Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Roma, rimosso il corpo del gatto seviziato e ucciso. LAV chiede l’esame autoptico

Roma, rimosso il corpo del gatto seviziato e ucciso. LAV chiede l’esame autoptico

“È stato rimosso solo ieri il corpicino del gatto bianco, terribilmente seviziato e ucciso, rinvenuto domenica scorsa nei pressi della Circonvallazione Gianicolense della Capitale. L’animale è stato trovato senza occhi, con vistose bruciature e una scritta verde sul corpo.

La LAV, immediatamente attivatasi dopo aver appreso l’agghiacciante notizia, ne ha chiesto il sequestro probatorio e l’esame autoptico: le cause della morte e le modalità utilizzate per causarla possono essere infatti di aiuto per le indagini.

“Faremo tutto ciò che è in nostro potere perché sia fatta giustizia e invitiamo chiunque abbia visto qualcosa a mettersi in contatto con l’associazione. Ogni elemento può essere utile per fare luce su questa sconcertante e terrificante vicenda – afferma la LAV, che continua – Occorre lavorare molto sulla prevenzione, attraverso campagne di sensibilizzazione rivolte ai cittadini, a partire dai più piccoli, e attraverso l’istituzione della figura del Garante per i diritti degli animali peraltro previsto nel programma elettorale del Sindaco”.

Dopo il cagnolino bruciato nel parco comunale di Villa Ada e gli avvelenamenti di cani a Casalotti, l’episodio del gatto evidenzia come sia tristemente in aumento a Roma la violenza e l’intolleranza verso i soggetti più deboli.

Esiste peraltro un legame tra la violenza su animali e quella su  esseri umani. Secondo il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSA) dell’Associazione di Psichiatria americana, gli atti di cattiveria verso gli animali costituiscono uno dei possibili segnali indicatori di alcune sindromi come, ad esempio, il disturbo della condotta nell’infanzia e nell’adolescenza, che può portare a comportamenti sociali anche gravi”.

Comunicato stampa LAV Roma 16 gennaio 2014.

Foto: il gatto ucciso (archivio).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Lurido schifoso (o più probabilmente schifosi, perché sarete talmente sfigati da dover essere in tanti) ti auguro di morire tra sofferenze atroci, almeno quanto quelle che hai inferto a quella creatura. Orbene, se i gatti non ti piacciono, non so cosa farci. Nemmeno tu piaci a me, ma non per questo ti sevizio. Spero che Dio si occupi personalmente della tua anima miserabile. Mi fai vomitare, augurati che non ti trovi mai.

  2. Spero che questi schifosi facciano una fine peggiore, perchè se aspettiamo per la (in)giustizia italiana, siamo alla frutta!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com