Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Botti di Capodanno, parla la LAV: fanno malissimo agli animali, evitate di sparare

Botti di Capodanno, parla la LAV: fanno malissimo agli animali, evitate di sparare

“Invitare tutti i Sindaci d’Italia a emanare un’Ordinanza che vieti l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale: lo chiediamo all’ANCI affinché i festeggiamenti di Capodanno non si traducano in una tragedia per gli animali, oltre che per salvaguardare l’incolumità delle persone.

Secondo i dati resi noti dipartimento della pubblica sicurezza il bilancio complessivo degli incidenti legati ai festeggiamenti di San Silvestro solo nel 2012 è stato di due morti e 561 feriti (di cui 76 minori di 12 anni)!

Il fragore dei botti, oltre a scatenare negli animali una naturale reazione di spavento, li porta frequentemente a perdere l’orientamento, esponendoli, così, al rischio di smarrimento e/o investimento. In caso poi di esplosioni a ridosso dell’animale, sia d’affezione che selvatico, vagante o di proprietà, le conseguenze possono essere molto più drammatiche, causandone spesso il ferimento o la morte per ustioni e bruciature.

Ogni anno sono tantissime le segnalazioni di cani smarriti dopo Capodanno e numerosissimi gli ingressi nei canili, soprattutto di cani e gatti investiti dalle automobili, oltre, purtroppo, agli animali morti in seguito alla fuga dovuta al panico che si scatena in loro a seguito delle esplosioni.

 Anche per gli animali selvatici la mezzanotte del 31 dicembre è un momento d’inferno: il rischio maggiore riguarda gli uccelli che vivono nei pressi delle aree urbanizzate.

Le improvvise detonazioni, infatti, determinano negli uccelli che riposano sui posatoi notturni, spesso in colonie molto numerose, istintive reazioni di fuga che, unite alla mancanza di visibilità, causano la morte di molti di essi, soprattutto per eventi traumatici, derivanti dallo scontro in volo con strutture urbane (case, lampioni, automobili, ecc.)”.

Comunicato stampa pubblicato da LAV in merito all’annoso problema dei botti di Capodanno.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. purtroppo anche quest’anno per via dell’ignoranza e del menefreghismo gli animali dovranno pagare il solito scotto,perchè fin quando non ci saranno tanti morti per questa cosa le autorità non prenderanno mai la cosa sul serio,in quanto per loro esistono solo gli umani ,a differenza degli animali che sono considerati di secondo livello

  2. Grazie per questo post! Anche stavolta chiedo il permesso di fare la solita razzia di contenuti (citerò la fonte, amici cari).

    Ma il mio pensiero vola ai randagi, agli uccelli che stanno dormendo nei nidi, ai poveri animali nei macelli… ed anche ai soldi “bruciati” per qualcosa che non soltanto è veramente inutile, ma che è anche irrispettoso nei riguardi dei nostri amici animali, degli anziani che dormono da ore, dei malati che non hanno qualcosa per cui festeggiare “sparando”…
    Avverto sempre più chiusura in sé e sempre meno compartecipazione ed apertura verso il diverso da sé. E credo che ognuno di noi debba re-imparare a riconoscersi nell’altro.
    Ogni “altro” ha qualcosa da insegnarci, da raccontarci, su cui redarguirci, da cui proteggerci… Credo che ogni “altro” sia nostro maestro. E’ dagli animali che ho imparato le cose più importanti da sapere (non mi stancherò di dirlo!). Dalla loro capacità naturale di essere in armonia con sé e con gli altri, da ciò che qualcuno scambia per puro istinto, ma che in fondo è soltanto bella purezza, dal loro comportamento dignitoso, coerente, onesto si può imparare, o re-imparare, a vivere.
    Probabilmente, il pensiero di colui che sta per accendere la miccia dovrebbe andare a tutte quelle anime (umane e non), che chiedono “solamente” di essere lasciate in pace.

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com