Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Inghilterra: pensa che il proprio cane sia morto e lo getta nell’immondizia

Inghilterra: pensa che il proprio cane sia morto e lo getta nell’immondizia

Un anziano esemplare di Yorkshire Terrier è stato gettato nella spazzatura dal suo proprietario, che lo credeva morto. Ma il cane era vivo ed è stato miracolosamente salvato.

La vicenda arriva dalla città di Wigan, nel Lancashire.

Il piccolo cane ha trascorso una notte a scalare i sacchetti di spazzatura all’interno del cassonetto, terrorizzato e messo in grande difficoltà dalle bassissime temperature, ed è stato ritrovato e soccorso soltanto il mattino seguente, all’arrivo degli operatori ecologici.

Molti i testimoni del ritrovamento, perlopiù vicini di casa del proprietario dell’animale, che si sono detti inorriditi e sconvolti per quanto accaduto.

Il cane, naturalmente, è stato successivamente sottoposto a sequestro e non verrà mai più restituito al suo vecchio “padrone”.

Al momento, lo Yorkshire è accudito dall’associazione Leigh Cats and Dogs Home e la sua storia sta indignando l’Inghilterra, tanto da provocare persino la reazione dell’Assessore al Lavoro Jeanette Prescott, che dichiara: “Non capisco la mentalità di chi commette gesti del genere, sono inorridita. Mi auguro che il piccolo si riprenda completamente e trovi una nuova famiglia con tanto amore da dargli. Spero che all’ex proprietario venga vietato legalmente il possesso di altri animali”.

L’ex proprietario si è limitato a dichiarare di essere stato “in buona fede” al momento del gesto perché credeva che il cane fosse morto. Una versione identica a quella dell’anziano cacciatore che qualche anno fa, a Desenzano del Garda, seppellì vivo il Breton Jerry (cui, inspiegabilmente dal momento che lo credeva morto, l’uomo aveva bendato gli occhi), o a quella dell’anziano ex militare che aveva gettato nell’immondizia il cocker Boh dopo avergli strappato dalla coscia il brandello di carne che riportava il tatuaggio identificativo.

Difficile che l’ex proprietario del piccolo Yorkshire se la cavi con una tirata di orecchie, come troppo spesso accade in Italia: verso di lui stanno già partendo le dovute denunce per maltrattamento di animale.

Nella foto: il cagnolino salvato (fonte Greenstyle).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Io mi domando perchè c’è l’estrema tendenza alla sopraffazione, e non parlo di questo miserabile demente, bensì al fatto che sono davvero pochi i paesi in cui è presente una qualche forma di tutela dei soggetti più deboli, in questo caso ovviamente gli animali.

    Tanto ci vuole?

  2. Spero davvero che la Gran Bretagna che ha una giustizia più “giusta” di questo nostro disgraziato paese, punisca con la dovuta severità chi ha compiuto questo atto indegno Comunque per questi figuri la bufala del “lo credevo morto” vadano a raccontarla alla propria madre!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com