Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / [VIDEO] Salerno: sta un pochino meglio la cinghialotta presa a bastonate e chiusa nel sacco

[VIDEO] Salerno: sta un pochino meglio la cinghialotta presa a bastonate e chiusa nel sacco

I volontari hanno ribattezzato Peppa la cinghialotta di pochi mesi d’età bastonata e chiusa in un sacco a Cava De Tirreni, in provincia di Salerno. Della vicenda avevamo parlato più approfonditamente in questo articolo di qualche giorno fa.

La piccola, che si mostrava discretamente vigile, disponibile a mangiare e a bere ma non in grado di rizzarsi sulle zampe, è stata nelle scorse ore sottoposta ad una serie di esami per verificare la gravità delle sue condizioni di salute.

Dopo aver eliminato, attraverso una radiografia, la preoccupante possibilità che la colonna vertebrale fosse compromessa e confermato i ripetuti colpi inferti alla testa con un corpo contundente (probabilmente un badile), la cucciola è stata sottoposta ad una TAC. presso la Clinica Veterinaria di Salerno.

Avendo infatti eliminato la probabilità di danni alla struttura ossea, non restava che l’ipotesi di problemi neurologici provocati dalle percosse. Invece anche la TAC non avrebbe evidenziato danni permanenti.

Come sottolineano i volontari, l’esame “non determina la guarigione di Peppa ma ne stabilisce una speranza”.

Dopo essersi svegliata dall’anestesia, la cinghialotta ha subito mostrato un grande appetito, come è possibile vedere dal video pubblicato dagli attivisti e rilanciato da Geapress che riproponiamo in chiusura di articolo.

Al momento attuale, Peppa è accudita con molto amore dai volontari della Lega Nazionale per la Difesa del Cane e sembra comprendere appieno che nessuno le farà più del male.

Nella foto: Peppa dopo il bagno caldo per rimuoverle dal manto le feci secche di cui era ricoperta, e che fanno pensare che sia rimasta a lungo chiusa nel sacco prima del ritrovamento (fonte Canile Cava de Tirreni su Facebook).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

6 Commenti

  1. 🙂

  2. Cari amici (tutti),

    eccomi con il solito off-topic. Ma questa volta non è un “alert”, semmai un ringraziamento.
    Il giorno 8 Ottobre del 2011 nasceva All 4 Animals. Circa due anni e mezzo fa All 4 Animals pubblicava il suo primo articolo, dal titolo “Ci siamo anche noi”, al link http://www.all4animals.it/2011/10/08/per-gli-animali/
    Scrissero:
    “Ci siamo anche noi, d’ora in poi. A dire il vero ci siamo sempre stati, con l’attivismo, la condivisione di contenuti, l’informazione, il volontariato.
    Solo, non qui.
    Abbiamo aperto questo blog per fare, per l’appunto, l’informazione. Un’informazione che riguarda le specie animali non-umane e quindi, di riflesso, anche la nostra specie – così intrinsecamente interconnessa con le loro.
    Questo è un blog di notizie, di appelli d’emergenza, di dossier di cui non si parla a sufficienza, di cause e petizioni: tutte a tema animale.
    Questo è un blog antispecista, che supporta uno stile di vita etico e rispettoso nei confronti degli animali, che supporta i loro diritti negati.
    Benvenuti.”.
    Di lato, dall’immagine sulla sinistra, spuntano gli occhi mansueti e bellissimi di un cagnolone di pura razza bastardina.
    Non c’è niente altro in quel primo articolo di All 4 Animals, nessun commento, nessun’altra parola. Ma si avverte molto più delle parole. Si percepisce una sensibilità speciale e determinata, tipica di chiunque creda nelle proprie idee. E si percepisce gentilezza, quel sentimento genuino di cui si ha tanto bisogno.
    Leggendo quel “Benvenuti” il mio pensiero è andato alle “firme”, a qualche eventuale nome scritto sotto; Mario? Antonio? Angela? Roberto? Rita? (e sono certa di non aver beccato neppure un nome giusto).
    Ho pensato che mi sarebbe piaciuto chiamarli per nome, questi amici dolcemente combattivi, tanto cari a tutti noi, perché portavoce di chi voce non ha mai avuto, ne’ mai avrà.
    Ma loro sono lo Staff di All 4 Animals (ha poi tanta importanza un nome, una qualifica?).
    Loro sono gli amici dei nostri amici di pelo, di piume e di squame. Loro sono la parola donata a chi ha un idioma incomprensibile agli umani. Loro sono le mani di chi non ha mani (o armi), con le quali potersi proteggere, loro sono la speranza che, attraverso l’informazione di ciò che accade, dona altra speranza. Loro sono il FATTO. Perché la grande Bellezza non è un “film”, ma la coerenza applicata nei fatti, affinché il mondo del quale tutti siamo ospiti sia un posto più bello, appunto.
    Con quel primo articolo ci hanno dato il benvenuto e noi, uno alla volta, abbiamo stretto un patto, quello di esserci.
    Probabilmente anche noi, al di qua, “ci siamo sempre stati”. Ma qui, su questo blog, ci troviamo e ri-troviamo costantemente.
    Scrive Peter Singer: “Tutti noi non siamo responsabili solo di quello che facciamo, ma anche di quello che avremmo potuto impedire o che abbiamo deciso di non fare”.
    E mi sento di ringraziare gli amici di All 4 Animals per averci dato la possibilità di fare.
    Benvenuti a loro, dunque!
    E benvenuti – sempre e per sempre! – ai nostri amici animali, i quali ci insegnano la cosa più facile ed anche più la difficile da comprendere: l’amore che non chiede niente.

    Un abbraccio.
    Eli (ed anche gli altri).

    http://ladybohemia.files.wordpress.com/2012/10/555053_10150975932787087_1490112587_n.jpg

  3. Dai che starà bene tra poco!
    Un grandissimo GRAZIE a TUTTE le persone che hanno aiutato e stanno ancora facendo tanto per questa piccola cinghialina!
    FORZA! 🙂

  4. Dolce stella… coraggio! Non tutti gli umani sono come lo str nel quale ti sei imbattuta <3

  5. cara …quanto è dolce….dai che ce la fai.un grazie ai volontari del canile

  6. forza piccola…….

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com