Home / Cronaca / Padova: tenne per anni i suoi cani al buio, immersi negli escrementi. Finisce a processo

Padova: tenne per anni i suoi cani al buio, immersi negli escrementi. Finisce a processo

Avrebbe problemi psichici la donna di 37 anni denunciata a Legnaro, in provincia di Padova, per i pesantissimi abusi perpetrati nei confronti dei suoi sei cani.

Secondo quanto riportato da PadovaOggi, la donna avrebbe per anni costretto gli animali a vivere costantemente al buio e immersi nelle loro feci, provocando in loro gravi traumi psicologici e persino fotofobia (timore della luce) e cecità.

Il caso è avvenuto due anni fa ma soltanto adesso la donna dovrà rispondere di quanto scoperto nel 2012 a seguito della segnalazione di alcuni vicini di casa: è attesa infatti davanti al giudice per rispondere all’accusa di maltrattamento di animali.

All’epoca dei fatti furono i carabinieri ad intervenire presso l’abitazione della donna, e trovarono gli animali sottoposti ad un trattamento disumano. I cani, in gravi condizioni psicofisiche, vennero tutti sequestrati e affidati ad ENPA.

La loro situazione attuale non è nota.

Foto: di repertorio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

8 Commenti

  1. Anche se provando la solitudine e malata di mente, non ne ha nessun diritto a tenere cosi i poveri cani ¡¡¡¡ e vero quello che dite di dove erano le autoritá se lei era malata di mente? e i parenti? e i vicini? tutti hanno fatto lo stesso fregarsene del soffrimento dei poveri animali e lasciar passare la vita…..

  2. Ma com’è possibile che questa donna avesse degli animali?
    Servizi sociali?
    Qualcuno?

    Ah già, siamo in itaglia.

  3. Se questa donna ha seri problemi psichici, dove stavano le istituzioni? Chi doveva aiutarla ovviamente ha nicchiato e cosi chi ci è andato di mezzo oltre la donna sono stati quei poveri cani… Senza parole.

  4. Chi ha subito un maltrattamento fisico o psichico anche in tenera età deve essere maggiormente vigilato e fermato se necessario, affinché non infligga lo stesso trattamento ad altri esseri viventi.

  5. P.S. Ovviamente attendo buone notizie riguardo i cani… Quanta tristezza a questo mondo… Quanta solitudine e tristezza… :'(

  6. A SANDRA.

    Cara Sandra,
    non riesco a provare risentimento per questa donna. Ovviamente mi dispiace per gli animali, tenuti in quell’orribile stato. Ma non sappiamo se per quella donna rappresentassero la sua vita, o quel che restava della sua vita. Probabilmente è una donna alla quale le persone (= gli umani), hanno “donato” soltanto sofferenza ed allora, ha riversato sugli animali (in modo non sano), il suo disperato bisogno di affetto, tenerezza, amore… vita.
    Perché li ha rinchiusi? Perché nella sua mente ha creduto paradossalmente di proteggerli dal mondo esterno.
    Questa è la mia opinione.
    Un abbraccio, Sandra. Un abbraccio a voi tutti. E soprattutto un abbraccio (delicatissimo) a tutte le persone sole.

    Eli

  7. spero venga rinchiusa

  8. Cari amici A4A,

    mi pare s’era già parlato di queste creature. Mi sbaglio? O forse era una situazione simile.
    Preferisco non pronunciarmi, perché avrei da riferire nefandezze su “persone” che, invece di dirMI “grazie”, mi hanno aspramente denigrato, provocato, hanno dettato legge e quant’altro.
    State leggendo, o “grandi assenti”??
    Bene. Rosicatevi, ora.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
error: A causa di comportamenti scorretti e illegali di alcuni siti, siamo stati costretti a disabilitare la possibilità di copiare i contenuti del blog. Ci scusiamo con i lettori per il disagio.