Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Brindisi: un 18enne e un ragazzino ammazzano un gatto a pietrate. Denunciati

Brindisi: un 18enne e un ragazzino ammazzano un gatto a pietrate. Denunciati

Sono stati identificati e denunciati il 18enne e il minorenne che a Tuturano, in provincia di Brindisi, hanno ammazzato un gatto randagio a colpi di pietra.

Entrambi gli aguzzini dovranno ora rispondere dei reati di uccisione e maltrattamento di animali per aver preso di mira, nella centralissima Via Stazione, un gatto che stava solamente facendosi gli affari suoi. Il felino sarebbe stato malamente afferrato di fronte a numerosi testimoni, per poi essere ridotto in fin di vita con l’ausilio di una grossa pietra.

Non sembra, sfortunatamente, che qualcuno dei presenti sia fisicamente intervenuto per fermare l’atto di sangue, ma quel che è certo è che è partita una telefonata ai Carabinieri, che a loro volta avrebbero fatto intervenire un veterinario dell’ASL.

Per l’animale, ormai agonizzante al suolo, non c’era nulla da fare. La morte è avvenuta dopo qualche minuto dall’arrivo dei soccorsi.

I due sadici sono stati invece fermati e identificati.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

13 Commenti

  1. Visto che i delinquenti sono stati identificati, bisognerebbe che tre o quattro robusti giovanotti amanti degli animali e abitanti da quelle parti, facciano quello che la giustizia italiana non farà mai! Purtroppo, so già che è una pia illusione……

  2. E’ assolutamente vero Elisabetta!
    Questo è l’oltraggio più grande che si possa fare, l’indifferenza.

    Mi dispiace ma 2 individui che a quell’età ammazzano un gatto indifeso a pietrate che se ne stava per i fatti propri sono da rinchiudere in quanto socialmente pericolosi.
    Purtroppo è la verità.

  3. Sono stanca della dannosa inutilità dell’essere umano. Ormai spero solo in un’epidemia che azzeri l’umanità. Siamo crudeli e consapevoli di esserlo, siamo arroganti e compiaciuti nell’esserlo… Prima o poi le pagheremo tutte, ma mi auguro più prima che poi….

  4. Cari Paola, Marilena, Barbara, Sergio, Silvia, Gioacchino (e gli eventuali altri),

    è anche per questo che mi chiedo come mai siamo così in tanti a DIRE di amare gli animali… poi, quando accadono questi orrori, fra gli astanti non c’è mai un solo animalista??
    Possibile che nessuno dei presenti non abbia un cane… un gatto… un pesce rosso?? Possibile che nessuno abbia pensato: “E se fosse il MIO gatto…?”??, e in forza di questo pensiero non abbia agito?
    Non posso credere che vada quasi sempre in questo modo. Non posso credere quanto poco valga una vita al Cuore di certe “persone” (le quali, magari, riescono anche a pregare…). Chi sta zitto, chi non vuole “sprecare” qualche centesimo per una telefonata, o due minuti del proprio tempo, chi resta a guardare e non fa qualcosa… per me è un potenziale aguzzino di innocenti, per nulla meno meno feroce degli esecutori!

  5. Nn hanno soccorso una donna caduta in fin di vita a ROMA anni indietro, figuriamoci un gatto…Qui , quando c’è da dare una mano, nn si vede più nessuno, ma quando c’è da fare i fatti degli altri(gossip), li sono tutti interressati…la superficialità regna sovranna.

  6. Condivido tutti i commenti, ma la gggggente ha da pensare ai fatti propri e non capisce che diventa correa con questi aguzzini che da grandi ne faranno di peggio Inutile sperare nella giustizia che si limiterà a fargli una ramanzina. Ciao bello micetto, ora sei al ponte dell’arcobaleno dove tutti ti vorranno bene, scusaci per questi due sterchi umani.

  7. Cazzo però qualcuno si è proprio sprecato: una telefonata ai Carabinieri sicuramente anonima. Ecco la piaga dell’italietta: l’omertà. Da nord a sud non si vede, non si sente, non si parla! Addio micio senza nome dove sarai adesso nessun bastardo ti farà più del male ma solo coccole e croccantini.

  8. in questi casi ci andrebbe la legge del taglione

  9. Vero, Barbara… Povera Stella…

  10. La cosa più ripugnante è che questi due marmocchi indioti se la caveranno solo con una sgridata seguita da una morale inutile. Il povero gatto ci ha rimesso la vita, a chi importa? Come minimo, lavori forzati a vita per i due aguzzini in erba! Meglio se crepano subito…

  11. gentile ELISABETTA se fossimo state li io e te il gatto era salvo ne sono certa …..a volte non importa essere tanti anche solo due o tre persone ben convinte di quello che fanno basterebbero per fare la differenza…..buona serata

  12. Elisabetta Lelli

    Mi chiedo se fossimo stati lì… Se noi tutti fossimo stati lì. Che fine avrebbero fatto quei due?? BARBARA, hai ragione! Quanti ne ammazza, il silenzio, il non fare!!!

  13. ma numerosi testimoni tutti rincoglioniti ma scusate intervenire no????e ovvio che fisicamente non hanno fatto nulla visto la fine del micio….. sono veramente sconcertata…

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com