Home / Addii / Caccia alle foche in Canada, OIPA: “Ecco la lettera di protesta da inviare”

Caccia alle foche in Canada, OIPA: “Ecco la lettera di protesta da inviare”

“Come ogni primavera i ghiacci del Canada sono tornati a tingersi di rosso. Nelle prossime settimane centinaia di migliaia di cuccioli di foca verranno massacrati a colpi di bastone uncinato e i loro corpi verranno smembrati per essere commerciati come pelli, pellicce, grasso, olio ecc. Questo avviene nonostante in oltre 30 nazioni sia in vigore dal 2009 un bando che vieta totalmente la commercializzazione di prodotti derivati dalla foca all’interno del loro territorio. Il Governo canadese da oltre 30 anni continua a investire ingenti fondi in sussidi pubblici per un bacino commerciale in assoluta decadenza.

Contro questo bando Canada e Norvegia hanno fatto ricorso rivolgendosi al WTO, l’Organizzazione Mondiale del Commercio, che ha però rigettato tale richiesta sentenziando che il bando, pur limitando il libero commercio, “può essere giustificato perché soddisfa l’obiettivo di rispondere alle preoccupazioni morali comuni dell’UE in materia di benessere delle foche”.

“Il fatto che il WTO abbia riconosciuto il danno morale arrecato ai cittadini preoccupati per l’inaudita violenza con la quale degli esseri viventi sono barbaramente massacrati, dà la misura di quanto il problema sia sentito – sottolinea Edoardo Gandini,

OIPA-EU Relations Officer e membro dell’ European Enforcement Network of Animal Welfare Lawyers and Commissioners – E’ quindi di fondamentale importanza che l’Europa, il mercato commerciale più grande del mondo, mantenga il bando rigettando eventuali emendamenti peggiorativi e si mostri unita e compatta nella decisione in modo da influenzare anche altri mercati, oltre ad aprire nuove strade per ulteriori divieti alla commercializzazione di prodotti derivati dallo sfruttamento animale. Le prossime elezioni europee rappresentano quindi un’importante arma per scegliere europarlamentari che rispecchino e facciano rispettare la sensibilità dei cittadini rispetto ai diritti animali”.

Vi invitiamo a far sentire la nostra voce al Governo Canadese inviando la lettera di protesta!”.

CLICCATE QUI PER INVIARE LA LETTERA.

Comunicato di OIPA in merito alla ripresa della caccia alle foche in Canada.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Che crudeltà!
    Fatto.

  2. Anche qui vi sono molte Petizioni in merito (e tante altre, in continuo aggiornamento): https://www.facebook.com/PetitionsAnimals

    Non ho altre parole… Che parole potrei avere?

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.