Home / Addii / Palermo: randagio strangolato a morte. I testimoni: almeno 3 persone ad accanirsi su di lui

Palermo: randagio strangolato a morte. I testimoni: almeno 3 persone ad accanirsi su di lui

Un cane randagio è stato trovato strangolato a Palermo, nel quartiere Villaggio Santa Rosalia. A comunicare la notizia, ripresa poi da diverse testate, è stata la locale sede dell’associazione LIDA, che spiega che almeno tre persone avrebbero partecipato alla barbara uccisione. Questa sarebbe, infatti, la testimonianza dei residenti della zona.

“Le istituzioni erano già state avvertite da tempo”, dichiara l’associazione, “viste che continue minacce nei confronti dei randagi del posto, mai tollerati. Adesso sono rimasti in tre, due cuccioloni e la loro mamma”.

LIDA racconta che il corpo martoriato del cane è stato recuperato dopo un paio di giorni dal ritrovamento dal personale del canile, mentre gli altri tre cuccioli e la loro madre si trovano, purtroppo, ancora sul posto e sono quindi a rischio.

Proprio nel timore che anche a loro capiti qualcosa di orribile, gli attivisti del posto hanno cercato di convincere il canile ad ospitarli, ma purtroppo non sarebbe stato finora possibile perché la struttura è chiusa nel fine settimana.

Dichiara l’attivista Salvatore Libero Barone: “Il nostro problema è che siamo soli e abbandonati. Sono poche le persone o le associazioni che ci sostengono, come fondazione Virio. Desideriamo sensibilizzare l’opinione pubblica perché situazioni come queste stanno diventando ordinaria amministrazione”.

Secondo quanto riportato da Il Sito di Palermo, il cane ucciso si chiamava Pinpino e le autorità competenti sarebbero già state avvisate.

Nella foto: il randagio ucciso (fonte PalermoToday).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. I testimoni potrebbero benissimo essere chiamati per quello che sono:
    MAFIOSI perchè il comportamento omertoso è l’essenza vitale del crimine, in questo caso ignobile e mostruoso.
    Tre bestie immonde contro un cane, per quale ragione?
    Le istituzioni negligenti si possono classificare alla stessa maniera.

  2. Con che faccia diciamo qualcosa agli altri stati quando la nostra Spagna e la nostra Cina sono in meridione? Maledico augurando tutto il male possibile i mostri che fanno queste cose.

  3. Purtroppo la Sicilia è davvero una realtà assurda per quanto riguarda gli animali anche il nuovo Presidente della Regione è un cialtrone ,fanno solo le cose che convengo a loro e andare in tv a fare i belli poi i cani e gatti vengono massacrati e i canili quelli che ci sono tenuti al minimo.

  4. Le autorità sono state avvertite: cazzo immagino quanto si daranno da fare questi mangiastipendi inutili! Se non ci fossero i Volontari credo che i cani e i gatti in ogni parte d’Italia sarebbero ancora più soli e abbandonati.

  5. i testimoni meritano la stessa condanna che non arrivera’ mai perche’ la giustizzia e’ merda

  6. Solito copione di miseria e immoralità. Ma quando ci sarà la pena di morte per questi pezzi di merda che compiono gesti cosi efferati, meschini, indegni???

  7. Mi fanno orrore e paura gli ‘umani’ che fanno cose del genere. Anche schifo direi

  8. Elisabetta Lelli

    …poi si alterano, quando li chiamano “in un certo modo”.
    Sono pochi, là, le Donne-Coraggio… gli Uomini-Coraggio! Sono veramente pochi, e quando esistono e FANNO… li ammazzano!
    Che schifo!

  9. Non si può assistere senza fare nulla ad un’azione del genere, è pazzesco, fuori da ogni umanità e comprensione… non si può… povero piccolo…

  10. hanno guardato, questi vili.

  11. E i testimoni non hanno fatto nulla?!!! …….

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.