Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Empoli: due serpenti morti, adulto e cucciolo, chiusi in un sacco e gettati per strada

Empoli: due serpenti morti, adulto e cucciolo, chiusi in un sacco e gettati per strada

ERRATA CORRIGE: Diverse persone ci hanno fatto notare, sul blog, che i due serpenti in questione sono un boa ed un pitone – quindi non possono essere imparentati. Pertanto abbiamo provveduto a modificare l’articolo.
Sfortunatamente, i toni erano talmente offensivi e maleducati che tali persone sono state bannate dall’accesso al blog.
Potete SEMPRE farci notare gli errori e le sviste che commettiamo: non siamo perfetti e non siamo, purtroppo, esperti di TUTTE le specie animali. Da parte nostra non c’è alcuna malizia: una svista è una svista, non ci serve per “ottenere più visite”. Le offese gratuite, per poche correzioni su migliaia di articoli scritti, tuttavia non le tolleriamo.
Grazie.

Un esemplare di boa constrictor e uno di pitone reale sono stati trovati senza vita, chiusi in un sacco di plastica, nei pressi di una statale alle porte di Empoli. A notare i resti, una bimba di dieci anni appena scesa da un’automobile: i serpenti erano morti da qualche giorno.

Secondo gli esami veterinari post-mortem, si tratterebbe di un esemplare femmina adulta lunga oltre due metri e di un pitone reale di poche decine di centimetri. Questa la scoperta fatta dai veterinari dell’ASL 11 cui è toccato il compito di prelevare i corpi dal sacchetto di plastica.

Spiegano gli uomini della Forestale di Empoli che è probabile che entrambi gli animali fossero detenuti illegalmente e l’abbandono in queste circostanze confermerebbe l’ipotesi.

Inoltre, il boa non era microchippato – anche se va precisato che il microchip, per questa specie, non risulta obbligatorio per legge. Tuttavia, di questi animali va denunciata la nascita in cattività o la licenza di importazione dal Paese di origine.

Casomai si individuasse il responsabile dell’abbandono dei resti degli animali, la cui causa del decesso non è chiara, questi rischierebbe una denuncia per maltrattamento e per smaltimento illegale delle carcasse. È tuttavia assai improbabile che le generalità dell’aguzzino vengano alla luce.

Nella foto: i corpi senza vita di boa e pitone (fonte La Nazione).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

11 Commenti

  1. Io credo che il problema sia delle persone che importanto questi esemplari diciamo”particolari” per divertimento o per moda e poi dopo un pò li scaricano come rifiuti.Il problema è: non che cosa si fà ma con quale coscienza si fanno le cose e se c’è una coscienza!

  2. ecco……appunto Francesco ….quello che ho scritto…tu… dimostri…..e non vuol essere un commento ne in attacco ne in difesa…..siamo una RAZZA fatta della stessa sostanza(noi e loro)….e continuo a sottolineare che come li si voglia definire morti sono….

  3. Caro Francesco,

    mi associo al benvenuto del (meraviglioso) Staff di A4A (e sappiamo bene che si dice “specie” e non “razza”, ma nell’impeto di voler contruibuire e condividere, a volte non si fa caso alla forma quanto alla sostanza).
    Nessuno qui pensa che i terrariofili siano scriteriati, senza Cuore, matti, mele marce e quant’altro!
    Non credo proprio! Ti dirò di più; fra le persone che più stimo c’è un signore (in ogni senso), amante di tutti gli animali e appassionato anche di rettili. Qualche anno fa, entrando in casa sua, lo vidi con un pitone femmina (non ricordo a quale specie appartenesse), attorno al collo, mentre la esortava a “dare un bacio a papà”… ed il pitone lo lambiva sulla guancia…
    Ho stimato quell’uomo e gli ho voluto bene… da subito 🙂

    Ciao.
    Eli… che ama le lucertole e i gechi 🙂 -> li raccolgo a mani nude per salvarli dai gatti…

  4. Ciao Francesco, il nostro blog non è escluso a nessuna persona di nessuna categoria – chi vuole leggere, legge. Le persone che sono state bandite dall’accesso al blog, lo sono state perchè hanno offeso lo staff, hanno insultato e si sono poste in modo molto maleducato, di fatto violando le regole descritte nella policy. Certamente non sono state bannate per averci segnalato un errore, anzi – se lo avessero fatto con un minimo di garbo, così come noi riteniamo di porci sempre verso tutti, sarebbero stati ringraziati.
    Siccome è il tuo primo commento, benvenuto.

  5. si dice specie non razza… detto questo non vedo come il gesto di un paio di cojoni come questo deve andare a minare un’intera comunità come quella dei terrariofili che vengono sempre etichettati come senza cuore, contro natura ecc… scopo della terraristica è, anche, la prevenzione delle varie specie (ricordiamo che molte se non fosse per l’allevamento in cattività sarebbero già estinte)… posso, in tutta coscienza, dire che i miei animali sono trattati benissimo e di certo non “rimpiangono ” la vita in natura(anche perchè sono tutti nati in cattività) …. non siamo tutte mele marce conosco gente che per i propri serpi si ammazzerebbe quindi… (questo non vuole essere un commento d’attaco o di difesa o di che sia…. semplicemente una piccola finestra su un mondo bistrattato e pieno di preconcetti quale la terrariofilia)

  6. cara barbara, fare i bulli in internet, si sa, è più facile. poi fossimo gente che non corregge se sbaglia.

  7. …..grazie ragazzi….ma ultimamente con la “gente”(certa)nn ho più pazienza tutti bravi ad aspettare un passo falso per scagliarsi contro( e poi a volte leggi che siamo noi quelli esagitati) mettessero loro tanto impegno (lo stesso che usano per rompere i ma…ni a chi cerca di cambiare le cose)anche per salvare una mosca il mondo sarebbe perfetto….invece..

  8. Brava, Barbara 😀
    Agli “intellgentoni”… maleducaFoni: i santi sono sui calendari.

  9. esatto barbara. questa cosa, naturalmente, non è mai stata neppure notata. in compenso gli insulti si sprecavano. 😀

  10. a tutti gli intelligentoni che hanno fatto notare la vera razza dei serpenti faccio notare che a me personalmente nulla frega tranne il fatto che due animali sono morti grazie a tutti gli estimatori o intenditori che se li portano a casa e poi quando si stufano questa è la fine siano essi boa pitoni cobra o dinosauri…..morti sono morti restano…..

  11. Che schifo mi fai, o umanità!

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com