Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / La Russia e le Olimpiadi invernali: è strage di cani randagi, definiti “spazzatura biologica”

La Russia e le Olimpiadi invernali: è strage di cani randagi, definiti “spazzatura biologica”

È “spazzatura biologica” la definizione data ai cani randagi di Sochi, nella Russia meridionale, destinati ad essere eradicati in preparazione delle prossime Olimpiadi invernali, in partenza proprio in questi giorni.

Sono numerosi i media internazionali che, nelle ultime ore, hanno dato risalto alla mattanza che starebbe avendo luogo a Sochi: in particolare, il blog del TIME spiega che una azienda privata sarebbe stata chiamata per “eliminare” tutti i cani randagi dalle strade cittadine.

Il titolare dell’azienda, Alexei Sorokin, commenta sprezzante: “Chiamiamo le cose con il loro nome. Questi cani sono spazzatura biologica”, e spiega che i branchi di cani abbandonati minaccerebbero la sicurezza del pubblico delle Olimpiadi. In buona sostanza, l’Ucraina di Euro2012 (e post Euro2012) ha fatto scuola ed ora, in concomitanza con qualunque manifestazione, gli animali vittima dell’ineducazione, della crudeltà e dell’indifferenza dell’uomo diventano rifiuti di cui sbarazzarsi in tutta fretta, e in qualunque modo.

Interpellata sulla questione, la municipalità di Sochi ha naturalmente rifiutato di esprimersi. Secondo ABCNews, tuttavia, l’azienda privata sarebbe stata ingaggiata proprio dalla municipalità per “sbarazzarsi, in silenzio, di quanti più randagi possibile”.

La decisione, che comunque è ormai diventata di dominio pubblico, è arrivata dopo che, pubblicamente, sindaco e giunta avevano annunciato di non avere intenzione di uccidere randagi per la manifestazione (ne avevamo parlato qui). Sottobanco, invece, la strage starebbe avendo luogo.

Sorokin spiega che, normalmente, la sua azienda utilizza trappole e veleno, ma naturalmente si discosta da qualunque accusa di crudeltà verso gli animali. Al contrario, si vanta di gestire un business tra i più grandi dell’intera Russia, e sottolinea che la pratica della caccia ai randagi è, nel Paese, ormai comune.

A Mosca sono numerosi gli attivisti per i diritti animali che da anni denunciano le atrocità commesse dai dog hunter, e se non è un mistero che gli ammazzacani russi amino le trasferte nell’Ucraina di Andrea Cisternino, la loro giustificazione è sempre uguale: i cani sono pericolosi e devono sparire.

Sorokin, infatti, considera il proprio lavoro come un servizio pubblico: “Sono a favore del diritto delle persone a camminare per la strada senza il timore di essere attaccati dai branchi di randagi”, commenta, ribadendo senza problemi il proprio sdegno nei confronti degli animali e chiamandoli nuovamente “spazzatura”.

Ammette che “la Russia ha una gestione irresponsabile dei suoi cani di proprietà, che vengono abbandonati senza problemi dalle loro famiglie quando queste si annoiano”, ma ribadisce anche di ritenere ottimale la soluzione dell’eradicazione dei randagi che, a suo dire, “rappresentano una minaccia per l’intera popolazione”.

Più o meno, gli animali sulla lista della morte sarebbero 2000 tra cani e gatti, tutti stanziali nella zona del Black Sea Resort e sulle vicine montagne, dove avranno luogo i giochi olimpici. Il costo dell’eradicazione, per la città, sarà di circa 50,000 dollari.

Il Times chiosa: “I randagi e i giornalisti possono ora essere aggiunti ad una lista che già include ambientalisti, migranti, atleti e agli spettatori gay, musulmani e residenti che hanno qualcosa da dire contro le Olimpiadi di Sochi”.

QUI LA PETIZIONE DA FIRMARE.

Nella foto: randagi in Russia.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

14 Commenti

  1. Nella Carta Olimpica si legge, tra l’altro:
    “La pratica dello sport è un diritto dell’uomo. Ogni individuo deve avere la possibilità di praticare lo sport senza discriminazioni di alcun genere e nello spirito olimpico, che esige mutua comprensione, spirito di amicizia, solidarietà e fair-play.”.
    # Avete visto il Doodle di Google di oggi, 7 Febbraio 2014?
    Google è contro le discriminazioni delle persone gay e mi pare giustissimo (anche se immagino… credo che il signor Putin non sia molto d’accordo).
    MA Google non potrebbe anche intervenire in merito ai massacri dei Randagi, in occasione di questo evento sportivo?!?
    Non soltanto “ogni individuo” UMANO non dovrebbe discriminato, ma tutti gli individui, inclusi i Randagi che stanno ammazzando a Sochi!
    Che VERGOGNAAA!

  2. NON RIESCO A CAPIRE COME MAI IN MOLTI PAESI CHE RIMANDANO ALL’XUNIONE SOVIETICA CI SIA UN COSì GRANDE PROBLEMA CHE RIGUARDA I CANI RANDAGI…( DA DOVE PARTE?)…SENZA PARLARE DELLE SOLUZIONI ORRIBILI CHE PERIODICAMENTE VENGONO MESSE IN ATTO….

  3. alessandra pratesi

    INDIGNAZIONE E SGOMENTO PERT TANTO SQUALLORE

  4. Purtroppo gli stronzi siamo sempre noi umani che nonostante queste atrocita ancora accendiamo la tv per vederle le olimpiadi e andiamo anche a vederle di presenza sedendo magari su dei sedili dove si e’ versato sangue di innocenti animali se volete fare la protesta e non siete tutti solo parole quest’anno non accendete la tv sul canale delle olimpiadi non comprate biglietti per andarle a vedere e quando gli odiens si abbasseranno e l’economia olimpica precipitera’ come l’interesse in essa vedrete come ci penseranno 2 volte prima di uccidere gli animali per i giochi sportivi …. purtroppo e’ un busness ormai la qualunque cosa ma dipende sempre da chi lo fomenta e se le olimpiadi non incassano per colpa di un animalicidio allora quest’ultimo cessa perche le olimpiadi sono piu’ fruttuose per questi sporchi affaristi !!!!!

  5. E’ evidente che c’è proprio un grosso business nelle stragi di animali domestici in vista di giochi sportivi internazionali, che siano calcio, olimpiadi o altre frivolezze in questi paesi che purtroppo sono rimasti al medioevo con in aggiunta il peggio dei tempi moderni (che sicuramente è anche più spaventoso delle culture del passato).

    Mi domando quanti animali siano stati brutalmente uccisi senza nessuna ragione fino ad oggi nei vari paesi, e mi domando come possano essere legittimate queste crudeltà agghiaccianti dalla ragione umana.

    Forse non sono umani questi, sono solo dei mostri, degli abominii viventi a partire da Sorokin e chi sta dietro di lui.

    Grazie ad Elisabetta per i link delle petizioni.

  6. All’attenzione di tutti gli amici!

    “MASSACRE OF DOGS IN RUSSIAN FEDERATION-NEED HELP NOW-SAMPLE LETTER TO SEND”

    https://www.evensi.com/massacre-of-dogs-in-russian-federation-need-help-now-sample-letter/107925837

  7. A quanto pare al peggio non c’è mai fine! Porca miseria, possibile che per colpa di queste olimpiadi cazzute ci debbano andare di mezzo i cani? Nessuno, nessuno deve guardare la televisione, facciamo tutta la pubblicità negativa possibile. Agli assassini che li uccidono perché potenzialmente aggressivi dico che vorrei vedere loro cosa farebbero senza cibo, senza cure, senza speranza, senza amore come sono quei poveri innocenti cani! Mostri, vergognatevi e pensate a sterilizzare, piuttosto!

  8. La spazzatura biologica è l’essere umano! Estinzione umana!

  9. Purtroppo il randagismo è un fenomeno diffuso. Sono socia di SAVE THE DOGS e in quanto tale ritengo doveroso e Urgente fare qualcosa di Concreto per Saalvare questa “spazzatura” da morte certa. Questo tizio dovrebbe inoltre sapere che un randagio non nasce randagio ma lo diventa per come viene trattato, es maltrattamenti, bastonate, legnate, violenze ecc. calci ecc………… perciò prima di uccidere chhe ci pensi… se ci fosse lui al posto del del cane diientato violento per vioenza e botte ricevuto? Un altro dice ok ammazziamolo …………. ma nessuno si chiede cosa c’ è dietro tutto questo questo……….!!!!

  10. # Qui inserisco il mio “commento breve” (perdonatemi, ma mi frullano. E tanto!).

    Per quanto mi riguarda lo Sport e lo “spirito sportivo” sono MORTI insieme a EURO 2012.

    VERGOGNA ed ogni male possibile anche su chi ha autorizzato quest’altro massacro!
    E.

  11. Cari amici, (TUTTI),

    pare evidente che sterminare i Randagi (la “spazzatura biologica” è ben altra!), in occasione di eventi sportivi sia diventata la “nouvelle haute indécence”!
    Per quanto concerne la nefandezza che accompagnerà la Russia per sempre nei secoli dei secoli, in eterno (Cfr. la “sfiga sempiterna” di cui scrive l’amico Sergio Zanganelli), mi sento in dovere di pubblicare qui l’articolo che scrissi sul mio blog, in data 9 Maggio 2012.
    Mi pare pertinente ed evito il turpiloquio, perché nell’apprendere di quest’altra umana immonda immondizia, di parolacce sarebbe veramente il caso di scaricarne a vagonate!

    * Nota Bene: per motivi di privacy il mio è un blog “protetto”, visibile unicamente a chi ha la mia autorizzazione.

    E dunque, quel che segue è il copia/incolla del mio articolo WordPress dal titolo “Ho smesso di inviarla. Non ho fatto come Andy. BUT… I HOPE.”
    Ed è il copia/incolla di tre miei commenti.

    A voi, con infinita tristezza.
    Eli

    ***
    Alla cortese attenzione della Redazione de La Repubblica, sezione Sport e all’attenzione anche del signor Marco Lodoli, (perché mi è particolarmente simpatico e perché so che ama scrivere delle giuste cause ed ama gli animali).

    GENTILI SIGNORI,

    CREDO SIA LA QUARTA VOLTA CHE I MODERATORI DE IL POST NON ACCONSENTONO ALLA PUBBLICAZIONE DEL MIO COMMENTO ALL’ARTICOLO DEL 12 OTTOBRE CHI VA AGLI EUROPEI DEL 2012
    Dodici squadre hanno passato il turno, e tra quelle che giocheranno gli spareggi c’è la nazionale di calcio più giovane del mondo (qual è?)

    CREDEVO CHE I CENSORI INTERVENISSERO IN CASI PARTICOLARI E/O ECCEZIONALI, IN PRESENZA DI INDECENZE, INSULTI, INSOLENZE, DISONESTÀ, MALDICENZE, RIVELAZIONI DI FATTI NON PERTINENTI ALLA REALTÀ, O CHE NE DISTORCESSERO I CONTENUTI E QUANT’ALTRO DI DISDICEVOLE, COME NON È NEL MIO CASO.
    EVIDENTEMENTE MI SBAGLIAVO.
    IL MIO COMMENTO CONTINUA AD ESSERE INIQUAMENTE ED INGIUSTIFICATAMENTE RIGETTATO.
    ESSO VORREBBE RICHIAMARE L’ATTENZIONE DEI LETTORI DE IL POST AD UN’ALTRA FACCIA DELLA “FESTA” CALCISTICA DEI CAMPIONATI EUROPEI SUDDETTI; LO STERMINIO CHE LE AUTORITÀ UCRAINE STANNO COMPIENDO AI DANNI DEI CANI RANDAGI IN UCRAINA, PERCHÉ SIA “RIPULITO” L’AMBIENTE DALLA LORO “ABIETTA” PRESENZA, IN VISTA DELL’EVENTO SPORTIVO CUI CAPEGGIA UNA UEFA (LEGGI MICHEL PLATINI), SCANDALOSAMENTE ACQUIESCENTE.
    TENGO MOLTO CHE LA REPUBBLICA SIA A CONOSCENZA DEL MIO ACCORAMENTO ED ANCHE DELLA MIA INDIGNAZIONE.
    ED È PER QUESTO CHE VI INVIO IL COPIA/INCOLLA DEL “COMMENTO DELLO SCANDALO”, RICUSATO DAI VOSTRI COLLEGHI DE IL POST, ANCHE CON LA SPERANZA CHE VOGLIATE (PERCHÉ NO?) RENDERE PUBBLICA LA PIÙ VERGOGNOSA DELLE AZIONI UMANE: TACERE.

    DISTINTI SALUTI,
    ELISABETTA LELLI, SPINETOLI – AP

    ***

    QUI il link dell’articolo de il Post:
    http://www.ilpost.it/2011/10/12/chi-va-agli-europei-del-2012/comment-page-1/#comment-83799

    QUI IL COPIA/INCOLLA DELL’ENNESIMO TENTATIVO DI INSERIRE IL MIO COMMENTO (CON TANTO DI PREMESSA, STAVOLTA).

    GENTILI SIGNORI,

    IN DATA 16 OTTOBRE 2011 ANCORA NOTO CON ESTREMA AMAREZZA, MA NON CON RASSEGNAZIONE NEI MIEI (OTTIMI) PROPOSITI, CHE IL MIO COMMENTO DEL 13 OTTOBRE 2011 CONTINUA A NON ESSERE DA VOI “APPROVATO”.
    LO INSERISCO NUOVAMENTE, PERCHÉ I LETTORI SIANO A CONOSCENZA ANCHE DEL (TERRIBILE) “ROVESCIO DELLA MEDAGLIA” DEI CAMPIONATI EUROPEI DI CALCIO 2012. NON VEDO LA RAGIONE PER CUI IL POST DEBBA OSCURARE IL MIO COMMENTO, IL QUALE SI ATTIENE A FATTI REALI/DOCUMENTATI E NON È AFFATTO DENIGRATORIO, NE’ TANTOMENO DIFFAMATORIO NEI CONFRONTI DELLA VERITÀ, O DEL POST STESSO.
    FARÒ COME ANDY DUFRESNE, NE LE ALI DELLA LIBERTÀ (STUPENDO FILM TRATTO DALL’OLTREMODO BELLISSIMO RACCONTO RITA HAYWORTH AND SHAWSHANK REDEMPTION, DI S. KING).
    SÌ, FARÒ COME ANDY DUFRESNE, QUANDO SCRIVE CENTINAIA DI LETTERE AL SENATO, PERCHÉ LA BIBLIOTECA DEL CARCERE DI SHAWSHANK SIA ZEPPA DI LIBRI. E, ALLA FINE, RIESCE NEL SUO INTENTO.
    FARÒ ESATTAMENTE COME ANDY: CONTINUERÒ INCESSANTEMENTE AD INVIARE IL MIO COMMENTO, ESPRESSIONE DI LIBERO E NON DIFFAMATORIO PENSIERO, CONTINUERÒ A VOLER SPERARE CHE LA REDAZIONE DEL POST INSERISCA IL MIO COMMENTO E AD AUSPICARE CHE IL POST SIA, COME ME, AMANTE E LATORE DI TUTTA LA VERITÀ E NON DI UNA PARTE DI ESSA.
    CONTINUERÒ A POSTARE IL MIO COMMENTO, FINO A QUANDO, COME ANDY DUFRESNE OTTIENE I “SUOI” LIBRI, IO OTTERRÒ IL MIO COMMENTO PUBBLICATO.
    Continuerò a SPERARE.
    “(…) RICORDA, RED: LA SPERANZA È UNA COSA BUONA, FORSE LA MIGLIORE DELLE COSE, E LE COSE BUONE NON MUOIONO MAI. SPERO CHE QUESTA LETTERA TI TROVI, E TI TROVI BENE. IL TUO AMICO ANDY.”
    (DA UNA LETTERA DI ANDY DUFRESNE ALL’AMICO RED).

    DISTINTI SALUTI.
    ELISABETTA LELLI, SPINETOLI – AP

    IN MERITO AI CAMPIONATI EUROPEI DI CALCIO 2012, VORREI SI SAPESSE ANCHE QUESTO:
    http://laverabestia.org/play.php?vid=4018

    E QUESTO:
    http://www.facebook.com/notes/-io-e-loro-xch%C3%A8-l-amore-non-ha-confini/shock-in-ucraina-bruciati-vivi-nei-forni-cani-e-gattiprotestiamoinviamo-mail-agg/395078455903

    E QUESTO:
    http://www.express-news.it/assurdo/choc-a-kiev-cani-randagi-cremati-in-vista-degli-europei-di-calcio/

    E QUESTO:
    http://www.google.nl/search?q=cani+ucraina+uefa+2012+%C3%A8+vero%3F&hl=it&sourceid=gd&rlz=1D2SNYK_itIT355IT355&aq=t

    IL CALCIO è UNO SPORT.
    LO SPORT è VITA! NON MORTE!

    GRAZIE,
    Elisabetta Lelli, Spinetoli – AP

    ***

    IL MIO COMMENTO SU

    http://MANDICAU.BLOG.TISCALI.IT/2012/01/23/UCRAINA-STERMINATI-CENTINAIA-DI-CANI-RANDAGI-PER-FAR-SPAZIO-AI-CAMPIONATI-EUROPEI-DI-CALCIO/COMMENT-PAGE-1/#COMMENT-839

    ELISABETTA LELLI ON 9 MAGGIO 2012 15:16

    Questa immagine… questa, in specifico questa creatura, una cagna con le mammelle gonfie (probabilmente aveva i cuccioli, o stava per partorire)… questa immagine fra tante mi ha spezzato il cuore e continuo a ripetere “perché? perché? perché?”… Questa immagine mi fa maledire chiunque abbia ordinato il massacro e chiunque lo abbia eseguito ed anche chiunque ne abbia taciuto l’orrore. E ancora mi fa maledire chiunque guarderà una soltanto di quelle partite insanguinate e svergognate, senza timore di finire fra le braccia di Satana.
    Questa cagna, la lingua fuori dalla bocca, indice di soffocamento, trucidata dai bastoni, le spalle spezzate per poterle legare le zampe anteriori dietro, innaturalmente, orrendamente, il suo sangue, il musetto infilato nel barattolo di latta… questa creatura innocente fra tante massacrate in Ucraina resterà per sempre impressa nella mia memoria. Il suo dolore, la sua paura, i suoi urli posso soltanto immaginarli.
    Non credo vi sia dispregiativo eloquente per descrivere quel che provo, in ogni senso.
    Di certo mi vergogno (sempre di più) di appartenere alla specie “umana”.
    Gli umani sono capaci di ogni bestialità.
    Gli animali (= le bestie) NO.

    Elisabetta Lelli – Spinetoli (AP)

    ***

    Elisabetta Lelli il 13 giugno 2012 alle 08:45 scrive:Modifica
    trovato QUI commento di deficiente:
    http://mandicau.blog.tiscali.it/2012/01/23/ucraina-sterminati-centinaia-di-cani-randagi-per-far-spazio-ai-campionati-europei-di-calcio/comment-page-1/#comment-839

    Copio/incollo (inclusa mia risposta).
    Ah, nel mio commento di risposta,CdM sta per… Meglio di no.

    “Riccardo on 10 Giugno 2012 22:47

    Avete ragione! È “veramente orrido” che nel 2012 ci siano persone che mancano di raziocinio traendo delle conclusioni puramente emotive da una foto che non ha nulla a che fare con il randagismo in Ucraina (infatti nei due riquadri a destra abbiamo un gruppo di cinesi che bastonano un cane. Cinesi, mica ucraini).
    Ma non è l’unica foto questa, esistono tante altre foto simili a queste che periodicamente vengono riciclate (vedi le olimpiadi in Grecia).
    La questione è un’altra: l’appello originale parlava del fatto che ci fossero diversi personaggi corrotti dell’associazione per la protezione animali che misero in atto questa falsa propaganda (sopprimendo sul serio dei cani con veleno o sparandogli, quindi non secondo legge) al fine di chiedere all’unione europea dei fondi comunitari contro la lotta al randagismo, truffando la stessa unione europea. Quindi l’appello originale metteva a nudo questo scenario fatta di corruzione e abusi, la storia dei “forni crematori mobili che fanno sparire ogni traccia” di violenza sul cane è una bufala bell’e buona.

    OT: e smettiamola di pensare di vivere in un mondo disegnato da Walt Disney dove gli animali sono buoni e l’uomo è cattivo! Gli animali sono capaci di bestialità più atroci, certe volte più di quello che è in grado di fare l’uomo: vedi il leone capo branco che ricorre all’infanticidio pur di sottomettere le leonesse alla nuova guida.”

    “Elisabetta Lelli on 13 Giugno 2012 08:39

    A Riccardo.
    NO OT: Che CdM stai dicendo/farneticando/scrivendo/dichiarando?!?
    OT: E’ probabile che nel mondo disneyano ci viva tu, non io!
    E, quando troverai un leone pedofilo, vieni a raccontarmelo.
    Potrei cambiare idea sulla bestialità dell’essere umano.”

    1. Elisabetta Lelli il 11 gennaio 2013 alle 23:03 scrive:Modifica
    WoW! Ho trovato un altro mio commento, al link di cui sopra!
    Il tizio afferma che la foto pubblicata non riguarda l’Ucraina, ma la Cina.
    Copio/incollo:

    Bobo on 15 Giugno 2012 09:00
    La foto pubblicata è falsa, se guardate bene questi sono orientali, non ucraini. Perchè si usano fotografie false? Perchè si usano i metodi che usano i TG nazionali quando ci hanno mostrato le fosse comune di Gheddafi risultate poi immagini di repertorio e false?
    Questa è informazione distorta.

    Elisabetta Lelli on 16 Giugno 2012 17:48

    È probabile che QUESTA foto non sia di “provenienza” ucraina.
    Cosa cambia, alla fine della fiera?
    È un’immagine che è sinonimo di bestialità umana comunque. Oppure no?
    E poi, non ho capito, si mette in discussione il fatto che in occasione di Euro 2012 siano stati sterminati centinaia di migliaia di cani e gatti?
    Ok.
    Quando vedrò con i miei stessi occhi Cassano vestito con indosso un adorabile gonnellino hawaiano e un fiore di ibisco tra i capelli danzare una sensualissima Hula per deliziare Cecchi Paone (senza essersi fumato erba, ne’ cervello), allora potrò valutare se la notizia dei cani e gatti massacrati in Ucraina sia una bufala, oppure un fatto.
    Baci&Abbracci (…ma non ho mai visto un toro suonare il violino… o il buon vecchio Adolfuccio stringere affettuosamente la mano ad un ebreo. Lo giuro.).

    2. Elisabetta Lelli il 11 gennaio 2013 alle 22:59 scrive:Modifica

    Neanche NOI.
    Anche ora, ogni volta che vedo un pallone in campo, io vedo sangue… tanto sangue
    🙁

  12. sono queste persone ad essere spazzatura biologica invece di sputtanare 50.000 euro per uccidere degli innocenti che li spendano per le sterilizzazioni delle femmine e migliorare i canili dove i cani come in romania sono affamati e assetati

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com