Home / Cronaca / Zurigo: è tornato libero Morfeo, il gufo rimasto ferito lo scorso novembre

Zurigo: è tornato libero Morfeo, il gufo rimasto ferito lo scorso novembre

Sta meglio ed è già stato liberato Morfeo, lo splendido esemplare di gufo reale soccorso in Svizzera lo scorso novembre. L’animale era in caccia quando era stato urtato da un veicolo in transito sull’autostrada A2, e aveva riportato un brutto trauma ad un occhio: ne avevamo parlato in questo articolo.

Trasferito presso la clinica veterinaria di Zurigo e preso in carico da un team di specialisti, Morfeo ha iniziato quindi una riabilitazione durata quattro mesi trascorsi, dopo la degenza, presso il CRAS della SPAB di Bellinzona.

Nonostante l’incidente gli abbia causato un danno permanente e irreparabile alla retina, il gufo ha imparato ad orientarsi e a cacciare con un solo occhio: per questa ragione, negli scorsi giorni è stato lasciato libero da una squadra di specialisti e, con una planata perfetta, è scomparso nei suoi boschi.

Buona vita Morfeo!

Nella foto: il gufo salvato (fonte CDT.ch).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

5 Commenti

  1. Bellissimo il gufetto 😀
    Gli animali trovano sempre la forza e la dignità per ricominciare, c’è solo da imparare!
    Molto simpatico in bocca alla foresta 🙂

    Bella l’Oasi, non la conoscevo, grazie!

  2. Caro Massimo,

    stesso commento anche qui.

    Nella sezione “Storie” intanto ho letto la storia di BETTA (una a “caso”, ma guarda un po’…):
    http://www.oasideimicifelici.org/le-storie/betta/

    Leggo fra l’altro:

    “Dove siamo e visite all’Oasi
    Dov’è l’Oasi è la domanda che ci sentiamo rivolgere più spesso, siamo nell’entroterra ligure.
    In pagine web e su facebook non forniremo mai maggiori dettagli: come potete vedere dalle foto e dai video i mici godono di una notevole libertà, quindi dov’è esattamente l’Oasi lo scriviamo solo in privato e solo a persone che intendono veramente venirci a trovare.
    Tutte queste precauzioni sono indispensabili per tutelare la colonia da eventuali male intenzionati.”

    SOURCE: http://www.oasideimicifelici.org/

    E fanno benissimo a non fidarsi degli eventuali balordi… che sono OVUNQUE!
    Quanto prima contatterò queste meravigliose persone 🙂
    Piacerebbe anche a me andare in questo paradiso in terra… Vedremo se il mio (poco) tempo mi concederà questo dono.

    Grazie ancora!
    Eli

  3. Prego,ti consiglio di leggere pure le storie dei “minini” dell’oasi se ti piacciono le storie con gli animali poi si può anche visitare,io vorrei andarci un giorno di questi.

  4. In bocca al lupo (e crepi il cacciatore) anche da me, bellissima creatura!

    A Massimo: ho fatto un piccolo giro in giro nell’Oasi felina di cui mi hai scritto. Che SPETTACOLO <3
    Grazie, Massimo!

    Eli

  5. Un grande in bocca alla foresta a questo magnifico gufo reale,speriamo in una lunga vita!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.