Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Passo avanti Albania: stop alla caccia per due anni, “animali massacrati”

Passo avanti Albania: stop alla caccia per due anni, “animali massacrati”

In Albania non si caccerà per almeno due anni: la decisione è stata presa a seguito della realizzazione che gli animali, ormai, sono stati decimati.

La notizia è stata diffusa lo scorso 4 febbraio, e parla di un vero e proprio massacro compiuto in maniera sistematica dai bracconieri. Una strage che ha praticamente portato alla scomparsa di specie come aquile, orsi bruni, fagiani, volpi, quaglie e lepri. In particolare, aquile ed orsi bruni sono, attualmente, del tutto estinti sull’intero territorio nazionale.

Per questa ragione il Ministro albanese dell’Ambiente, Lefter Koka, ha preso la decisione di proibire qualunque attività venatoria per almeno un biennio: “Siamo obbligati ad adottare delle misure severe al fine di proteggere le specie selvatiche minacciate di scomparire a causa della caccia di frodo. Quanto accaduto negli ultimi vent’anni alla fauna dell’Albania è un vero massacro”.

La nuova normativa entrerà in vigore a partire da metà febbraio e prevederà multe salate per chiunque dovesse violarla, albanese o straniero che sia.

I cacciatori italiani che erano soliti recarsi oltreconfine sono avvisati.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Hai ragione, Johnny! A spaccare pietre sotto il sole cocente, delinquenti!

  2. La caccia è sospesa per 2 anni perchè non ci sono più animali.
    Incredibile, siamo davvero all’isteria.

    Con le multe non si risolve mai nulla, ci vorrebbero carcere duro e lavori forzati!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com