Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Eroi silenziosi: la poliziotta che tiene la testa del toro fuori dall’acqua, per non farlo affogare

[VIDEO] Eroi silenziosi: la poliziotta che tiene la testa del toro fuori dall’acqua, per non farlo affogare

Quarantacinque minuti. Questa è stata la durata dell’intervento di soccorso dell’agente Christina Ammons nei confronti di un anziano toro caduto nell’acqua.

La vicenda arriva da Tampa, in Florida.

L’animale, di vent’anni di età, si trovava riverso nell’acqua di un piccolo lago, incapace di rialzarsi dopo essere caduto. La Ammons, che lavora per lo sceriffo della Contea, è intervenuta sul posto e si è immediatamente resa conto che senza un intervento rapido il toro sarebbe morto annegato, perché non era in grado di tenere da solo la testa fuori dall’acqua.

Tuttavia era necessario un po’ di tempo perché i soccorritori si procurassero tutta l’attrezzatura necessaria per riportare a riva una creatura tanto grande e pesante.

Per questa ragione la poliziotta è scesa in acqua e per quasi un’ora ha tenuto la testa del toro tra le braccia e sollevata sopra la superficie, permettendo all’animale – esausto e anziano – di respirare.

Le autorità erano state allertate dopo che un giardiniere si era accorto di quanto stava accadendo.

Sul posto è infine arrivata una squadra di Vigili del Fuoco che, attraverso una imbracatura speciale, è riuscita a tirare il toro fuori dall’acqua.

Vale anche la pena menzionare che Christina Ammons è intervenuta senza alcun timore nonostante nel lago vivessero anche alcuni alligatori. Questi ultimi, peraltro, non hanno attaccato né disturbato in alcun modo il salvataggio.

Il soccorso è andato a buon fine, e l’anziano toro è riuscito a rialzarsi in piedi da solo dopo mezz’ora di riposo. Per lui è prevista una ripresa completa.

Grazie agente Ammons per il tuo senso di giustizia e la tua compassione!

Nel video qui sotto potete vedere il soccorso al toro. I giornalisti di ABC precisano che, in realtà, l’agente sarebbe rimasta col toro per le tre ore totali di soccorso. Infine, viene precisato che il proprietario dell’animale, in vent’anni, non aveva mai neppure dato un nome a questo toro. Lo ha fatto ora, chiamandolo Lucky, “fortunato”.

Foto: fonte video.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

12 Commenti

  1. Ci vorrebbero persone così ovunque!!! Grandissima!!! 🙂

    Elisabetta, mi dispiace molto.
    La tua micina vive sempre dentro di te, e questo lo sai bene.
    Il ciclo della vita è questo, andare a venire, alla fine quello che conta è aver lasciato qualcosa di buono e Mimma ti ha dato e ti da ancora tantissimo affetto e amore, le cose più belle ed importanti.

    Ti mando un abbraccio Eli, e una carezza per la tua Mimma!

  2. Chi ha un animale o lo ha avuto ti può capire Eli,hai scritto delle bellissime parole per Mimma se lei potesse leggerle ne sarebbe contenta,tutti noi vorremmo che i nostri amici restassero sempre con noi ma sappiamo anche che prima o poi li dovremmo salutare con la speranza di rivederli un giorno ma chissà se lo sarà mai,purtroppo a noi non ci tocca saperlo.

  3. Elisabetta, forza. Ci dispiace molto. Mimma, in ogni caso, è un gatto molto amato e la sua è stata una vita piena e felice. Questo è ciò che conta di più ora, secondo noi.

  4. Caro Massimo,

    dai video su YT ho potuto intravedere qualcosa. E’ tutto bellissimo, fiabesco, è vero. Perfino il suono del ruscello, le voci delle zie/mamme, il verde…

    *** A TE, Massimo, E AGLI ALTRI AMICI:

    la mia dolcissima MIMMA è ricoverata in clinica per la terza volta.
    Oggi pomeriggio eseguirà i Test FELV, FIV e FIP. Oggi pomeriggio saprò il “verdetto”.
    Nel mio Cuore “sento” che tornerà a casa avvolta nel telo bianco di lino che ho messo nel suo trasportino. Lo sento… lo so. E’ tanto anziana, è vero, ma aveva ancora tanta voglia di vivere ed era bellissima. In pochissimo tempo tenevo fra le braccia un mucchietto di ossa, dolcemente, per non premere troppo sul suo Cuore, che sembrava battere sulle mie mani, non nel suo petto. E’ stanca. Non mangia praticamente più, non beve, quando cammina le sue zampine posteriori quasi non stanno più su. Quando cammina sembra un filo d’erba scosso dal vento… Non c’è quasi più nulla della Mimma che era venuta a casa tanti anni fa, nell’amore che l’ha salvata. Non ha più neppure la forza di guardare, con quel suo unico occhio colore del grano maturo… Sono talmente triste da non sapere a chi dirlo e come dirlo. So che nessuno, qui, dirà che è “solo” un gatto. Lo so. Ma so anche riconoscere quando una creatura non vuole più vivere. E Mimma se ne sta lì, in attesa di dirmi “arrivederci”, se mai sarò degna di rivederla, un giorno.
    So anche che non è ancora “ufficialmente” morta, e so che guardo lei, il suo musetto dolce, e vedo la fiammella di una candela che sta diventando sempre più flebile, ora dopo ora.
    Perdonatemi, ora.
    Ora è tempo di ricordare in un solo colpo tutto l’amore onesto e puro che Mimma-Solo-Un-Gatto ha donato a me, a mia madre soprattutto, che l’ha amata e protetta più di tutti noi… e non può più farlo, perché il cancro me l’ha portata via otto anni fa.
    Io spero. Io continuo a sperare.
    Ma.

  5. I minini sono bellissimi,pensa che quando vai nel sentiero dell’oasi ti vengono incontro e ti accompagnano alla casa,è una casa da favola tipo quella di marzapane di Hansel e Gretel.

  6. Elisabetta Lelli

    Davvero, Massimo 🙂

    Ogni tanto vado a guardarmi i video dei Minini. Quanta Bellezza ~~~<3

    Dolce notte a te, a tutti gli amici qui e ai nostri meravigliosi fratelli animali.
    E.

  7. Speriamo che questo magnifico toro non finisca al macello,fra gli uomini ci dovrebbe essere una legge morale e cioè non macellare gli animali a fine carriera ma seppellirli, sarebbe un grande messagio per tutti più forte della bomba atomica!

  8. Meravigliosa donna. Se fossi un uomo le chiederei di sposarmi 🙂

  9. benedetta donna……

  10. vigilessa spero che il toro non finisca in un macello

  11. grandeeeeee

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com