Home / Cronaca / Gran Bretagna: è un bassotto il primo cane britannico nato da una clonazione

Gran Bretagna: è un bassotto il primo cane britannico nato da una clonazione

Si chiama Mini Winnie ed è di razza bassotto, il primo cane nato in Gran Bretagna a seguito di una clonazione.

A “produrre” l’animale è stata una società coreana chiamata Sooam Biotech, che non è nuova a questo genere di esperimenti: ha infatti già creato copie di circa 500 cani attraverso un procedimento del corso di circa 80mila euro.

Mini Winnie è, di fatto, la copia-carbone di Winnie, un bassotto di 12 anni di proprietà di una 29enne di West London, Rebecca Smith, che ha ottenuto il cane clonato vincendo un concorso indetto dall’azienda asiatica: lo staff di Sooam Biotech ha quindi prodotto un clone del cane che, ormai anziano, non ha molto tempo davanti.

In particolare, sarebbe stato prelevato un campione di tessuto dal Winnie originale e il DNA da esso estratto sarebbe stato impiantato nell’uovo di un donatore. L’embrione è stato poi trasferito in una madre surrogata, ossia una cagna utilizzata come fattrice.

Ciò che ha dato vita a Mini Winnie altro non è che il medesimo processo che, nel 1996, portò alla clonazione della pecora Dolly da parte del Roslin Istitute di Edimburgo.

LAV definisce l’esperimento che ha dato vita al cane clonato, per quanto ben riuscito, una “aberrante speculazione” e ricorda che “catene di montaggio” di questo tipo, in cui gli animali sono trattati come macchine, hanno un’altissima percentuale di insuccesso.

La biologa Michela Kuan, responsabile LAV settore Vivisezione, commenta: “L’esperimento prevede lo sfruttamento e la sofferenza di animali, che vengono utilizzati come bacini di produzione di animali-copia. Inoltre, l’essere vivente è il frutto di varie componenti e quella genetica ne rappresenta al massimo il 50%: è impensabile ottenere una copia identica dell’individuo che ci è stato vicino per anni perché, come dice la parola stessa, è unico”.

Senza contare l’aspetto etico della questione: clonare animali significa togliere possibilità di adozione ai milioni di cani in attesa nei rifugi di tutto il mondo.

Nella foto: il cane clonato (fonte TheGuardian).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.