Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Grosseto, il presidente della Provincia Marras: “Non bisogna più mantenere i randagi”

Grosseto, il presidente della Provincia Marras: “Non bisogna più mantenere i randagi”

L’Ucraina e la Romania fanno scuola, e le dichiarazioni feroci nei confronti dei randagi approdano anche nel nostro Paese. Dopo la sbalorditiva uscita del veterinario Madrucci (di cui avevamo parlato qui, e che si è detto favorevole alla soppressione di cani senza padrone e di canile) è la volta di Leonardo Marras, presidente della Provincia di Grosseto che, negli scorsi giorni, è intervenuto proprio sul problema del randagismo.

Secondo Marras, la legge attuale va modificata “eliminando in primo luogo, per le amministrazioni locali, l’assurdo vincolo al mantenimento senza termine degli animali ospitati nei canili rifugio, che le obbliga a sottrarre risorse a servizi di maggiore rilevanza sociale”.

“Che dispiaccia o meno a senatrici impegnate a cercare un posto al sole, piuttosto che a chi mette sullo stesso piano uomini e cani, onestamente è ininfluente rispetto all’interesse pubblico”.

Inevitabile che il Marras sia assolutamente schierato con Mandrucci anche sull’idea della soppressione, e del veterinario dice: “Può dormire tra due guanciali: la sua riconosciuta competenza lo mette al riparo da qualunque ritorsione”.

Il presidente della Provincia di Grosseto aggiunge poi che la Legge 281/91 non ha, a suo dire, “ottenuto nessun risultato utile, se non un incremento dei costi e l’aumento esponenziale del randagismo”.

Sfortunatamente, e contrariamente all’opinione del Marras, l’aumento del randagismo non è dato dalla legge ma dall’ignoranza becera di tutti coloro che ancora abbandonano i loro animali, che non li sterilizzano e non ne controllano le gravidanze, che preferiscono acquistare un cucciolo da un negozio piuttosto che farsi un giro in canile. Senza parlare, naturalmente, degli impegni che, sulla carta, numerose amministrazioni da sempre prendono nei confronti degli animali senza casa e che vengono sistematicamente disattesi – tanto da costringere le associazioni, che vivono di donazioni e che non pesano sui bilanci comunali, provinciali, regionali o statali, a soccombere di debiti nel tentativo di aiutare.

Non siamo certi neppure che il Marras comprenda che dichiarazioni come le sue non argineranno la piaga del randagismo né degli abbandoni, visto che la responsabilità umana non viene neppure citata in queste problematiche. D’altronde, per il presidente della Provincia, ci sono temi più importanti di cui discutere.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

13 Commenti

  1. Sapessi quanto, caro BRACCO! E i nostri signorotti politici dicono cose di cacca come “La crisi è superata… La crisi è psicologica, non economica… Siamo la terza, quarta Potenza al mondo…” O_0 … Oppure fanno cose di cacca, tipo aumentano i loro stipendi, truffano la gente, acquistano aerei da guerra (che non servono a un C), fanno chiacchiere, tante chiacchiere, la gente è allo stremo, è stanca (= pissed!!!), è affamata, è torchiata… La gente si suicida e ai nostri squires non importa un cavolo!
    Gli ANIMALI? Just imagine!!! Sono passati in ultimo piano, grazie a certe craps…
    E’ uno schifo, un vero schifo… Se non fosse per alcune brave persone saremmo davvero “at the ending theme song”!
    Italians are into the poo… it’s true! And to our beloved pets going worse and worse 🙁

    A very big Hug, brother in fight for animal care & rights <3

    Eli

  2. HI MY FANTASTIC LEONARDO MARRAS FUCK E TI SCRIVO MALE IN ITALIANO PERCHE VIVO IN AUSTRALIA E SAI CHE DICO L’ITALIA MI FA SOLO PIETA
    PENSIAMO DI FARE I CATTOLICI O CRISTIANI PER BENRE MAMMA MIA QUANTE MIKIATE ……………………………….CARI ITALIANI SIETE NELLA CACCAAAAAAA

  3. Vergogna a chi ha fatto questa demenziale proposta! Se i nostri cosiddetti politicanti smettessero di spendere miliardi in lautissimi stipendi, privilegi assurdi, sprechi cazzutissimi et similia ci sarebbero soldi per i cani, per i bambini, per i vecchi….. E poi, piantiamola di mettere sempre a confronto gli animali con i bambini africani! Perché non si mette, invece, qualche moccioso ricco e straviziato? Certo, è comodo, è facile prendersela sempre con gli animali che manco possono parlare! E’ veramente indecente che si recrimini anche su quel pochissimo che si fa per gli animali, solo esseri gretti e meschini che non hanno mai avuto la fortuna di vivere con un amico peloso possono arrivare a tanto! Sono veramente disgustata e incavolata nera!

  4. Proporrei qualcosa di più sensato di ciò che il renziano Marras vaneggia senza cognizione di causa:

    1) Abolizione delle Province
    2) Basta antipolitica allo sbaraglio contro gli italiani (che ci costa 23 miliardi di euro)
    3) Basta bugie e malaffari contro le persone che pagano
    4) Basta soprusi sulle persone, sugli animali, sull’ambiente, basta!

    Ve ne dovete andare, semplicemente.

    Mi sembrano proposte minimamente accettabili.

    Tipico atteggiamento da PD, per questa gente la vita non vale nulla e lo dimostra in primis la condizione del popolo italiano da 20 (ma direi anche di più) anni a questa parte dopo essersi alternati al governo con gli altri amichetti che adesso hanno cambiato nome – ma non forma – e tutti gli altri partitini satelliti utili solo a spartire la torta e a distruggere tutto ciò che c’è di buono.

    Il senso del nulla, vergogna!

  5. Io fossi in lei, caro presidente Marras, mi sentirei in colpa ogni sera prima di andare a letto… E con questo ho detto tutto… Non ho parole.

  6. QUESTO PERSONAGGIO E’ INCIVILE, FORSE FRA I SUOI ELETTORI QUALCHE AMANTE DEGLI ANIMALI CI SARA’ PURE.RICORDATEVENE ALLE PROSSIME.

  7. Ma come si fa a ragionare in questo modo.Perche non li sterilizzano?

  8. From FacceBuco, elemento condiviso pubblicamente. Io non sono su FacceBuco, ma posso vedere/leggere tutto questo e, credetemi, val la pena leggerlo… anche se è lungo.
    Marras, Mandrucci & C.? Iniziale: EmmE come…

    COPIA/INCOLLA dalla Pagina Faccebucco di Marras EmmE https://it-it.facebook.com/pages/Leonardo-Marras/44353765035

    Leonardo Marras ha condiviso un link.
    13 dicembre

    Marras: basta mantenere all’infinito i randagi, si tolgono risorse agli altri servizi
    http://www.ilgiunco.net
    GROSSETO – La legge va modificata «eliminando in primo luogo per le amministrazioni locali l’assurdo vincolo al mantenimento senza termine degli animali ospitati nei canili rifugio – come indicato …
    14Mi piace · Commenta · Condividi
    Commenti più in vista
    Piace a Ulrica Fatarella e Il Sena.

    Katia Orsini Vogliamo parlare degli stipendi dei parlamentari di Inghilterra e Germania? Se vogliamo imitarli, allora perché non farlo in tutto?
    Adesso attaccarsi ai canili mi sembra eccessivo.. è la politica che ci costa.. e neanche poco.
    7 · 14 dicembre alle ore 0.32 tramite cellulare

    Katia Orsini Mi dispiace leggere questo da lei.. ogni creatura ha diritto alla vita, facciamo l’eutanasia a tutti i pensionati dello stato, ci costano. . Ma facciamola pure a tutti i politici perché ci hanno e ci stanno succhiando l’anima. . E forse la rovina dell’Italia è proprio per questi ultimi, non certo per i pensionati o per i canili.
    7 · 14 dicembre alle ore 0.04 tramite cellulare

    Elisa Carmellini Lei che ci accusa di essere retorici. Lei è il re della retorica. E con questa sua ultima perla di saggezza credo che abbia fatto capire molto di sé e del suo pensiero, che è ciò che la rende quello che è. Ah, poi mi viene ancora a parlare del canile di Grosseto? Beh non ci vuole molto a DIRE che funziona visto che per qualche MOLTO strana ragione non può essere controllato dagli enti che ne hanno chiesto una verifica. Chiaramente non mi domando il perché, credo sia palese e ormai tacitamente noto a tutti. Se la sua coscienza glielo permette buona domenica.
    7 · 14 dicembre alle ore 1.29 tramite cellulare

    Stefano Paluello A dire il vero manteniamo ad oltranza anche incapaci politici e non. Perchè non elimianiamo anche quelli?
    Se non ricordo male, l’ASL con i comuni sono responsabili per sterilzzazioni e controllo veterinario, controllo delle nascite e dei microchip. Dove sono? Dove sono finiti quei soldi? Quali sono i risultati ottenuti da questi personaggi? Quei soldi va bene sperperarli? Se facessero la metà del lavoro che gli spetta, a quest’ora ci sarebbero molti meno randagi.
    Invece di sparare frasi ad effetto per suscitare polemica e diventare famoso, perchè non prova a leggere le stesse leggi che dovrebbe far rispettare?
    Se non siete in grado di fare il vostro lavoro, dimettetevi così non vi dobbiamo mantenere ad oltranza. E si risparmiano soldi per gli altri servizi.
    6 · 15 dicembre alle ore 1.39 · Modificato

    Giulia Leah Carrozzi Invece di sopprimerli, si cominci a pensare alle sterilizzazioni! A questo punto sopprimiamo anche le persone anziane e le persone malate..sono una spesa no? Bha!!! Invece di dire baggianate cominciate a mangiarvi di meno i soldi, vedrete che poi i soldi escono fuori, come per magia! Gli animali sono pur sempre esseri viventi!
    6 · 14 dicembre alle ore 9.01 tramite cellulare

    Annalisa Dal Bò Mi sorprende che un politico del PD ragioni cosi. Ma cosa insegna ai suoi figli?Il rispetto dell’eutanasia,o la camera a gas? Non so se lei ne è al corrente,ma la maggior parte dei canili sono sostenuti dal volontariato.Magari, in toscana(come in altre regioni)qualcuno si è intascato qualche soldino stanziato per i canili?Magari faccia delle verifiche prima di far sopprimere creature innocenti.Se invece la sua idea è ferma:vuol dire che ho sbagliato voto!!! la saluto.
    4 · 14 dicembre alle ore 10.04

    Alan Benjo mi scusi signor politico, ma secondo lei mantenere un uomo o un animale ha lo stesso costo? Forse per chi non ha mai lavorato un giorno in vita sua , per chi pensa che un litro di latte costi 30 centesimi può essere che sia cosi, se invece di abbattere gli animali che non hanno nessuna colpa,li facessimo sterilizzare?cosa glie ne pare? a mi scusi ma non tenevo conto che come per i bambini che per voi sono peggio degli animali, esiste una legge fatta da gente come lei nella quale i canili o gli orfanotrofi, più unità hanno al loro interno più soldi ricevono dal suo Stato cosi i bambini tocca adottarli all’estero e gli animali si uccidono..certo credo che la sterilizzazione ci vorrebbe anche per le persone altrimenti poi crescono e fanno mestieri strani che non gli competono.
    5 · 14 dicembre alle ore 0.30

    Chiara Pieri Signor Presidente, spero vivamente che ritratti ciò che ha detto i questa intervista, eutanasia di cani non sofferenti o la fine di sovvenzione ai canili è pari ad un omicidio. Visto l’inasprimento sulle pene per i maltrattamenti. Non c’è nulla di cui andare fieri. Anzi proposte ben accette sono la sterilizzazione e controlli maggiori sull’applicazione dell’anagrafe canina. Per trovare soldi ci sono altri modi, tagli agli sprechi della “macchina” provincia.
    5 · 13 dicembre alle ore 11.43 tramite cellulare

    Katia Orsini Certo. . Abbiamo alle spalle 5 miliardi di poveri.. ma anche la casta politica.. che se avesse stipendi UMANI…eeehhh se staremmo tutti meglio. .
    Mi vergogno di essere italiana. . Presto saremo 60 milioni di poveri. . Escluso chi ci amministra logicamente. . Continuiamo a far subire i tagli ai poveri e a chi non può difendersi.. tagliamo le scuole, i canili, le pensioni a chi ha lavorato duramente una vita.. andiamo avanti così che andiamp bene.
    3 · 14 dicembre alle ore 1.55 tramite cellulare

    Katia Orsini Lei dice che si spendono 2 milioni all’anno di tasse per mantenere i randagi.. ma quanti milioni di euro si spendono per mantenere parlamentari, politici e per le pensioni d’oro in un anno? I 2 milioni per i cani a confronto sono una cifra irrisoria.. ci pensi.. buona giornata!
    3 · 14 dicembre alle ore 0.39 tramite cellulare

    Katia Orsini Presidente.. siamo alla fame.. e ripeto.. non è uccidendo i cani che salveremo l’Italia.
    3 · 14 dicembre alle ore 0.27 tramite cellulare

    Irene Conti Tagliate i soldi della politica, quelli che investite nella guerra, quelli che finiscono nelle casse dei partiti e dei loro rappresentanti, quelli che date all’esercito, quelli che buttate nelle auto blu, …. iniziate da li! Solo allora potrete parlare. Tagliatevi seriamente gli stipendi e le prnsioni! Tanto non veli meritate.
    Siamo tutti a favore delle sterizzazioni forzate per i randagi ma con quale diritto gridate all’eutanasia degli animali? Chi siete Dio? Se la legge italiana difende i diritti degli animali e non lo fa bene con quelli degli uomini che ne hanno bisogno, che si migliori e si integri sotto quest’ultimo aspetto, ma non si tocchino i pochi diritti che hanno ottenuto negli anni chi ama gli animali.
    Caro presidente Leonardo Marras le tue dichiarazioni insieme a quelle del Madrucci portatele in un paese del terzo mondo, non vi permettete di farle a nome della meravigliosa maremma e dei grossetani! Io una figura così non la voglio fare in italia, non mi voglio vergognare di essere della prov. di grosseto…
    4 · 15 dicembre alle ore 3.49 tramite cellulare

    Alan Benjo se ci fossero controlli più severi su quanto sperperano le istituzioni pubbliche magari non spenderemmo 2 milioni,credo che di questi due milioni 200000 euro vadano per spese di cancelleria..e cosi via, per lei parlano i fatti allora faccia una bella visita a “sorpresa ” al canile di Grosseto e se davvero ci va a sorpresa, gli chieda di farla entrare in tutti i luoghi anche quelli che tengono chiusi ..in particolar modo ai volontari , a già scordavo i volontari a Grosseto abbiamo l’unico canile che non li accettava chi sa perchè ci sono volute una giornalata ed una legge della regione per far si che il nostro canile prendesse i volontari, prima di dire che guarda i fatti li faccia.
    4 · 14 dicembre alle ore 1.32

    Chiara Pieri Siamo ancora un paese libero, lei pensi ciò che vuole, ma non resteremo certo a guardare…e comunque io come molti altri siamo ben lieti di pagare tasse per mantenere animali e poveri, che ci gira le scatole è di pagare tasse per una cattiva amministrazione, per vedere sprechi ed altri vizi… E questa non è retorica, le posso procurare mille prove.
    4 · 14 dicembre alle ore 1.10 tramite cellulare

    Katia Orsini Ahhh dimenticavo. . Tagliamo del tutto anche la sanità.
    Italiani siamo alla frutta..
    2 · 14 dicembre alle ore 2.23 tramite cellulare

    Alessandra Valenti Gli animali non si toccano sono meglio di noi, ci insegnano a vivere senza chiederci nulla…che tristezza sentire certe cose, è una vita che manteniamo voi politici….fate veramente PENA…..
    3 · 16 dicembre alle ore 9.54

    Elisa Carmellini Poveri Politicanti perché non siete degni di essere chiamati in altro modo. Di soluzioni in questo dibattito ne ho sentite fin troppe solo che l’idea di rinunciare ai vostri privilegi vi fa fare orecchie da mercante. Sapete qual’ è il bello?che ormai a parte qualche lecchino tutti sanno quello che siete e più parlate e più non ci sarà un futuro politico per voi, vi rovinate con le vostre mani. Complimenti davvero, tanto di consensi ne avete persi già parecchi. E una cortesia vi chiedo gentilmente: non fate i moralisti perché penso che proprio non ve lo possiate permettere. Ah un’ultima cosa :pensate davvero che un leprai permetta una cosa così senza battere ciglio?
    2 · 15 dicembre alle ore 10.20 tramite cellulare · Modificato

    Ester Anna Sorrentino VERGOGNATIIIII !!!! io sono di sinistra ma mi fa orrore che ne facciano parte individui come te!!!!
    3 · 14 dicembre alle ore 8.41

    Mgabriella Iuliano Magari dall’Inghilterra e Germania potremmo copiare altro…
    2 · 14 dicembre alle ore 3.09 tramite cellulare

    Elisa Carmellini Oggetto: Abbattimento cani randagi. Romanelli (SEL): “Sconcertanti dichiarazioni dell’ASL di Grosseto, inadempiente anche il Comune”. “Si vuole veramente una strage di cani?”

    comunicato 13 dicembre 2013
    Abbattimento cani randagi. Romanelli (SEL): “Sconcertanti dichiarazioni dell’ASL di Grosseto, inadempiente anche il Comune”. “Si vuole veramente una strage di cani?” Interrogazione in Consiglio Regionale.

    “Ho appreso con sconcerto dai giornali – dichiara il Consigliere di Sinistra Ecologia e Libertà Mauro Romanelli – le dichiarazioni pubbliche del responsabile del Dipartimento di prevenzione dell’Asl 9 di Grosseto che afferma di non poter applicare la Legge 281 sul randagismo e di auspicare la possibilità di poter sopprimere i cani vaganti”.

    “Così com’è grave che già in precedenza in Maremma sia l’ASL 9 sia il Comune di Grosseto abbiano finora negato, rispondendo a richieste ufficiali delle associazioni LAV ed ENPA, di essere competenti in materia di sterilizzazioni di cani, ignorando quindi le note del Ministero della Salute (che appunto attribuisce l’onere delle sterilizzazioni sia ai Comuni sia alle ASL) e la legge regionale toscana del 2009 sulla tutela degli animali (art.31, comma 4. “Gli animali abbandonati sono sottoposti a sterilizzazione obbligatoria”).”

    “Tutto ciò è paradossale, un palese contrasto tra il dettato della legge e i due attori che dovrebbero applicarlo, ovvero ASL e Comune”. “E sorprende che la proposta brutale della soppressione venga da chi è preposto alla tutela degli animali: se in questi anni ci si fosse veramente attivati con microchip e sterilizzazioni, strutture ad hoc e adozioni semplificate, probabilmente ora non ci troverebbe nelle difficoltà che vivono realtà rurali come quella della Maremma dove vi è l’effettiva difficoltà di registrare e sterilizzare i cani di pastori e agricoltori”.

    “Auspico e richiederò con un’interrogazione l’intervento ufficiale della Regione Toscana”, termina Mauro Romanelli.
    2 · 14 dicembre alle ore 1.40 tramite cellulare · Modificato

    Chiara Pieri Pienamente d’accordo con la tutela di essere umani. Una vergogna!! Ma le ricordo le parole di Mahtma Ghandi.. Che il grado di civiltà di una società si misura da come vengono trattati gli animali… Credo che ci siano alternative all’eutanasia o uccisione di cani randagi. Taglio a sprechi della politica Etc Etc. Anche quelli sono tasse pagate dai cittadini.
    3 · 13 dicembre alle ore 12.42 tramite cellulare

    Katia Orsini Ps: Roccastradini Nel Mondo tra poco anche i nostri bimbi saranno come quelli del Mali..
    1 · 14 dicembre alle ore 2.26 tramite cellulare

    Lupilva de Lupis faccia fare controlli nei gabbiotti indegni dove i cacciatori tengono i loro poveri cani, ammucchiati e privi di riparo dal solleone d’estate e dalla pioggia d’inverno, al di fuori di ogni legge, privi di microchip e tatuaggi, vedrà che farà tanti di quei soldi con le multe da rimpinguare le casse dei comuni per due anni. I canili sono pieni di cani di cacciatori, e tutto quello che lei propone è l’eutanasia a quelle povere bestie? Faccia funzionare quei fannulloni dell’Asl, sterilizzazione e severissime denunce per chi sgarra, vedrà come si risolve subito il problema. Lei, come tutti i parassiti politici dovrebbe andare a ramazzare i giardini. Ah, dimenticavo, Province abolite immediatamente, basta succhiare i soldi ai cittadini!
    2 · 16 dicembre alle ore 6.40

    Patrizia Ceccato Dissento in maniera categorica da questa affermazione,Signor Marras. Trovo la sua proposta non degna di un paese civile. Ci sono altri modi per risparmiare,e tutti sappiamo quali.Gli animali vanno protetti e salvaguardati,sia ben chiaro.
    2 · 16 dicembre alle ore 4.22

    Giada Sanchini Tanto perché il Pd non mi aveva fatto vergognare abbastanza, ora arriva anche questa idea geniale di ammazzare i cani… Credo che con questo suo intervento abbia dimostrato una volta per tutte la superiorità dei cani rispetto a “certi” esseri umani. Complimenti!
    2 · 15 dicembre alle ore 9.28

    Leonardo Marras Poche precisazioni:
    1) sono per sterilizzazioni più spinte, controlli serrati per il rispetto degli obblighi dell’anagrafe canina, canili adeguati in cui ci sia rispetto per gli animali, promozione delle adozioni
    2) in provincia di Grosseto è così. Ci sono veterinari pubblici che fanno il loro dovere. Se qualcuno guarda cosa accade in molte città italiane ci si rende conto di quanto la legge che a mio avviso va modificata, non viene applicata mentre nel nostro territorio non è così. In primo luogo perché ci sono molti cittadini che curano i loro animali e non li abbandonano.
    3) nonostante questo ci sono quasi mille cani detenuti in canili e in spazi non sempre adeguati e più aumenta il fenomeno e più diventa difficile da sostenere.
    4) gli abbandoni sono causati anche da agricoltori, allevatori e cacciatori, come giustamente ha ricordato qualcuno e non solo da quelli che per andare in ferie lasciano per strada il proprio cane
    5) la legge ha avuto effetti? Il randagismo in italia è aumentato e si spendono centinaia di milioni di euro più di prima dei bilanci dei Comuni italiani e quindi dei cittadini italiani: mi pare un pessimo risultato
    6) nessuna strage, ma come ultima ratio anche l’eutanasia coma suggeriscono i tecnici di ispra da più di 10 anni.
    7) è moralmente inaccettabile che la legge italiana non preveda l’obbligo per lo Stato di mantenere gli uomini e le donne in stato di bisogno e invece lo fa per cani e gatti. E non ce l’ho con i cani o con i gatti ma con la legge e con chi l’ha fatta e può modificarla.
    ringrazio per l’attenzione da tutte le parti d’Italia che mi avete dimostrato. Spero che il dibattito non si fermi qui ma che invece produca alla fine un miglioramento della situazione attuale
    15 dicembre alle ore 3.08

    Alan Benjo 1) La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione. 2)La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale. 3) Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. 4) La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Il 26 gennaio del 1978 la Lida (Lega Italiana per i Diritti dell’Animale) ha proclamato a Bruxelles la costituzione dei diritti animali.
    Riportiamo, qui sotto, fedelmente il testo.
    Articolo 1

    Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita ed hanno gli stessi diritti all’esistenza.

    Articolo 2

    1.Ogni animale ha diritto al rispetto.
    2.L’uomo, in quanto specie animale, non può attribuirsi il diritto di sterminare gli altri animali, o di sfruttarli violando questo diritto. Egli ha il dovere di mettere le sue conoscenze al servizio degli animali.
    3.Ogni animale ha diritto alla considerazione, alle cure ed alla protezione dell’uomo.

    Articolo 3

    1.Nessun animale dovrà essere sottoposto a maltrattamenti e ad atti crudeli.
    2.Se la soppressione di un animale è necessaria, deve essere istantanea, senza dolore, nè angoscia.

    Articolo 4

    1.Ogni animale che appartiene ad una specie selvaggia ha il diritto di vivere nel suo ambiente naturale, terrestre, aereo o acquatico ed il diritto di riprodursi.
    2.Ogni privazione della libertà, anche se a fini educativi, è contraria a questo diritto.

    Articolo 5

    1.Ogni animale appartenente ad una specie che vive abitualmente nell’ambiente dell’uomo ha il diritto di vivere e di crescere secondo il ritmo e nelle condizioni di vita e di libertà che sono proprie della sua specie.
    2.Ogni modifica di questo ritmo e di queste condizioni imposta dall’uomo a fini mercantili è contraria a questo diritto.

    Articolo 6

    1.Ogni animale che l’uomo ha scelto per compagno ha diritto ad una durata della vita conforme alla sua longevità.
    2.L’abbandono di un animale è un atto crudele e degradante.

    Articolo 7

    Ogni animale che lavora ha diritto a limiti ragionevoli della durata e dell’integrità del lavoro, ad un’alimentazione adeguata ed al riposo.

    Articolo 8

    1.La sperimentazione animale che implica una sofferenza fisica e psichica è incompatibile con i diritti dell’animale sia che si tratti di una sperimentazione medica, scientifica, commerciale sia di ogni altra forma di sperimentazione.
    2.Le tecniche sostitutive devono essere utilizzate e sviluppate.

    Articolo 9

    Nel caso che l’animale sia allevato per l’alimentazione, deve essere nutrito, alloggiato, trasportato e ucciso senza che per lui ne risulti ansietà o dolore.

    Articolo 10

    1.Nessun animale deve essere usato per il divertimento dell’uomo.
    2.Le esibizioni di animali e gli spettacoli che utilizzano animali sono incompatibili con la dignità dell’animale.

    Articolo 11

    Ogni atto che comporti l’uccisione di un animale senza necessità è biocidio, cioè un delitto contro la vita.

    Articolo 12

    1.Ogni atto che comporti l’uccisione di un gran numero di animali selvaggi è un genocidio, cioè un delitto contro la specie.
    2.L’inquinamento e la distruzione dell’ambiente naturale portano al genocidio.

    Articolo 13

    1.L’animale morto deve essere trattato con rispetto.
    2.Le scene di violenza di cui gli animali sono vittime devono essere proibite al cinema e alla televisione, a meno che non abbiano come fine di mostrare un attentato ai diritti dell’animale.

    Articolo 14

    1.Le associazioni di protezione e di salvaguardia degli animali devono essere rappresentate a livello governativo.
    2.I diritti dell’animale devono essere difesi dalla Legge come i diritti dell’uomo.
    Vado avanti oppure come figuraccia domenicale ci possiamo fermare..?
    6 · 15 dicembre alle ore 3.45 · Modificato

    Irene Conti Caro Leonardo Marras non sei quello che credevo di aver votato… ma tanto il pd gente così offre… direi che per me puoi andartene a casa con queste affermazioni. Sono una vergogna… per me un buon governante si vede da come difende i più deboli… e non parlo solo di persone. Far fuori i randagi perchè costano troppo? Sei sicuro che è quello che vuole la gente che ti ha votato? Vergogna!
    2 · 15 dicembre alle ore 2.12 tramite cellulare

    Leonardo Marras Ovviamente i 2 milioni si riferiscono alla sola provincia di Grosseto. Non conosco l’entità della spesa a livello nazionale
    14 dicembre alle ore 1.25

    Leonardo Marras Tanta retorica ci ucciderà tutti. In provincia di Grosseto andate a vedere dove è il miglior canile, quali sono le attività che fa e come viene gestito, quanto è apprezzato da volontari e associazioni. Per me parlano i fatti. Fuori dall’ideologia, mi piacerebbe che in Italia ci fossero le stesse regole che ci sono in Inghilterra o in Germania. Sono posizioni molto scomode le mie. Nessun politico le sosterrà mai perché oggi ci sono altre priorità e convinzioni. Bisogna invece dire ciò che si pensa e provare a discutere anche di temi difficili senza barriere che oggi dividono le persone rispetto alle loro opinioni, ricercando le migliori soluzioni
    14 dicembre alle ore 0.21

    Lupilva de Lupis posizioni scomode le sue? lei è ben pasciuto a spese dei cittadini per fare niente,dall’alto della sua carica parassita, altro che scomodo! tutto chiacchiere e provincia!
    16 dicembre alle ore 15.50

    Mgabriella Iuliano Togliere si miserabili per dare ai poveracci è l’etica politica che ci contraddistingue in Italia
    1 · 13 dicembre alle ore 21.47 tramite cellulare

    Leonardo Marras Guardi, quello che ho scritto lo penso. Anzi, condivido il pensiero della massima autorità italiana in termini di protezione dell’ambiente e delle associazioni animaliste locali che hanno sottoscritto il documento che ho citato. Aggiungo solo due cose: 1. Non è moralmente accettabile che la legge preveda l’obbligo al mantenimento degli animali e non ci sia lo stesso obbligo per gli uomini che invece muoiono nell’indifferenza generale ogni giorno di fame e di freddo nelle nostre città. 2. Nel giorno che muore alla stazione di Grosseto un poveraccio, si alza la polemica con toni inaccettabili su questo tema quando basterebbe ragionare serenamente e seriamente trovando soluzioni che non siano per forza quelle di uccidere animali abbandonati, ma che nemmeno si spendano oltre 2 milioni di € all’anno di tasse pagate dai cittadini
    13 dicembre alle ore 12.33 tramite cellulare

    Lupilva de Lupis Ma lei degli uomini che muoiono di fame e di freddo se ne ricorda solo quando c’è da sfamare un randagio? quando ruba il suo lauto stipendio ai cittadini,lei e tutto il suo apparato mangiasoldi,l’inutile e vergognosa Provincia,i vostri pranzi, cene, e ruberie varie, in quei casi non le vengono in mente gli uomini che muoiono di fame? si vergogni e basta,io per conto mio sto cercando di convincere la mia famiglia (alcuni purtroppo suoi elettori) a non votarla mai più, e grazie al cielo la stanno capendo anche loro.
    2 · 16 dicembre alle ore 6.50

    Ivan Rurini La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali” (M. Gandhi)
    Ieri alle 1.24

    Giulia Leah Carrozzi https://www.facebook.com/michelavit…/posts/662732467112375
    1 · 15 dicembre alle ore 5.32 tramite cellulare

    Duranti Simona la guerra di piero
    14 dicembre alle ore 7.45

    Mirko Spectra Preferisco spendere le mie tasse per randagi invece che per i “politici”…
    3 · 14 dicembre alle ore 16.41 tramite cellulare · Modificato

    Dimma Morandi ma come fa????? chi le da il diritto di decidere sulla vita? si vergogni!!!!!!
    18 dicembre alle ore 10.07

    Silvia Tassan ma non si vergogna proprio lei ! in Inghilterra il rispetto e la dignità sono una regola di vita se no si va a casa (i politici) , non si metta sulla stessa linea ….. non è all’altezza ! in Italia esiste l’INDIFFERENZA e l’ IGNORANZA….che differenza !
    18 dicembre alle ore 4.10

    Silvia Tassan …da non credere…….il coraggio dei codardi ! lei come essere umano non vale nulla, ora per mantenervi bisogna anche uccidere tutti gli animali che UMANI BASTARDI hanno lasciato a morire nelle strade, così i vostri stipendi potranno magari anche aumentare !
    18 dicembre alle ore 4.06

    Irene Conti Bravo Stefano Paluello concordo in pieno!
    15 dicembre alle ore 2.07 tramite cellulare

    Marco Loporco Intervenire in un dibattito del genere è sempre scomodo, ma non farlo non solo è da vigliacchi ma anche da persone poco responsabili. Premetto che sono una persona, come molte di voi che ama gli animali, il mio cane dorme nel letto, mangia meglio di un atleta in fase pre-gara e esce almeno 4 volte al giorno per fare attività fisica. Non uccido nemmeno le mosche che svolazzano in casa, le accompagno fuori dalla porta delicatamente e se potessi partire per difendere i cetacei dalle folli mani dei balenieri, sarei già là in mezzo all’oceano. Questo però non significa che a prescindere non si debba ragionare seriamente di questo argomento, capisco che scotti, capisco che possa essere scomodo, ma sono covinto che debba essere affrontato e non più rimandato. Ho letto alcuni interventi che stanno solo ad alimentare un clima francamente non più accettabile, si danno solo sentenze ma mai soluzioni. I canili sono un costo sociale enorme è innegabile e non si può esaurire il dibattito dicendo via i politici e dentro i cani, non si può scegliere di dire semplicemente le mie tasse le voglio li, piuttosto che là, siamo una counità e come tale è giusto discutere su ciò che è meglio per la comunità. Di questo passo finiremo per mettere cani al posto dei cittadini che dopo poco saranno oggetto di lamentel Stanno chiudendo ospedali, i costi di assistenza agli anzian o alle persone disabili sono divenute tutte a carico dei cittadini, ammalarssi è diventato un lusso in circostanze normali, non auguratevi cosa significa avere un paziente colpito da una grave malattia in famiglia, dove non appena finisce il percorso ospedaliero questo diventa subito un costo enorme per le famiglie con necessità di assistenza h24. Andate a fare una passeggiata nei nostri centri anziani a vedere che vita ci aspetta tra qualche anno, dove nei migliori casi la solitudine diventa un lusso.Detto questo, non ho sentito poi nessuno dei convinti animalisti (con zero soluzioni) spendere una mezza parola su che tipo di vita i cani destinati ai canili facciano, mi chiedo spesso come si possa vivere una vita da dentro un box di pochi metri, dove quando si è fortunati come spesso in toscana almeno le strutture sono pulie e moderne, ma dover basta trasferirsi in altre realta a trovare situazioni al limite del decente, dove le bestie non si sa più quali siano se chi pur di speculare sulla retta detiene cani in condizione al limite o i cani stessi che sopportano con una dignità ineguagliabile tutto ciò. Per questondico grazie ad un p0olitico che a rischio di prendere calci ha sollevato un dibattito. Finisco con una battuta sentita pochi giorni fà alla radio fatta da uno dei padri della protesta del 68, che diceva semplicemente commentando le proteste dei giorni nostri “noi protestavamo, sapendo cosa fare, portando soluzioni al cambiamento, noi eravamo la nuova classe dirigente che voleva fare, oggi si protesta, affermando il principio che le cose le devono fare gli altri” cosi credo si vada poco lontano cani & uomini …
    15 dicembre alle ore 0.36

    Ester Anna Sorrentino ma cacchio rispondi leonardo marras !!!!!!
    14 dicembre alle ore 10.27

    Roccastradini Nel Mondo Impopolare ma crudemente vero l’intervento di Marras …pane al pane e vino al vino….rivedere la legge 281…. puntare su sterilizzazione e adozioni è forse la soluzione, ma intanto nel Mali, nel piccolo villaggio di Bogo, muore un bimbo ogni 3 giorni, trattato peggio di un cane…. lui non scodinzola e non serve nemmeno come pet-terapy…. cari grossetani il problema è che viviamo alle spalle di 5 miliardi di poveri e siamo stati rimbambiti da Dudù e dalla sua corte dei Miracoli…. (fra 3 giorni vi aggiorno su un altro bimbo morto a Bogo)…..
    14 dicembre alle ore 1.44

    Lupilva de Lupis ma dei bimibi che muoiono di fame te lo ricordi solo quando c’è da sfamare un randagio? tutti uguali,tutti col suv, le vacanze, i vestiti firmati, ma come dai da mangiare a un cane randagio tutti a ricordarsi che c’è la fame nel mondo! Che auto hai? quanto spendi in cavolate? quanti bambini africani mantieni con l’adozione a distanza? e basta!!
    16 dicembre alle ore 15.47

    Roccastradini Nel Mondo vieni con noi in primavera-estate 2014 , stiamo organizzando tre campi di lavoro in Camerun, Congo, Etiopia. e considerato che sei sensibile a queste cose ti sentiamo come uno di noi già arruolata/o nelle nostre fila,…intanto dal Mali i nostri amici volontari che sono giù ci hanno messaggiato che nel campo (cimitero) poco fuori dal paese di Bogo ci sono altri tre piccoli tumuli… e non sono cani…
    16 dicembre alle ore 22.37

    Roccastradini Nel Mondo Ultime notizie…. fine febbraio inauguriamo un ospedale in Etiopia finanziato da un maremmano….sei invitata a dare una mano per un periodo a tuo piacere sia lì che in un campo profughi lì vicino che siamo andati a visitare …ce n’è parecchio bisogno…se no quei migliaia di profughi si imbarcano e vengono in Italia ….e allora son dolori per i benpensanti ….specialmente quelli sui cani….
    17 dicembre alle ore 9.49 · Modificato

    Roccastradini Nel Mondo Nel canile privato di Ribolla ci sono circa 80 cani “roccastradini” e oltre 100 “massetani”….che ne facciamo?…li manteniamo a vita?…..la soluzione è unica…adozioni volontarie incentivate e chi è sopra un certo reddito “adozioni obbligatorie”… inoltre una nuova legge 281 che obblighi il proprietario che li abbandona di spesarli lui nel canile e non a spese della comunità per lui…..
    17 dicembre alle ore 9.50

  9. certe cose diventano anche difficili da commentare…..

  10. Certo che il presidente di una provincia che accusa i cani e i canili di essere la causa di sottrazione di risorse “a servizi di maggiore rilevanza sociale” è una vera barzelletta, considerando che da anni si chiede l’abolizione delle province per arginare gli sprechi. Il “buon” Marras ci tiene davvero a non sottrarre risorse “a servizi di maggiore rilevanza sociale”? Si dimetta, faccia dimettere l’intera giunta e chieda l’abolizione della provincia di grosseto… ma è più facile accusare degli esseri innocenti che nessun male fanno, piuttosto che guardarsi in faccia e farsi un esame di coscienza.
    Una puttana senza ritegno che crede ancora di essere una gran signora, circondata da ruffiani compiacenti. Questa è l’italia.

  11. secondo me non bisogna più mantenere i sindaci ignoranti…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com