Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Vergogna Islanda: si produce birra a base di pinne di balena

Vergogna Islanda: si produce birra a base di pinne di balena

AGGIORNAMENTO: L’organo istituzionale West Iceland Health Authorities ha vietato la commercializzazione della birra considerandola “non appropriata per il consumo umano”, poiché le componenti di balena contenute nel prodotto non hanno superato gli standard locali. Il birrificio coinvolto si è detto intenzionato ad andare a fondo per comprendere le reali motivazioni che hanno portato alla decisione. Decisione che, comprensibilmente, soddisfa i conservazionisti e gli attivisti per i diritti animali.

Un birrificio islandese ha deciso di lanciare sul mercato una nuova birra al cui interno è presente un estratto di pinne di balena, pubblicizzando il prodotto come “un’alternativa meno grassa” alla birra tradizionale.

Per lanciare il proprio prodotto Brugghús Steðja, questo il nome del birrificio, è riuscito persino a creare una partnership commerciale con la compagnia di baleniere Hvalur. I gruppi ambientalisti e gli attivisti per i diritti animali sono furibondi, perché il nuovo business viene lanciato sul mercato in un momento particolarmente delicato per i giganti del mare, ancora oggetto delle morbose “attenzioni” dei cacciatori (non solo giapponesi).

L’associazione islandese per la tutela delle balene ha commentato: “La richiesta di carne è in declino, perché sempre meno gente la mangia. Ridurre un animale bellissimo e senziente come la balena ad un prodotto ludico, dalla vita breve, dovrebbe far riflettere sul prezzo pagato da una creatura in via di estinzione che, in natura, avrebbe vissuto fino a novant’anni”.

Il lancio della birra a base di pinne di balena avverrà, con certosina precisione, all’inizio del festival di Torrablst (Thorrablot) in Islanda.

Il titolare del birrificio ha dichiarato: “Si tratta di una birra unica, creata con la collaborazione di Hvalur. Il suo consumo sarà, tra l’altro, accompagnato da quello di carne di balena”.

Soltanto lo scorso anno, l’associazione Whale and Dolphin Conservation aveva messo in luce l’utilizzo di carne di balena persino nel cibo per cani, e l’uso di prodotti derivati dalle balene anche per produrre carburante con cui rifornire le baleniere proprio della compagnia Hvalur.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

3 Commenti

  1. Ma che la smettessero che sono proprio ridicoli.
    Questi di birra non sanno proprio nulla, incompetenti assoluti.
    Che schifezza!

  2. Gli umani sono arrivati a distruggere perfino l’ “umanità”!

  3. spero sia cancerogena… e lo scoprano fra un paio d’anni…..tanto per poi dire…” alla salute”( di chi l’ha bevuta…)ma tu dimmi se si può

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com