Home / Addii / Shock in Inghilterra: lascia morire di fame e sete il suo cane chiuso in cucina

Shock in Inghilterra: lascia morire di fame e sete il suo cane chiuso in cucina

Una avvocatessa di Bristol, in Inghilterra, ha lasciato morire di fame e sete il suo cane dopo averlo chiuso in cucina.

Katy Gammon, questo il nome della donna, ha abbandonato Roxy, la sua boxer di cinque anni, nel proprio appartamento dopo essersi trasferita dalla madre. La cagna, priva di cibo e acqua, ha grattato per sei giorni la porta. Poi il suo corpo ha cominciato a cedere: prima è diventata cieca a causa della mancanza di acqua e cibo, poi è andata in coma, e infine è morta.

Quando la ventisettenne Gammon è tornata nel proprio appartamento, un’ulteriore settimana più tardi, l’odore della decomposizione era talmente violento da non permetterle neppure di varcare la soglia. La donna ha a quel punto pensato bene di tornare a vivere dalla madre per altre nove settimane.

“Ho pensato che fosse morta”, ha commentato la Gammon senza la minima emozione, quando interrogata dalle autorità. “Così me ne sono andata e non sono più tornata”.

Alla domanda, “Quindi lei ha deliberatamente chiuso il cane in cucina e l’ha abbandonato lì per una settimana, a morire, è corretto?”, l’avvocatessa ha replicato: “Sì, in pratica”.

Quel che rimaneva della povera Roxy è stato scoperto soltanto grazie ad un vicino di casa, che ha notato nugoli di mosche contro il vetro della finestra. Il cane era così decomposto che l’ispettore della Protezione Animali inglese intervenuto sul posto non ha potuto fare altro che grattarlo dal pavimento con l’ausilio di una pala.

Secondo la RSPCA, Roxy ha affrontato una morte terrificante e molto lenta, senza contare la paura, il disorientamento e la completa confusione rispetto a quanto le stava accadendo e perché. La Protezione Animali ha anche commentato che quanto accaduto alla boxer rappresenta uno dei peggiori casi di crudeltà animale mai verificatesi nell’intero Paese.

Katy Gammon è stata denunciata e rischia la prigione dopo aver ammesso le proprie responsabilità di fronte alla Corte dei Magistrati di Bristol. Messa di fronte alle foto del corpo in decomposizione di Roxy, l’aguzzina si è limitata a commentare: “Non so cosa volete che vi dica”, di fatto demolendo qualunque possibilità di comprendere i motivi che hanno portato ad una tale crudeltà.

La ventisettenne ha raccontato ai giudici che, inizialmente, era tornata a casa a nutrire il cane, ma che poi si era fatta male a un ginocchio e aveva incaricato il suo ex fidanzato di occuparsi di Roxy. Secondo la giuria, quest’ultima parte del racconto è totalmente menzognera: la Gammon ha infatti volontariamente ignorato il cane per oltre una settimana dopo aver chiuso la porta della cucina in modo tale che non potesse essere aperta.

Lasciata senza cibo e acqua per giorni, Roxy ha cercato disperatamente di uscire dalla stanza grattando la porta, spaccandosi le unghie nel processo e senza riuscire a liberarsi.

Il veterinario ascoltato dalla Corte ha spiegato che il cane deve avere agonizzato per sei giorni prima di morire, in maniera molto dolorosa e lenta.

Al momento della rimozione di quanto rimaneva del corpo di Roxy, racconta l’ispettore RSPCA, un numero impressionante di larve di mosca era passato sotto la porta della cucina e aveva raggiunto la sala, dove, su un tavolo, c’erano scatole di cibo per cani.

Lo studio legale Lyons Davidson, per il quale la Gammon lavorava, ha fatto sapere che la donna non è più una loro dipendente.

L’avvocato dell’aguzzina, che rischia una pena detentiva fino ai sei mesi e una multa di 20,000 sterline, ha dichiarato che la sua assistita prova “sincero rimorso ed è assolutamente mortificata” per quanto accaduto e che sembra avere “qualche problema psichiatrico”.

La sentenza verrà emessa il prossimo 9 aprile. Nel frattempo, la donna è libera. La sua storia, peraltro, ricorda molto un’altra vicenda proveniente sempre dall’Inghilterra in cui una donna che lasciò morire di sete il proprio cane chiudendolo in un bagno non pagò con il carcere: ne avevamo parlato qui.

Nelle foto: l’aguzzina e le condizioni del corpo di Roxy al ritrovamento (fonte DailyMail).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

29 Commenti

  1. Mimma ringrazia Cenerino e Topolina <3
    E ringrazia ovviamente anche gli zii Massimo e Johnny e la zia Mari… e tutti gli altri zii e zie <3
    Sta mangiando come un passerotto e il suo peso non arriva a mezzo Kg… ma avanti tutta, sì! Non ti lascio, piccolina dolce… non ti lascio.

  2. Cara Elisabetta, anche Topolina manda una leccatina sul musetto e un prù alla tua piccola Mimma!
    Di certo la cura e l’affetto non mancherà alla tua micina!

    Una carezza per Mimma e un caro saluto a te!!!
    🙂 Dai forza!

  3. Carissima Eli,Cenerino uno dei mie gatti manda un Miao a Mimma,lui è un gatto molto buono non si azzuffa mai per le crocchette aspetta semplicemente il suo turno 🙂
    Forza con i controlli e avanti tutta!

  4. elisabetta, da tutti noi un grattino sulla testa di mimma e un bentornata a te. 🙂

  5. Cari amici (tutti),

    la mia dolcissima Mimma è tornata a casa ieri sera. I vet l’hanno sottoposta a controlli accurati e a terapie adeguate. Hanno detto che è stata bravissima, che si lasciava fare tutto docilmente, che li “salutava” con quel suo miagolio strano, una sorta di “A” e basta. Purtroppo la situazione dei suoi reni non è buona, ma per ora Mimina non corre pericolo di vita. Dovrò averne molta cura, dovrò controllarla spesso, starle accanto il più possibile. La notizia brutta è che la vedo sciupata, la vedo dimagrire/consumarsi sempre di più, fatto dovuto alla venerandissima età della mia cucciola di 20 anni. Il mio babbo la lascia dormire nella sua stanza da letto, sulla poltroncina. A Mimma basta poco, a lei basta che ci sia qualcuno, che avverta l’amore discreto di cui ha sempre avuto bisogno. E’ stata sempre una gatta solitaria, se fosse umana sono certa che avrebbe scelto di vivere in un eremo…
    Per quanto riguarda me dovrò iniziare una lunga trafila di controlli. Non ne ho alcuna voglia, onestamente.
    Un abbraccio a tutti voi, cari amici. E un “A” da parte di Signora Mimma, come la chiamo spesso. Grazie per il vostro meraviglioso e sincero affetto <3

    Eli

  6. Elisabetta, leggo solo ora… mi dispiace tanto per la tua Mimma, ti auguro, anzi vi auguro di riuscire a sistemare questa situazione spiacevole, ovviamente in bene!!!
    Forza Mimma e Forza Elisabetta ovviamente, dai!
    Tienici aggiornati se puoi ok?

    Per la colpevole di questo orrendo delitto, perchè è un delitto, un crimine anzi molto di più, un peccato gravissimo tutto ciò, non ci possono essere parole, inqualificabile non dirò altro.

  7. in bocca al lupo per tutto Elisabetta, una carezza da parte mia a Mimma…..

  8. Cara Lorella non solo hai ragione di più !!!! I dati statistici dicono che i serial killer si sono ” allenati ” sugli animali così come i sadici prima gli animali poi i bambini . Che la gente che pensa gli animalisti sono dei pazzi fanatici ci pensi bene .

  9. i resti del cane li avrei fatti grattare via a lei , poi un sospetto una così che vive x 5 anni con il suo cane e lo condanna ad una simile fine credete che avrebbe avuto tanti problemi a farlo con un eventuale bambino? a chi deride gli animalisti ricordo che i sadici si allenano prima sugli animali poi passano agli esseri umani specie i bambini

  10. forza elisabetta, forza mimma.

  11. A tutti i miei cari amici.

    Mimma è sotto flebo, la situazione è per ora stabile e i ragazzi della clinica sono meravigliosi. Purtroppo la mia cucciola di 20 anni soffre di insufficienza renale e cardiaca. Non ne avrà per molto… E’ dolcissima, si lascia fare tutto… Ieri uno dei vet mi ha detto che è talmente buona che “manca poco che le flebo quasi se le faccia da sola” <3
    Domani valuteremo insieme la situazione. Si vive di giorno in giorno, quando si è tanto vecchi e malati…

    Per quanto riguarda me chiedo perdono se non sarò assiduamente presente (ho qualche "piccolo" problema e non potrò essere spesso al computer).
    Salverò i link degli ultimi articoli, come ho fatto qualche tempo fa.
    Siete tutti nel mio Cuore, sempre 🙂

    Per quanto concerne il ringraziamento da parte dello staff di A4A, a mia volta sento il dovere di ringraziare soprattutto BRUNA, la quale mi ha "messo la pulce nell'orecchio".
    Cfr. l'articolo A4A al link http://www.all4animals.it/2014/03/10/video-forli-storia-di-chicco-il-daino-col-campanellino-al-collo-e-adottato-dal-paese/?replytocom=23307

    Grazie, Bruna <3

    Un abbraccio a tutti anche da Mimina.
    Eli

  12. Eli mi dispiace un sacco per la tua Mimma,mettici una sua foto se ti va,…per quanto riguarda la notizia di cui sopra mi sorprende che hanno detto:sembra avere qualche problema psichiatrico!!!!Io direi alla faccia!!! e che deve fare ancora???

  13. Un grande “forza Mimma!” 🙂
    Per quanto riguarda la notizia della povera Roxy ho un grande peso al cuore perchè penso che non sia possibile far morire in modo così atroce un essere innocente, a qualunque specie appartenga…
    Ed oltre alle responsabilità tremende della proprietaria (non ho nemmeno voglia di insultarla tanta è la mia rabbia!) mi chiedo cosa abbia fatto l’altra gente cosiddetta “normale”… i vicini non sapevano nulla?? Non hanno sentito nulla?? E la madre di questa mentecatta non si è domandata dove fosse il cane? Non oso immaginare la puara, la sofferenza e l’agonia di questa povera creatura innocente…
    Nessuna pietà e comprensione per l’assassina, spero che le diano il massimo della pena e una multa considerevole oltre, soprattutto, ad impedirle di poter tenere qualsiasi altro animale per tutta la sua schifosa esistenza!

  14. forza Mimma.

  15. Elisabetta Lelli

    A ROSY, a BARBARA E a TUTTI GLI ALTRI… GRAZIE <3
    Soltanto chi ha il privilegio di essere amato da un animale conosce la dignità dell'amore preziosissimo che nulla chiede.

    E.

  16. Elisabetta Lelli

    OT – UPDATE MIMMA, la mia gatta.

    La mia adorata miciona MIMMA (di circa vent’anni), NON È in blocco renale, MA il vet ha ritenuto opportuno trasferirla in clinica per qualche giorno, per accertamenti vari, anche per valutare nuovamente le funzionalità renali, cardiache ed epatiche e per reidratarla e somministrarle terapie più mirate rispetto a quelle che sta seguendo a casa.
    Coraggio, tesoro mio… Ti abbiamo trovato che eri impaurita, incinta e priva di un occhio… ed eri comunque stupenda. Ti abbiamo portato a casa, nella tua casa… e ti abbiamo dato tutto l’amore che meriti.
    Coraggio, Mimi bella, anche ora saremo con e per te. Mamma Rita non c’è più, ma dal suo paradiso, ove è sicuramente, insieme ai nostri animali andati via prima di lei, ti sorrida e chiami il tuo nome con quel suo modo che era dolcissimo… Coraggio, Mimma.

    ~~~<3

    # UTILE PER CHIUNQUE ABBIA UN GATTO CON PROBLEMI DI INSUFFICIENZA RENALE:

    http://www.cibocanigatti.it/gatti/il-gatto/insufficienza-renale-gatto.asp

    Grazie, amici cari.
    Eli

  17. cara Elisabetta un’abbraccio forte a te e la tua mimma….solo chi ama gli animali può immaginare ciò che stai provando ,comunque speriamo si risolva in positivo,ciao cara….

  18. spero che faccia una fine terribile pazza

  19. Ciao Elisabetta! Sono d’accordo con te per Mimma. Per la sua dignità di gatto, quando non c’è proprio più niente da fare, piuttosto che se ne vada via disperata consumandosi lentamente….mi pare la soluzione meno tremenda. Ultimamente noi abbiamo dovuto prenderla per la nostra Megan, gatta anzianissima anche lei malata di reni. Non è una decisione facile, anzi è terribile dover decidere, si cerca sempre di rimandare, ci sarà pure chi non è assolutamente d’accordo, però, piuttosto che farli soffrire ad oltranza….

  20. ciao anna maria, probabilmente è morta di sete.

  21. oh, elisabetta 🙁 coraggio, e speriamo bene.

  22. OT – AVVISO A TUTTI GLI AMICI! Perdonatemi…

    Ho motivo di credere che la mia adorata gatta MIMMA sta morendo. Non so ancora se sia in blocco renale, perché sono in attesa del veterinario. Qualora il vet reputasse grave ed irreversibile la situazione di Mimma, prenderò la decisione di “metterla a dormire” (perdonatemi, non voglio usare il termine “eutanasia”).

    Vi saluto con le lacrime agli occhi e fornirò aggiornamenti sulla situazione non appena mi sarà possibile.

    Grazie.
    Elisabetta

  23. Non credo ci sia molto da dire su una vicenda che getta molte ombre sull’ Inghilterra animalista . personalmente farei fare la stessa fine a lei .Cattiva ? Io ? No ancora troppo buona sono stanca di vedere tutti I giorni animali torturati , bruciati e via di questo passo senza che nessuno paghi …..Povera Roxy quanto dolore ……………….Spero che il giudice dia una pena esemplare in nome di Roxy

  24. Una settimana per morire di fame mi sembra un po’ poca, credo che il cane sia morto dopo qualche settimana, non una. Comunque deve marcire in carcere quella zoccola!

  25. Delinquente! Spero tu marcisca in galera!

  26. Grandissima, grandissima str. za assassina, vedrai cosa ti capiterà!!!!!! Un bacione alla piccola Roxy ovunque sia adesso. Ma, dico io, i vicini non hanno sentito niente, avrà pure abbaiato la piccola, se grattava la porta perché nessuno si è quantomeno interessato a quello che stava succedendo? Maledetti pure loro, menefreghisti cazzuti!

  27. e i vicini a parte vedere le mosche non hanno udito niente??????ma vaf…

  28. Io orenderei questa stronza e le farei fare la stessa fine… Una prece per la povera Roxy…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.