Home / Cronaca / Latina: i leoni esposti in piazza. LAV: “Assurdo”. Gli organizzatori: “Noi rispettiamo gli animali”

Latina: i leoni esposti in piazza. LAV: “Assurdo”. Gli organizzatori: “Noi rispettiamo gli animali”

Nel corso della quinta edizione della “Giornata Mondiale del Circo” il Comune di Latina ha autorizzato l’esposizione in piazza di cuccioli di leone.

I piccoli predatori sono stati sistemati all’interno di un recinto sull’asfalto, sotto gli occhi di tutti, praticamente in mezzo ad una folla di gente che si è recata nel centro storico della città per guardarli.

Mentre nel mondo sono sempre più numerosi i Paesi che, in un’etica di rispetto per gli animali sempre crescente, proibiscono l’utilizzo di animali selvatici nei circhi, l’Italia rimane fanalino di coda con sporadici divieti comunali alla pratica.

LAV, in una nota sulla questione, parla di “iniziativa assurda” e chiede l’immediato intervento del Corpo Forestale dello Stato e del Prefetto, “perché si proceda nei confronti di tutte le violazioni commesse dal circo e si intervenga per ripristinare adeguate condizioni di detenzione per gli animali e di sicurezza per i cittadini”.

Il Corriere di Latina, intanto, pubblica un articolo in cui il vicepreside della scuola Giovanni Cena, che ha accompagnato una delegazione di studenti nella piazza per guardare i lenocini e assistere ad una “lezione” tenuta sul posto da Gaetano Montico, Presidente del Sindacato Europeo degli Addestratori, giustifica la scelta dell’istituto parlando di “lezione di rispetto per gli animali”.

“La scuola è da sempre sensibile alle attività del circo e ne riconosce la funzione artistica e culturale”, ha dichiarato il vicepreside. “Sia a scuola che in piazza è stata tenuta una bellissima lezione educativa ai nostri studenti. Nella lezione dell’istituto si è parlato del circo e dei circensi sotto il profilo della storia e della geografia e c’era un veterinario che ha spiegato come ci si approcci a nell’ambito del circo a questi animali. Nella lezione in piazza io non ho visto nulla di anomalo o rispettoso, anzi. I circensi hanno parlato di addestramento naturale, del rispetto delle caratteristiche specifiche degli animali e delle loro abitudini”.

Non è chiaro cosa vi sia di rispettoso o naturale nel costringere animali selvatici ad esibirsi di fronte ad uno stuolo di spettatori, o di “naturale” nell’addestramento di animali che dovrebbero essere liberi. Allo stesso modo è difficile percepire come “non anomala” una quantità di leoni di pochi mesi in piazza a Latina, invece che nella savana in Africa, ma tant’è: questo è il punto di vista dell’Istituto.

LAV commenta che “nelle foto dell’evento, le violazioni ai criteri per la detenzione degli animali nei circhi stabilite dalla Commissione Scientifica CITES del Ministero dell’Ambiente sono molteplici ed evidenti. A partire dall’ambiente in cui sono esposti gli animali (grave il fatto che siano tenuti su un pavimento di pietra) alle modalità di detenzione incuranti dei fattori stressanti per gli animali (completa esposizione e impossibilità di nascondersi alla vista del pubblico, scarsità di arricchimenti ambientali, mancanza di una vasca contenente acqua”.

“Le immagini scattate a Latina forniscono mostrano invece chiaramente quanto sostenuto da oltre 600 psicologi italiani: cioè che il circo con animali comporta che questi esseri viventi siano privati della libertà, mantenuti in contesti innaturali e in condizioni non rispettose dei loro bisogni, costretti a comportamenti contrari alle loro caratteristiche di specie. Tali contesti, lungi dal permettere ed incentivare la conoscenza per la realtà animale, sono veicolo di un’educazione al non rispetto per gli esseri viventi, inducono al disconoscimento dei messaggi di sofferenza, ostacolano lo sviluppo dell’empatia, fornendo una risposta incongrua, divertita e allegra, alla pena, al disagio, all’ingiustizia”, conclude LAV.

Nella foto: i leoni esposti (fonte LAV).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. mi vergogno di essere laziale.

  2. Si anch’io ho visto lo schifo al telegiornale…brava Barbara sono d’accordo con te…è una cosa così esplicita che diventa grottesco e oltremodo crudele autorizzare queste cattiverie.

    L’idiozia e l’ignoranza regnano sovrane purtroppo.

    Una gogna inutile ed una rappresentanza degna di quello che è il circo con gli animali, inutile crudeltà e maltrattamento continuo.

    Il Circo è davvero meraviglioso, una splendida Arte, MA SENZA ANIMALI!!!

  3. ho visto il servizio su un tg…….cosa aggiungere,cosa dire che non sia stato già detto…..ma chi gli da il premesso di fare ciò?????e vogliono farci intendere che siamo governati da persone che capiscono…..bambini dell’asilo comprenderebbero che è un cag….ta

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.