Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Verona: venditore ambulante di animali denunciato (di nuovo) per maltrattamenti

Verona: venditore ambulante di animali denunciato (di nuovo) per maltrattamenti

Dopo il clamoroso caso di maltrattamento di animali presso una pensione di Bovolone, di cui avevamo parlato qui, a Verona un venditore ambulante è finito nel mirino delle autorità.

A segnalare la questione è stata la sezione cittadina di LAV, che ha già ottenuto in custodia giudiziaria tutti gli animali sequestrati: nella fattispecie, si tratta di due orsetti siberiani, una tamia, cinque conigli, tre cavie e un gatto selvatico di cui il proprietario della pensione non ha saputo indicare la provenienza.

Il sequestro degli animali è avvenuto dopo la scoperta delle condizioni pessime in cui venivano detenuti dal venditore: privi di acqua, non disponevano neppure di un riparo adeguato per proteggersi da freddo. Il gatto selvatico, di provenienza sconosciuta, è tra l’altro affetto da una gravissima parassitosi intestinale per la quale è stato necessario il ricovero in clinica veterinaria.

Non sono disponibili dettagli in merito all’identità dell’uomo che deteneva le bestiole, ma si sa che era già stato denunciato un anno fa per il reato di maltrattamento: gli animali erano, anche allora, sofferenti per il freddo e detenuti in gabbie piccole e luride. Un cucciolo di cane era risultato in stato di ipotermia, un coniglio era affetto da rinite, diverse tartarughe d’acqua erano stato trovate immobili e semicongelate. I roditori, nel futile tentativo di proteggersi dal freddo, si erano arrotolati su se stessi ammassandosi in un angolino della gabbia, e le cavie erano affette da rogna.

Incredibile come un criminale simile abbia potuto continuare indisturbato tanto la sua attività quanto i maltrattamenti.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

2 Commenti

  1. Sergio tutto questo avviene perchè viviamo in un paese del decimo mondo, purtroppo.
    Ma la Cites?
    Orsetti siberiani…

    In fondo, a cosa serve una denuncia sull’altra se non viene comminata alcuna pena?

  2. mA COM’è POSSIBILE CHE DOPO UNA DENUNCIA E, SUPPONGO, RELATIVA CONDANNA QUESTO ESSERE SCHIFOSO POSSA ANCORA FARE COMMERCIO DI ANIMALE. mA LE AUTORITà COMPETENTI A CHE COSA SERVONO?
    Peste e corna a questo rifiuto umano e sfiga sempiterna

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com