Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Isole Egadi: avvelenamenti di massa, uccisi animali domestici e pecore

Isole Egadi: avvelenamenti di massa, uccisi animali domestici e pecore

“In questi giorni ci arrivano diverse segnalazioni da parte di cittadini di Favignana (Tp) sul fatto che i loro animali d’affezione sono stati oggetto di avvelenamento tramite la somministrazione di polpette di carne o croccantini, a cui sono stati mescolati diserbanti e pesticidi, veleni in genere.

Insieme a randagi, sono stati coinvolti anche animali che vengono tenuti nelle abitazioni, all’interno del giardino di casa debitamente recintato e che quindi non hanno potuto assumere il veleno all’esterno. Ci è stato da poco segnalato l’avvelenamento di un cane di piccola taglia attraverso un wuerstel lanciato su una veranda.

E’ del tutto evidente la pericolosità di tali atti, che potrebbero coinvolgere anche altri esseri viventi e persino bambini, attratti da cibi di questa natura.

Per noi è semplicemente inaccettabile un comportamento di questo tipo, come è inaccettabile che tanto ad allevatori che a semplici cittadini vengano uccisi in una sola notte diversi agnelli, pecore o galline.

Il problema del randagismo è diffuso su tutte le isole Egadi e ad esso diventa ormai improrogabile dare delle risposte. Noi di Legambiente chiediamo con forza che gli organi competenti affrontino questo problema sia attraverso l’attivazione di una concreta vigilanza, sia attraverso tutti quei passi che portino alla sterilizzazione e cura di animali randagi.

Non si può continuare ad avere paura.

Noi per primi, a brevissimo, andremo a depositare denuncia verso ignoti su quanto sta accadendo.

Il Circolo di Legambiente Egadi mette a disposizione un numero per chi voglia fare una segnalazione, abbia bisogno di aiuto o assistenza. Il numero è 3290677 623”.

Comunicato stampa di Legambiente Egadi come pubblicato sul magazine online Dovatu, a questo indirizzo.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. E bravi i cittadini delle Isole Egadi, paradiso della natura, ma evidentemente abitate da esseri sottosviluppati e malvagi che non rispettano gli animali. La parte sana della popolazione vigili su questi assassini e non manchi di denunciare alle autorità gli eventuali colpevoli che, comunque, saranno perseguitati dalla sfiga sempiterna

  2. e poi vogliamo insegnare agli ucraini(e zone balcaniche varie) cosa si deve fare equante offese nei loro confronti anche io in certi commenti ne ho dette di ogni……poi guarda siamo uguali e facciamo schifo uguale, anzi peggio perché fino a pochi anni fa eravamo persone civili…..loro” rudi” lo sono sempre stati……soluzioni nn se ne trovano grazie alle istituzioni sempre assenti…….

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com