Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Addii / Spoleto: preapertura caccia, uccidono in volo un rarissimo esemplare di aquila reale

Spoleto: preapertura caccia, uccidono in volo un rarissimo esemplare di aquila reale

 

Uno splendido e rarissimo esemplare di aquila reale è stata colpita in volo da una fucilata a Spoleto. L’animale, che non aveva più di due o tre anni di vita, è stato ucciso durante il giorno di preapertura della stagione venatoria.

Su tutto l’Appennino umbro-marchigiano non sono più di quindici le coppie nidificanti appartenenti a queste specie, e non è da escludere che l’individuo ucciso fosse proprio uno di queste. Il suo corpo senza vita è stato trovato a settembre, ma la notizia del decesso è stata diffusa solamente negli scorsi giorni. L’aquila era stata ammazzata sull’alto versante meridionale di Monte Maggiore, nel territorio comunale di Campello.

L’attesa per la comunicazione della morte è stata lunga perché si attendeva l’esito degli esami necroscopici sui resti presso l’Istituto Zooprofilattico di Perugia, che hanno confermato che si trattava proprio della “regina dei cieli appenninici”.

Secondo quanto emerso dagli esami, nel momento in cui è stata uccisa l’aquila si trovava in “perfette condizioni fisiche, nel pieno delle proprie capacità locomotorie e sensoriali”. A spegnere la vita del giovane animale sono stati tre pallini da caccia che l’hanno colpita in pieno, “due in posizione centrale nella cavità basso-addominale, uno nella cavità toracica a tre millimetri del segmento toracico della colonna vertebrale, tutti in posizioni letali”.

Chiunque abbia colpito l’aquila sapeva bene a quale specie stava mirando, poiché gli esperti segnalano che il colpo è stato sparato a non più di venti metri di distanza da un’arma lunga, probabilmente un fucile. I pallini hanno investito il predatore in maniera così brutale “da strappargli il possente becco”.

Nella foto: l’aquila uccisa (fonte Il Messaggero).

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

7 Commenti

  1. perchè non si spara ai coglioni stò…coglione!!

  2. Ecco! … quando sento queste notizie…. mi vergogno di appartenere alla razza “umana”…. CHE VERGOGNA!!!!!!!! ….

  3. Siete proprio delle merde.
    L’aquila reale o un altro animale, siete degli infami vigliacchi!

  4. Basta con la caccia!! Non ha nessuna giustificazione, è solo una manifestazione di stupidità, oltre che di insensibilità e crudeltà!!

  5. caro sergio, non lo troveranno mai probabilmente.

  6. E’ la dimostrazione pratica dell’assenza totale di cervello di questi assasini che farebbero bene a vergognarsi di essere cacciatori. A volte godo molto quando si sparano fra di loro
    Peste e corna con sfiga sempiterna a questo malfattore. Ma lo puniranno o no?

  7. bisognerebbe fare una castrazione chimica e disperdere il dna di questi pazzi criminali

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com