chi.mi potrei rivolgere?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.