Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Home / Cronaca / Siracusa: ammazzò il suo cane a bastonate, ora è indagato anche per le morti di altri animali

Siracusa: ammazzò il suo cane a bastonate, ora è indagato anche per le morti di altri animali

La posizione dell’uomo (iniziali G.R., generalità complete non pervenute) che a Pachino, in provincia di Siracusa, ha ammazzato a bastonate il proprio cane si aggrava.

Dell’episodio di violenza, che si era concluso con lo “smaltimento” del corpo del povero animale in un cassonetto cittadino, avevamo parlato già in questo articolo.

Secondo il Giornale di Siracusa, ora, l’aguzzino sarebbe nel mirino della Polizia che starebbe investigando anche sulle morti sospette di altri animali sempre di sua proprietà. Ulteriori indagini sarebbero scattate dopo che, a seguito della morte del cucciolo di 4 mesi, alcuni testimoni avrebbero ventilato l’ipotesi che G.R. non sia un novizio delle violenze sugli animali.

Verso l’uomo, che era già conosciuto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, anche diverse associazioni animaliste starebbero svolgendo alcuni accertamenti per verificare che vi siano gli estremi per la richiesta di una pena esemplare.

Foto: archivio.

© All4Animals - tutti i diritti riservati - la riproduzione di questi contenuti è soggetta all'autorizzazione dell'autore degli stessi.

4 Commenti

  1. e io continuo a ribadire che ci vuole la pena di morte !!!!!!!!!!! se no sono liberi di rifare queste stragi all infinito

  2. Deve pagare questo scarto della società.
    Fate tutto ciò che è lecito per fare giustizia.

  3. Continuo a ripetere una cosa ovvia… ma non tanto ovvia per questo nostro paese “garantista” con le persone peggiori, i nomi di questi scarti della società, questi essere schifosi devono essere resi noti. Devono essere esposti e resi visibili, in modo che inizino anche loro a non dormire la notte, ad aver paura, ad essere evitati da tutti e soprattutto ad essere tenuti sotto controllo!
    Spero anch’io che questa m**** abbia una punizione esemplare, ma ne dubito… Chissà quando gli animali saranno davvero tutelati…

  4. SAREBBE ORA CHE QUESTI RIFIUTI DELLA SOCIETA’ PRENDESSERO UNA CONDANNA PROPORZIONATA ALLA LORO RECIDIVITA’ ED ALLA LORO CATTIVERIA.
    Per il momento sfiga sempiterna a qusto essere immondo

I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Più info | Ok, Accetto!
Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com