Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Napoli: colpi d’ascia contro il randagio, trovato in agonia nei boschi

Napoli: colpi d’ascia contro il randagio, trovato in agonia nei boschi

Un cane orrendamente ferito nella parte posteriore del corpo è stato trovato agonizzante nei boschi di Quisisana, a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli.

Secondo l’opinione dei veterinari, la natura dei colpi sarebbe da attribuirsi ad un’ascia, un’accetta o comunque un attrezzo in grado di produrre ferite nette e profonde. Non sarebbe quindi da escludere che ad aggredire il randagio sia stato uno dei taglialegna abusivi che, nei boschi, fanno scempio di alberi.

Il cane è stato ritrovato in gravi condizioni nella giornata di domenica 26 gennaio da alcuni cittadini che, fortunatamente, hanno subito avvisato i veterinari dell’ASL.

Il medico intervenuto ha, a sua volta, comunicato quanto accaduto alla Polizia Municipale di Castellammare e il randagio è stato soccorso dal Servizio Accalappiamento ASL di Ottaviano, che lo ha trasportato d’urgenza presso la clinica del Servizio Veterinario Sanità Animale di Pompei.

Qui, i veterinari hanno proceduto ad un delicato intervento chirurgico ma non sono chiare, attualmente, le condizioni del cane.

Altri dettagli sulla vicenda non sono al momento noti.

Nella foto: il cane al momento del ritrovamento (fonte Il Gazzettino Vesuviano).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

9 Commenti

  1. Ma c’è qualcosa di legale in queste lande desolate? Adesso anche i tagliaboschi abusivi (questa mi è nuova) dopo i posteggiatori, i venditori di oggetti taroccati, le bische, i combattimenti fra i cani e via elencando. Ma lo stato (minuscola volutissima) c’è da quelle parti?

  2. Peste corna e sfiga sempiterna a questi malvagi assassin che non sono degni di appartenere alla società civile

  3. mi fa’ terribilmente dolore tutta questa crudelta’maledetto bastardo devi soffrire fino alla morte.

  4. Povero amore…chissa’che dolore….luridi bastardi un male incurabile vi auguro con tutta me stessa ma come si fa ad essere cosi malvagi

  5. Ma dov’è la forestale? Taglialegna abusivi? Roba da 15esimo mondo.
    Che cosa fanno le istituzioni tutto il giorno?
    Non so, chi è il vero colpevole?
    Chi non fa niente per fermare questi orrori avendone pienamente i mezzi, o chi li commette?

    Siete dei miserabili.

  6. bastardi maledetti

  7. Cosa sta accadendo? Cosa accade all’umanità?? Ai vecchi, ai giovani… agli uomini? Cosa spinge un essere “umano” a inveire in modo tanto atroce su un essere vivente? Cosa??
    Mi tornano continuamente in mente quei quattro versi del poeta Izet Sarajlic, “O tenerezza umana dove sei? Forse solo nei libri?”…

  8. Gente schifosa!!! Non solo abbattono abusivamente gli alberi ma se la prendono con creature innocenti ed indifese! Spero tanto che finiscano in qualche dirupo e ci rimangano in agonia per tanto tanto tempo! Aguro loro tutto il male possibile.
    Spero invece che per il cane salvato ci sia un futuro migliore, pieno di tanto bene ed amore e soprattutto privo di ogni violenza. Teneteci per favore aggiornati, se ci sono novità. Grazie!!!

  9. taglialegna abusivi…..ma per buttare giù un’albero non ci metti due secondi….le guardie forestali in zona sono sorde e non vedenti?magari cavando dalle p..le ste merde si tutelano anche queste povere bestiole……porca miseria che rabbia…..

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com