Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Alluvione di Modena, nutrie scagionate: “Nessun fondo per la messa in sicurezza del Secchia”

Alluvione di Modena, nutrie scagionate: “Nessun fondo per la messa in sicurezza del Secchia”

Le nutrie, additate come principale (se non addirittura unico) responsabile della grave esondazione del fiume Secchia, a Modena, sarebbero in realtà innocenti.

L’alluvione del modenese dello scorso 19 gennaio, infatti, sarebbe stata causata da un’assenza di piani di tutela e sicurezza e dalla mancanza di fondi per la messa in sicurezza del fiume.

Queste le conclusioni emerse durante la recente audizione del direttore di AIPO (Agenzia Interregionale per il fiume Po) Luigi Fortunato presso la commissione Territorio della Regione Emilia Romagna e riportate in un articolo del Corriere.

Ha dichiarato Fortunato: “Dal 2001 non si fanno piani di tutela e di sicurezza. E della mancanza di fondi e delle situazioni di rischio del territorio la Regione era perfettamente a conoscenza. Si tratterebbe di fare un allargamento delle due arginature sul piano campagna, un intervento che costa circa cinquanta milioni di euro per quanto riguarda l’area del modenese”.

Il direttore di AIPO ha anche chiarito di aver segnalato la mancanza di fondi più volte a chi di competenza, e che anche la Autorità di bacino “aveva segnalato più e più volte come ci siano situazioni di rischio nel territorio regionale”.

Fortunato aggiunge: “È inutile cercare i colpevoli, perché con 18 milioni all’anno semplicemente non si può fare la manutenzione degli argini e l’AIPO non ha l’autonomia di bilancio per poter intervenire in maniera strutturale. Inoltre è impossibile garantire in maniera assoluta la sicurezza sui fenomeni naturali”.

Andrea De Franceschi, consigliere regionale M5S, parla di “ammissioni gravissime” e dell’assenza della benché minima “prevenzione, tutela o pianificazione di una qualunque protezione del territorio da quasi vent’anni”.

E le nutrie? Il direttore di AIPO le scagiona completamente: “La nutria è un animale semiacquatico che fa le tane basse, a livello dell’acqua, quando il fiume è a regime normale”.

“Pur constatando un aumento di scatenamenti nei corpi arginali per lo più collegata alla presenza di una serie di animali, non esiste prova che l’evento del 19 gennaio sia legato a questo. Non salti fuori che diamo la colpa alla fauna”.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Ahahahah! Johnny, stavo per scrivere la stessa cosa (con aggiunta, però).
    A Giovanà, te rode?? Bene! Per me sei TU, una delle cause dei disastri ambientali, pensa!
    Fan-Kiulo.

  2. giovanardi sarà distrutto dalla rabbia!

    Meno male che c’è ancora gente che dice la verità e soprattutto che vive coi piedi per terra!

    Nutrie Up!

  3. finalmente qualcuno che dice cose sensate, diventa facile scaricare le colpe su chi non può difendersi.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com