Home / Cronaca / Parma: prendeva soldi per cani già morti. Veterinario condannato patteggia la pena

Parma: prendeva soldi per cani già morti. Veterinario condannato patteggia la pena

Un veterinario responsabile di aver lucrato sui cani deceduti o adottati, in vari comuni dell’Emilia Romagna, ha patteggiato la sua condanna. L’uomo era solito ospitare cani randagi recuperati e trasferiti in provincia di Parma, presso il canile di San Secondo, ma continuava a percepirne la retta giornaliera (3 euro a cane) anche quando gli animali morivano oppure venivano adottati: il dottore, infatti, non comunicava nulla ai Comuni che pertanto continuavano a rispettare le regole delle convenzioni.

A scoprire il raggiro sono stati gli uomini del Corpo Forestale dello Stato e il “dottore” è stato ritenuto colpevole di truffa aggravata, falso ideologico, falso materiale, falso in certificati ed esercizio abusivo della professione. Ha tuttavia patteggiato una pena di dieci mesi di reclusione e 500 euro di multa. La pena risulta sospesa con la condizionale.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Elisabetta Lelli

    Concordo in pieno con Johnny!!!

  2. In galera, altro che condizionali ed attenuanti o multarelle.
    In galera i criminali e ripristiniamo i lavori obbligatori, non sto scherzando.
    I diritti dovrebbero essere inversamente proporzionali ai reati commessi.

    Mi dispiace ma è così che dovrebbe essere.

    Vergogna!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.