Home / Addii / Inghilterra: “È il peggior caso di malnutrizione di un cane che abbia visto in 30 anni”

Inghilterra: “È il peggior caso di malnutrizione di un cane che abbia visto in 30 anni”

Si chiamava Fly, il cane – o quel che ne resta – che potete vedere nella foto in apertura di articolo. La sua storia viene dall’Inghilterra, di recente già scossa gravemente dalla vicenda di Roxy, la femmina di pitbull lasciata a morire di sete chiusa in una cucina dalla sua proprietaria (ne abbiamo parlato qui).

Fly venne ritrovata in condizioni pietose lo scorso 20 ottobre 2013 dai volontari della Protezione Animali inglese, a seguito di una segnalazione. Era ridotta in uno stato tale che il veterinario ha definito il suo caso il peggior esempio di malnutrizione visto “su un animale vivo o morto in 30 anni di carriera”.

Per Fly lo staff veterinario ha ritenuto che le possibilità di recupero fossero pari a zero. Pertanto si è proceduto ad una pietosa eutanasia per mettere fine alle sue sofferenze.

Ora il suo proprietario, il 33enne David Lowe, originario della cittadina di Bolton, rischia la detenzione in carcere fino a sei mesi e una multa pari a ventimila sterline, oltre che il bando per la vita a detenere qualunque animali.

Invitato a presentarsi di fronte alla Corte lo scorso 24 febbraio, ha preferito non comparire. In sua assenza è stato comunque assodato che è stato il suo comportamento a provocare la sofferenza del cane, che non solo non è stato nutrito ma neppure curato. Secondo quanto testimoniato in corte, Fly era completamente disidratata e la sua condizione corporea era classificata a zero. Si noti che il valore “uno” viene utilizzato per classificare animali “severamente emaciati”.

La cagna pesava meno della metà di quanto avrebbe dovuto, soffriva di patologie cardiache, diabete e di periodontite. Secondo gli avvocati dell’accusa, la sofferenza di Fly è stata provocata da “una incuria totale”.

Il cane venne trovato nell’appartamento del suo proprietario dalla RSPCA. Anziana, con un’età presunta di 15 anni, giaceva ormai quasi immobile in una vecchia cuccia sistemata in cucina. Gli stessi ispettori della Protezione Animali giunti sul posto si sono definiti scioccati dalle sue condizioni. Alla richiesta di spiegazioni in merito allo stato di salute di Fly, Lowe aveva spiegato che “fino a due settimane prima la sua ex fidanzata era stata responsabile quanto lui della gestione del cane”. La donna avrebbe dato al 33enne i soldi necessari a pagare l’eutanasia di Fly, ma Lowe avrebbe tenuto il denaro per sé e non avrebbe mai portato il cane dal veterinario.

Spiega il veterinario che, una volta presa in carico Fly, non ha potuto fare altro che sopprimerla a causa di quello che ha definito “un accumulo di patologie”: “La cosa più triste è che individualmente, ciascuna di queste condizioni sarebbe stata trattabile e gestibile semplicemente con l’ausilio di un veterinario prima che tutto si deteriorasse in questo modo”.

La difesa sostiene ora che Lowe soffrirebbe di stress post traumatico.

L’ispettore della RPSCA chiamato a testimoniare ha però obiettato: “In ogni caso, nessun cane di 15 anni dovrebbe essere ridotto in quello stato. Ogni volta che incontri un cane emaciato pensi che sia il più magro che tu abbia mai visto. Ma lei era davvero la più scheletrica e forse non ne vedrò mai più, di ridotti in quelle condizioni. Era persino difficile credere che fosse ancora viva. Non è accettabile e spezza il cuore”.

La sentenza per il proprietario di Fly verrà emessa il prossimo 16 aprile.

Nelle foto: le condizioni di Fly (fonte DailyExpress).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

17 Commenti

  1. Elisabetta Lelli

    Sei mesi?? Soltanto sei mesi di reclusione?!?
    ~
    Separatamente, a Fly: bellissima comunque. I tuoi occhi dolcissimi sono Stelle. Dio mio, quanta tristezza…!

  2. Stress post traumatico per cosa?
    Per crudeltà inflitta?

    6 mesi sono ridicoli, almeno 6 anni e di lavori obbligati, oltre alla multa che definirei minimamente accettabile visto l’ammontare (avrei preferito 50).
    Ma considerando che qui in Italia un pezzo dimmmerda così l’avrebbero fatto AD, senatore o un’altra carica importante, bisogna comunque accontentarsi e sperare che vengano inasprite le pene ovunque per chi compie queste efferatezze sugli animali!

  3. massimo della pena prevista!
    Vergogna

  4. luigina campanaro

    maledico, gli anni di vita che ti restano augurandoti Di farteli d
    In malattia una di Quelle dove nn potrai mangiare e morirai di fame soltanto che a te nessun dottore potra farti l’eutanasia x nn farti piu soffrire , il tuo ultimo giorno sara piu lontano possibile! Poi mi chiedo ma quale donna sta con un essere immondo simile ma vergognati anche tu !!

  5. sono disgustata meriterebbe il cornuto l’ergastolo

  6. l’inghilterra non e’ l’italia , non rischia la fara’ la galera e paghera’ la multa ma un Dio esiste io ho avuto giustizia divina e presto arrivera’ anche per lui.

  7. ………e comunque, io penso che fin che c’è respiro c’è speranza,……….con le flebo avrebbero potuto tentare,………poi, avrebbero potuto iniziare a curarle sia il diabete che la cardiopatia,……..e io posseggo un’anziana cagnolina affetta non solo da diabete e cardiopatia,ma anche da morbo di cushing e artrosi,costantemente curata………….penso che i. Vet non abbiano avuto voglia di tentare,……………poi,……….cosa sono sei mesi di carcere per un proprietario simile??………..Troppo pochi,……….ne merita di più,………..molti di più………

  8. aveva voglia di vivere, spero solo che chi ha fatto questo faccia una fine molto peggiore

  9. E cosa dire ….persone senza cuore se esiste un DIO piangerà il male che ha fatto alla piccola

  10. Attenzione: RISCHIA la galera

  11. l eutanasia la farei a lui altro che al cane non è possibile trattare così il proprio cane non esiste proprio loro ti danno tutto non meritano un trattamento simile merda ti auguro di stare male se capirai cosa hai fatto uccuditi che è meglio

  12. daniela siminelli

    bisogna dare punizioni esemplari per simili crudeltà, così per non poter
    permettere che solo qualcuno possa pensare di ridurre così un essere indifeso. Daniela

  13. Non mi faccio nemmeno più domande. Spero solo che prima o poi quell’essere immondo soffra pene indicibili.

  14. Davvero non avrei mai e poi mai immaginato che un cane potesse ridursi così! Uno scheletro con la pelle, davvero incommentabile. Tutte le nostre più sentite maledizioni al mostro che ha permesso questo orrore!

  15. e’ quello che gli auguro con tutto il cuore

  16. dovrebbe fare la stessa fine

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.