Home / Addii / [VIDEO] L’Aquila: mamma cagna e cucciolo ammazzati di botte, i corpi in un fienile

[VIDEO] L’Aquila: mamma cagna e cucciolo ammazzati di botte, i corpi in un fienile

Una cagna e uno dei suoi cuccioli sono stati vittima di sevizie orribili prima di morire. I loro corpi deturpati sono stati trovati in un fienile.

La notizia arriva da L’Aquila, nei pressi dell’aeroporto dei Parchi di Preturo, ed è stata resa nota dagli attivisti che, come ogni giorno, si erano recati sul posto per nutrire gli animali.

Oltre ai due cani uccisi, sul posto sono stati trovati altri quattro cuccioli, per fortuna ancora vivi, di cui potete vedere il video in chiusura di articolo ma che cercano urgentemente una balia per l’allattamento.

Racconta l’attivista Marco Pilli: “Siamo andati a controllare la mamma che, tre giorni prima, aveva partorito in un vecchio fienile per controllare la situazione e metterle da mangiare. Al nostro arrivo, una catastrofe. Le presse di fieno erano completamente capovolte su mamma e figli per nasconderli. La mamma e un cucciolo sono morti, gli altri quattro piccoli sono vivi”.

Secondo quanto riportato dai volontari, i cani sarebbero stati “bastonati, lapidati e lanciati contro il muro. I cuccioli vivi hanno riportato tagli e ferite”.

Sul posto, gli attivisti hanno chiesto l’intervento sia del Corpo Forestale dello Stato che della ASL e si attendono ora risposte sulle esatte cause della morte dall’esito delle necroscopie effettuate sui resti. È stata, naturalmente, anche sporta denuncia contro ignoti ma non ci si aspetta che l’aguzzino venga individuato in maniera rapida ed efficace. Se mai verrà identificato.

La cagna uccisa si chiamava Bella ed era stanziale nella zona da circa un anno. Fino a poco tempo fa, era accompagnata da altri due cani maschi e da una cagna. Quest’ultima, però, è finita nelle mani degli aguzzini lo scorso gennaio ed è morta avvelenata.

Il particolare più triste dell’intera vicenda è che gli attivisti spiegano che c’erano accordi con la popolazione del posto di recuperare Bella proprio in questi giorni per porterà ricoverare in una pensione per cani nel Nord Italia.

“Poi abbiamo trovato l’orrore, l’odore di sangue si sentiva fin dall’esterno”, racconta il volontario Marco. “La porticina era chiusa sbarrata e si sentivano solo le grida disperate dei cuccioli. Ho visto un cucciolo morto, ho scavato sotto le balle di fieno e ho trovato l’orrenda sorpresa”.

Al momento attuale, l’urgenza più grande è rappresentata dalla necessità dei quattro cuccioli superstiti di essere allattati.

Chiunque possa aiutare, può contattare Gianluca al 340 7893476 oppure Gabriella al 320 9220227 (ore pasti).

Foto: il corpo di Bella (fonte AbruzzoWeb).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Profonfa tristezza e rabbia… se inizio con gli insulti non finisco più… e le maledizioni che ho mandato a chi ha commesso questi omicidi spero siano ascoltate! Dolci meravigliose creature quanto avrete sofferto e quanta paura avrete avuto… possibile che nessuno veda e senta mai nulla? E’ incredibile come questi scarti umani, questi immondi e nauseanti esseri riescano sempre a farla franca!!

  2. non ci sono commenti, se non dire maledetti bastardi!

  3. non ci sono commenti e poi scùsate ma non c’è ùn proprietario di qùesto posto?

  4. Estinzione umana!

  5. Anche a me la prima cosa che è venuta in mente è stata: ma perché non li hanno almeno sterilizzati così si sarebbero evitate almeno le cucciolate? La soluzione contro il randagismo non è, lo ripeto fino allo sfinimento, portare i cani qui al nord, anche qui ci sono canili con cani in attesa di essere adottati! Tenendo, poi, presente che trovare buone adozioni non è così semplice…..

  6. non ci sono parole

  7. Orribile. Però mi chiedo, dopo l’avvelenamento dell’altra cagnolina (e l’altro? Che fine ha fatto?), perché nessuno si è premurato almeno di far sterilizzare Bella?
    Ho incontrato molti animali durante la mia vita, animali di nessuno. Non li ho mai lasciati dove li avevo incontrati! Li ho affidati a umani veramente umani, oppure li ho portati con me, a casa, li ho curati, sterilizzati, e quant’altro. Mi rendo conto del fatto che di animali di nessuno è pieno ogni angolo di città, ogni angolo di quartiere perfino! Ma… Ma, appunto.
    Speriamo si trovi prestissimo una mamma per i cuccioli superstiti!
    A Bella e al suo piccolino: che vivano in pace nel paradiso vietato agli umani!
    All’aguzzino/agli aguzzini auguro di trovare qualcosa di veramente brutto… nell’uovo di Pasqua!

  8. come si fa a lasciare un commento che non siano insulti, colpi e accidenti rivolti a chi si è macchiato di un simile crimine!!! una mamma col suoo piccolino…ma ci vogliamo rendere conto??? solo perchè abbaiavano invece di parlare, li fa meno degni di vivere?? io invece penso che siamo noi umani a dover togliere il disturbo da questo povero mondo…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.